8
aprile

Non è L’Arena, Massimo Giletti si infuria con Bocchino e lancia frecciate a Fabio Fazio

Massimo Giletti, Non è L'Arena

E’ bastato sentire nominare la Rai e Massimo Giletti è andato su tutte le furie. Nel corso dell’odierna puntata di Non è L’Arena, il conduttore di La7 ha avuto un duro scontro con l’ex deputato Italo Bocchino, che – durante un collegamento telefonico inatteso – lo aveva provocato sul suo stipendio ai tempi del servizio pubblico. Nel putiferio in diretta sono volate frecciate implicite a Fabio Fazio.

In trasmissione si discuteva di vitalizi, quando ad un tratto Bocchino è intervenuto al telefono e ha chiesto di poter parlare. L’ex deputato, riferendosi al tema stipendi, ha incalzato il conduttore così:

Vorrei che tu venissi in trasmissione con le buste paga di quando eri pagato dalla Rai, cioè soldi dei contribuenti, e vediamo chi dei due ha guadagnato di più e tutti e due parliamo di quello che abbiamo fatto per gli italiani“.

A quel punto, sentendosi chiamato personalmente in causa, il conduttore ha reagito con veemenza usando queste parole:

Guarda che io alla Rai ho reso molto ma molto di più. Vadano a chiedere agli altri che pigliavano i milioni di euro e si sono fatti fare anche le società di produzioni! Tanto per essere chiari, tu fai il politico e io faccio il conduttore. Io alla Rai ho dato economicamente molto di più di quello che ho preso e a differenza di tanti colleghi ho sempre dichiarato pubblicamente quanto prendevo! (…) Sappi che per le mie battaglie sono stato mandato fuori dal sistema della Rai (…) Io venivo pagato dall’azienda pubblica, ma l’azienda pubblica nei miei programmi prendeva fior di milioni di euro di pubblicità. Vallo a chiedere ai grandi nomi che venivano pagati milioni di euro!“.

Una sfuriata in piena regola nella quale non è mancato un implicito (ma appuntito) riferimento a Fabio Fazio, conduttore dallo stipendio milionario che attualmente lavora in Rai con la propria società di produzione, L’OFFicina. A giudicare dalla reazione, per l’ex mattatore de L’Arena l’allontanamento dal servizio pubblico è una ferita ancora aperta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Massimo Giletti
Massimo Giletti, confermato a La7, languisce solo per la Rai: «E’ la mia casa, ci penso sempre»


Carlo Cottarelli
Che tempo che fa, Fazio corre ai ripari: sterzata politica per far fronte a Giletti


Massimo Giletti, Non è L'Arena
«Non è L’Arena», però ci somiglia. Giletti mattatore su La7, ma con lo sguardo alla Rai


MASSIMO_GILETTI
Massimo Giletti ‘arresta’ Giancarlo Tulliani, latitante a Dubai. E «Non è L’Arena» si ritrova un super promo

13 Commenti dei lettori »

1. aaaaa ha scritto:

9 aprile 2018 alle 00:08

per favore parlate anche di quando Bocchino parla dell’”amico in comune”. schifoso e viscido.



2. soralella ha scritto:

9 aprile 2018 alle 08:51

O forse sincero.



3. john2207 ha scritto:

9 aprile 2018 alle 11:48

Giletti ormai fa concorrenza alla D’urso



4. RoXy ha scritto:

9 aprile 2018 alle 12:04

La cosa più aberrante di quella disussione (da me vista integralmente) è stata la difesa di Giletti da parte della pitonessa Santadeche: da che pulpito! Io, al posto di Giletti, le avrei detto con educazione, grazie non necessito della sua difesa. Ed avrei chiuso lì quell’inutile sceneggiata ai limiti del patetico e del ridicolo.



5. RoXy ha scritto:

9 aprile 2018 alle 12:08

@aaaaa: l’amico a cui si riferiva Giletti era Fabio Fazio, amico appunto di Italo Bocchino (infatti ricordo molto bene che Bocchino venne ospitato tra il pubblico da Fazio in una puntata del suo Rischiatutto e presentato da Fazio come direttore di un quotidiano non come ex politico trombato, sich!).



6. Nina ha scritto:

9 aprile 2018 alle 12:34

Roxy: la Santanchè cosa ha fatto di male?



7. Vince! ha scritto:

9 aprile 2018 alle 13:17

Quanto rosica Giletti…
Poveretto, si aspettava di fare sfracelli a La7, invece va come un Formigli qualunque…
:)))



8. Nina ha scritto:

9 aprile 2018 alle 13:23

Sai che bella cosa Giletti che non va tanto bene perchè vengono sempre premiati i lecchini. Che bella l’Itaglia.



9. RoXy ha scritto:

9 aprile 2018 alle 13:31

@Nina:non poteva permettersi di fare il discorso che ha fatto ieri da Giletti, lei che ha fallito come editrice di giornali licenziando molti giornalisti. Era ridicola, da che pulpito si è messa a difendere la categoria dei giornalisti lei che ne ha lasciati a casa tanti?! Francamente a me non è nemmeno simpatica, non capisco perché dilaghi in TV e venga spesso incensata, quali sarebbero i meriti di costei? In politica da tanti anni, una legge utile al popolo che lei ha firmato? Non la ricorda nessuno, si ritiri invece di andare a pontificare in TV.



10. RoXy ha scritto:

9 aprile 2018 alle 13:33

La Santadeche era proprio fuori luogo in questo contesto, anche lei come Bocchino può contare su amicizie importanti grazie alle quali viene sempre ospitata in TV, nonostante non abbia meriti per esserlo.



11. Nina ha scritto:

9 aprile 2018 alle 13:52

Roxy, non so quali leggi possa aver presentato in Parlamento così su due piedi,ma il suo coraggio di andare contro il politicamente corretto, in questo disperato paese, merita tanto dal punto di vista culturale.

Non vedo la contraddizione, fra aver fallito e comunque difendere la categoria.



12. silvia ha scritto:

10 aprile 2018 alle 06:10

bravo giletti….però non dare più spazi e parole a certi soggetti!!!!



13. Nina ha scritto:

10 aprile 2018 alle 13:44

Ciao Roxy, sono andata a vedere e ciò che ho potuto constatare è un totale delirio da parte di Bocchino, mentre la Santanchè si è limitata a rispondere ad accuse assurde.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.