Sabina Guzzanti



22
settembre

PIAZZAPULITA: FORMIGLI TORNA CON UN REPORTAGE DALL’IRAQ. NEW ENTRY SABINA GUZZANTI COL TG PORCO

Corrado Formigli, Sabina Guzzanti

Terrorismo, guerra, immigrazione. E poi la politica. Piazzapulita torna a raccontare l’attualità partendo da ciò che gli altri non hanno mostrato. Nella prima puntata stagionale, in onda stasera in prime time su La7, il programma proporrà infatti un reportage esclusivo realizzato da Corrado Formigli in Iraq. Il giornalista documenterà la strage che l’Isis ha compiuto a luglio a Baghdad e che è costata la vita a 324 persone, nell’indifferenza dell’Occidente e dei più grandi mezzi di informazione.




7
gennaio

DM LIVE24: 7 GENNAIO 2015. SABINA GUZZANTI E LA CONFESSIONE DI COMPLICITA’

Sabina Guzzanti - Confessione di complicità

Sabina Guzzanti - Confessione di complicità

Sabina Guzzanti colpisce ancora

Dopo la solidarietà a Riina e Bagarella, un’altra perla di Sabina Guzzanti: adesso c’è la teoria della Confessione di Complicità.

Ecco cosa scrive la comica su Facebook:

LA FOTO CHE NON C’E’


14
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (6-12/10/2014): PROMOSSI PALLAVOLO E RITORNO DI TWIN PEAKS, BOCCIATE EMMA, BELEN E GUZZANTI

Emma e Belen

Promossi

9 alla Pallavolo in tv. A sorpresa, le donne del volley conquistano la platea televisiva con ascolti da “partita di calcio”. Peccato per la finale mancata.

8 a Slang. Gerardo Greco ha raccontato per Rai3 gli “italiani d’America” con piglio da servizio pubblico (maggiori info qui).

7 al ritorno di Twin Peaks. Dopo 25 anni, la serie che ha cambiato le serie tornerà in tv. Una notizia che fa venire l’acquolina in bocca ai famelici del racconto a puntate, ma che allo stesso tempo spaventa per l’eventualità – non certo remota – di incappare in un passo falso tale da intaccare il ricordo dell’intera saga.

6 a Simona Ventura. Ospite d’onore di Ballando con le stelle e “protagonista a L’Arena”, la conduttrice, visibilmente nostalgica dei riflettori, riesce ben a destreggiarsi quando si tratta di parlare di Isola dei Famosi. Non nega che le piacerebbe tornare a calcare il set isolano ma contestualmente – consapevole dello scenario ormai ai limiti dell’impossibile – cerca di aprire nuovi varchi senza passare per la “grande esclusa”.

Bocciati





7
ottobre

AGORA’, SABINA GUZZANTI SBROCCA: GERARDO GRECO INCAPACE PAGATO COI NOSTRI SOLDI

Sabina Guzzanti

Altro che Trattativa. Sabina Guzzanti ha scelto la soluzione più drastica possibile, e stamattina ha abbandonato lo studio di Agorà polemizzando con il conduttore Gerardo Greco. “E’ un incapace” ha sbottato l’attrice, che si trovava in collegamento con il programma di Rai3 per promuovere il suo ultimo film, intitolato appunto La Trattativa. Dopo un primo intervento in diretta, in cui aveva dovuto controbattere ad alcune critiche rivolte alla sua pellicola, la comica romana ha abbandonato la trasmissione e si è sfogata su Twitter con la consueta pacatezza.

ha cinguettato Sabina, cercando e ottenendo l’appoggio da parte dei suoi sostenitori virtuali. L’attrice, che nelle ultime settimane ha fatto incetta di ospitate tv per promuovere il suo film, in seguito se l’è presa direttamente con il conduttore Gerardo Greco, forse reo di non aver steso un tappetino rosso all’attrice, come invece aveva fatto Michele Santoro a Servizio Pubblico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


10
ottobre

DM LIVE24: 10 OTTOBRE 2012. LA ELIA SENZA PROGETTI, LA GUZZANTI CONDANNATA, LA GUARNIERI CONFUSA

Sabina Guzzanti

Sabina Guzzanti durante il no-Cav day

>>> Dal Diario di ieri…

  • Antonella Elia senza progetti lavorativi

PierVivaCanale5 ha scritto alle 14:13

Al settimanale Oggi, Antonella Elia ha confessato di non aver avuto proposte di lavoro allettanti dopo aver vinto l’ultima edizione de L’Isola dei Famosi: non ho nessun progetto lavorativo in ballo. Dopo l’Isola non mi si è filato nessuno. Non ho ricevuto proposte se non di ospitate che non mi interessano. Forse riprenderò la tournée teatrale dell’anno scorso.

  • Sabina Guzzanti condannata per aver diffamato la Carfagna

PierVivaCanale5 ha scritto alle 14:14

Una sentenza particolarmente attesa, e finalmente arrivata. Sabina Guzzanti dovrà infatti risarcire Mara Carfagna con 40.000 euro. A stabilirlo il tribunale civile di Roma, che venne interpellato nel 2008, dall’allora Ministro per le Pari Opportunità, quando la comica televisiva la attaccò pesantemente dal palco della manifestazione “No Cav Day”, in piazza Navona.

Questo il discorso incriminato (dal minuto 1.00)


  • Elena Guarnieri confusa

Stile libero ha scritto alle 20:43





6
luglio

PALINSESTI LA7: ASSENTI DANDINI E GUZZANTI. MA STAVOLTA SILVIO NON C’ENTRA

Serena Dandini

La7 gioca la carta della comicità. Nei suoi palinsesti autunnali, presentati ieri assieme a qualche anticipazione per il 2013, l’emittente di TiMedia riserverà molto spazio all’umorismo, con nuovi appuntamenti ed eccellenti conferme. Da ottobre ritroveremo in onda Maurizio Crozza e Geppi Cucciari, mentre sono in arrivo Teresa Mannino (come DM anticipato nel 5 Maggio di Tv Sorrisi e Canzoni), con lo show Se stasera sono qui, e Corrado Guzzanti. Insomma, sarà un’annata all’insegna dell’ironia, ma già adesso c’è qualcuno che non ride.

Parliamo di Serena Dandini e di Sabina Guzzanti, che – almeno per ora – non compaiono nei nuovi palinsesti di La7. Silurate, declassate, come l’Italia ai tempi dello spread. La decisione sarebbe stata presa a seguito dei risultati poco soddisfacenti registrati nella scorsa stagione dai loro programmi. Le conduttrici rispettivamente di The show must go off e Un due tre stella, infatti, non hanno ottenuto il consenso di pubblico previsto. E’ la dura legge della tv: funziona così.

In tempi non sospetti si sarebbe gridato al mega complotto, alla censura, al bavaglio contro la libertà di espressione. In un modo o nell’altro, la responsabilità sarebbe ricaduta sul politico di turno – preferibilmente Berlusconi - e su quel vizietto partitocratico di mettere all’indice i programmi sgraditi. Ma adesso il Caimano di Arcore non c’è più ed il posto fisso è diventato monotono, dunque le mancate riconferme di certi show non fanno più notizia.


19
marzo

LUCIA ANNUNZIATA NON DIGERISCE LA PARODIA DI SABINA GUZZANTI (VIDEO)

Lucia Annunziata

Non si vedeva una Lucia Annunziata così rossa, di rabbia, dai tempi del famoso screzio con Silvio Berlusconi. Ci voleva la migliore performance di Francesco Rutelli per far emergere un lato insolito della giornalista conduttrice di In mezz’ora, che di solito punta più sulla tecnica dell’interruzione con il fuoco di fila di domande lasciando al collega Santoro i flussi di coscienza. Di base potrebbero esserci anche gusti personali legati alle scelte politiche sempre più centriste del marito della Palombelli, tra i principali fondatori e ‘traditori’ della nuova sinistra italiana.

Si parla della vicenda Lusi e dei conti che non tornano, è proprio il caso di dirlo. Dinanzi ad un ennesimo interrogativo l’ex radicale, poi margheritino e oggi Api, glissa cercando di andare a parare altrove, come a voler dire alla sua interlocutrice di non essere monocorde e puntigliosa su una vicenda che sperava di aver chiarito con le ricostruzioni ufficiali in conferenza stampa.

Davanti a questo atteggiamento di Rutelli, alla sua ritrosia all’interrogatorio arriva la reazione della Annunziata che apre un retroscena televisivamente molto interessante almeno per due motivi: il richiamo al dovere del giornalista del servizio pubblico di attanagliare i soggetti esposti, e, quello ancora più succulento, un commento all’ennesima imitazione di Sabina Guzzanti, ormai nemica giurata.


15
marzo

UN DUE TRE STELLA: SABINA GUZZANTI RINNEGA LA VERA SATIRA E DELUDE AL SUO ESORDIO SU LA7

Sabina Guzzanti, Un due tre stella (Ansa)

Per il suo ritorno in tv Sabina Guzzanti doveva stupirci con effetti speciali. Dopo nove anni di latitanza, sembrava che la paladina della satira censurata dovesse finalmente riportare in onda lo sberleffo più autentico, quello che colpisce a fondo ed innesca una risata spontanea. Ieri sera, però, nell’esordio di Un due tre Stella, non si è visto niente di tutto questo. Sin dalle sue prime battute, il nuovo programma di La7 si è rivelato uno spettacolo fuori sincro e abbastanza spento. Insomma, la revolution guzzantiana che ci aspettavamo non c’è stata.

La trasmissione è iniziata con un monologo in cui Sabina parlava – tanto per spiazzarci – di Silvio Berlusconi (“mentire in modo compulsivo non è segno di genialità“), di Marcello Dell’Utri e della libertà azzoppata dalla Legge Gasparri. Poi è arrivata un’imitazione di Mario Monti, presentato al cospetto di Giorgio Napolitano per un provino che ne accertasse l’idoneità a diventare premier. La Guzzanti in loden, bisogna dirlo, ha strappato qualche sorriso anche se la sua interpretazione ricordava a tratti quella di Maurizio Crozza a Italialand.

Per il resto della puntata lo show si è fatto alquanto desiderare, lasciando piuttosto spazio al talk. Già perché, inaspettatamente, Un due tre stella si è presto trasformato in uno dibattitone sull’economia, sulle banche speculatrici, sui massimi sistemi. Sono intervenuti, tra gli altri, anche Francesco Raparelli, Ugo Mattei, Andrea Fumagalli, Giulietto Chiesa e Stefano Fassina del Pd. Ma scusate, non doveva essere un programma di satira?


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »