18
gennaio

ITALIA DOMANDA CON BERLUSCONI VS LEADER CON INGROIA. CHI “ELEGGERA’” IL PUBBLICO?

Antonio Ingroia

Silvio Berlusconi “contro” Antonio Ingroia. Dalle aule di tribunale, ora il confronto si sposta sul piano politico ed approda dritto in tv. Stasera, infatti, il Cavaliere e l’ex pm di Palermo saranno rispettivamente ospiti di Italia Domanda e Leader, i programmi d’approfondimento del prime time odierno. Su Canale5, il fondatore del Pdl lancerà un nuovo appello al suo elettorato, mentre su Rai3 il candidato premier di Rivoluzione Civile risponderà alle domande di Lucia Annunziata. La sfida a distanza non riguarderà soltanto i programmi elettorali dei due esponenti politici, ma coinvolgerà anche l’aspetto televisivo degli ascolti.

Su questo fronte, infatti, la competizione è quantomai aperta. Italia Domanda ha debuttato mercoledì scorso con una lunga intervista a Pierluigi Bersani, ma l’esponente democratico non ha portato bene agli ascolti della trasmissione, attestatisi attorno al 7.59% di share. Stasera nello studio di Canale5 ci sarà il Cavaliere, che si sottoporrà alle domande del conduttore Alberto Bilà e dei suoi ospiti: il direttore de L’Unità Claudio Sardo, il vice direttore di Libero Franco Bechis e Giovanni Morandi, direttore del Quotidiano Nazionale. Dopo un esordio sottotono, stavolta il programma godrà del richiamo mediatico da sempre legato a Berlusconi?

Se l’effetto Silvio potrebbe avvantaggiare Italia Domanda, Rai3 potrà invece contare sull’effetto novità. Alle 21.05 debutterà infatti Leader, il nuovo programma di Lucia Annunziata. In diretta da Piazza Montecitorio, la giornalista metterà a confronto la politica ed i cittadini: stasera si parte con il candidato di Rivoluzione Civile Antonio Ingroia, il quale – come previsto dal format – avrà accanto a sé una squadra di amici, sostenitori ed esperti che verrà coinvolta nel dibattito.

In particolare, l’ex pm sarà spalleggiato da Sandro Ruotolo, Ilaria Cucchi, Giovanni Favia, Franco La Torre, Flavio Lotti, Saverio Lodato, Sandra Amurri. La squadra così composta risponderà alle domande di Lucia Annunziata e a quelle di alcuni esponenti della società civile.

Italia Domanda o Leader? Come evidenziato, la sfida degli ascolti sarà influenzata da diversi aspetti. Con Berlusconi ospite, il talk show di Canale5 riuscirà a prendere quota? E Rai3, al debutto con un nuovo format, saprà interrompere la serie di sfortunate esperienze avute il venerdì sera con l’approfondimento d’attualità?



Articoli che potrebbero interessarti


Italia Domanda
ITALIA DOMANDA: MONTI, BERLUSCONI E BERSANI SI SFIDANO IN PRIME TIME SU CANALE5


ITALIA DOMANDA CON BERLUSCONI VS LEADER CON INGROIA. CHI "ELEGGERA'" IL PUBBLICO?
DM LIVE24: 2 FEBBRAIO 2013. BERLUSCONI DALLA ANNUNZIATA, RITA E IL CELLULARE, NUOVO FORMAT PER LA BARRIALES


Italia Domanda
ITALIA DOMANDA: IL NUOVO APPROFONDIMENTO DI CANALE5 DEBUTTA CON BERSANI. VENERDI’ C’E’ SILVIO


Silvio Berlusconi e Maurizio Costanzo
L’Intervista con Silvio Berlusconi in prima serata

43 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 11:22

Impressionante e preoccupante la squadra di Ingroia con Sandra Amurri e Sandro Ruotolo. Solo in Italia possono succedere queste cose.



2. riccardo ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 12:05

@ nina. Lungi da me “far polemica”, ma non ci vedo nulla di impressionante, nè tantomeno preoccupante. O vogliamo negare ai giornalisti il diritto costituzionale di candidarsi?



3. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 12:16

Sandra Amurri è testimone del processo stato-mafia, con una testimonianza abbastanza strana. Sandro Ruotolo per il suo ruolo ha dimostrato più volte di avere delle informazioni che non dovrebbe avere. Per il resto tutti si possono candidare, sta al cittadino non votarli o votarli.



4. amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 12:36

se ci ciucciamo berlusconi da 20 anni,che ha un conflitto di interessi mega galattico e una posizione dominante nei media,figurati se il problema può essere ruotolo che si candida



5. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 12:50

Ovvio, si guarda solo il confilitto di interessi (degli altri). Ma per piacere. Comunque non è un problema che si candidi, il problema è prima.



6. amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:04

il conflitto di ruotolo quale sarebbe? non è che i giornalisti non hanno una opinione politica eh. si può fare del buon giornalismo,rispettando le regole,l’ordine dei giornalisti esiste proprio per quello. se poi dobbiamo credere che uno per essere bravo,non debba avere una sua idea,ciao



7. angela ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:08

@ Nina-Certo, andiamo a spulciare che Ruotolo ha info che non dovrebbe avere , che la Amurri ha una testimonianza alquanto strana ……….. Ma, dico io , vogliamo allora fare un elenco di fatti x cui il Sig.Berlusconi non dovrebbe più candidarsi!!! non avrei abbastanza vita x elencarlo, credimi!!



8. isolano ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:11

scusate ma non vedo differenze tra Ruotolo ed Emilio Fede. entrambi giornalisti e vicini a un politico. Con la differenza che almeno Emilio ha avuto l’onestà di schierarsi apertamente!!



9. amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:12

io nina me la immagino somigliante alla santanchè….



10. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:24

Bravo isolano, rammentarlo non fa male.
angela: ripeto non ho detto che non debbano candidarsi, (ma le cose le leggete???) è tutta la faccenda che è impressionante.

Adesso vorrei dire una cosa a voi (il voi comprende le persone che avversano in maniera netta il cav. e i sinistri in generale). Molte volte si nota una tale superficialità nell’ascoltare, nel leggere ciò che dicono gli altri, viste le risposte preconfezionate che si ricevono. Perchè fate così?



11. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:26

Amanzing:ti ringrazio per il n. 9, ottima chiusa per i vs. discorsi.



12. amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:28

@nina
fatti la stessa domanda,tu che parti in quarta in maniera totalmente pretestuosa. vedi l’osservazione che ho fatto su mister grr l’altro giorno,da cui hai creato una sceneggiata,per insultare e offendere



13. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:34

No, mi dispiace non c’entra proprio niente. L’osservazione che hai fatto tu era conseguente ad alcuni messaggi dello stesso tono nei confronti del suddetto. Non ti ho insultato e non vedo perchè dovresti ritenerti offeso. Piuttosto che significa somiglia alla santanchè? Devo ritenermi offesa?



14. amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:39

@nina
non ho intenzione di offendere nessuno. semplicemente ho fatto un accostamento mentale,in base a un certo modo di intendere ciò che tu scrivi,ma era più una cosa divertente,che un’offesa,anche perchè non mi metto certo a giudicare una persona che non conosco. il confronto però è bene accetto e blog come questi esistono per questa ragione.
detto questo,ti auguro una buona giornata



15. star ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:48

ma allora aveva ragione berlusconi sulla magistratura politicizzata? fino a qualche mese fa ingroia gestiva una delle inchieste più delicate d’italia, ora è in campagna elettorale. ho detto tutto!

x me andrà meglio canale5



16. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 13:51

Accetto e ricambio con gioia. Non amo certo l’animosità nei confronti di chicchessia. Permettimi di dirti che certe tue espressioni anche se condite di faccine possono sembrare un modo di liquidare i commenti con un “Cosa vuoi parlare tu che sei…”.



17. lisa ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 14:08

Nel nostro paese su candidano cani e porci. C’È il movimento del bunga bunga da poter votare quindi..
E’ ovvio che certi commenti sono di parte già schierati.
Stasera meglio vedere due sportivi belli e bravi come russo e Maddaloni su raiuno e poi uscire….



18. Amazing1972 ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 14:24

@Nina
Io ho fatto una semplice domanda a mister, che ho notato essere sempre molto accondiscendente. Nel momento che mi dice che non ribatte come forma di rispetto per i blogger, per me finisce la. Mister poi lo conosco anche tramite Twitter



19. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 15:52

Finalmente un po’ tutti su questo blog hanno capito che nina non regge un confronto senza insultare e buttarla in caciare.
le osservazioni fatte a lei sono giuste, legittime e condivisibili. perchè ruotolo (giornalista) non si potrebbe candidare in parlamento mentre berlusconi può fare il premier nonostante gli evidenti conflitti di interesse nel campo dell’editoria, informazione tv, assicurazioni ecc. ecc.



20. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 15:54

Sono anni che leggo questo blog ed avessi letto UNA DICO UNA critica mossa a Berlusconi da parte di Nina
Nina guarda e critica tutti gli altri personaggi politici e schiermanti ma non guarda mai nel suo orticello.
E’ stravagante e suggestiva questa cosa…



21. Marco Leardi ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:26

@osservatore. forse la stessa cosa si potrebbe dire di te e di altri: la vostra puntuale critica a Berlusconi e a tutto ciò che lo richiama non è anch’essa stravagante (seppur legittima)? Ergersi a paladini è sempre presuntuoso, comunque la si pensi.



22. Critico Tritatutto ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:26

Dopo che ieiri mi sono beccato del volgare da eloide per aver definito “saccente” Giulia Innocenzi [e in questo mi dicevo d'accordo con Aldo Grazzo,che l'ha scritto a chiare lettere sul Corriere],parlandone da giornalista,ovviamente,,non da persona che non conosco,e dopo tutti i tentativi per farle capire alcune cose che lei soteneva e che non stavano in piedi – vani – mi devo leggere l’attacco frontale a Nina,da uno solitamente tranquillo come Amazing…Mi spiace davvero.

Lasciate in pace Nina,ha diritto alle sue idee come voi alle vostre e non offende mai nessuno.

Osservatore: la stessa cosa vale per te quando parli di Mediasaet [progarmmi brutti aprescindere sempre e comunque,guarda caso salvi solo le Iene anti-Cav.] e di Berlusconi,tacendo degli altri,che pure di comportamenti discutibili ne hanno,per tacere delle loro dichiarazioni.Il tuo è odio viscerale verso B.,a cominciare dalle tv.

Quindi con che faccia critichi Nina,come l’altra volta Mister,non si sa…



23. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:29

Leardi, ma sta parlando lei che scrive solo post a favore del Cavaliere?
Suvvia
(ed anche se non lo pubbliccherà, sicuramente lo leggerà prima di cestinarlo)



24. Critico Tritatutto ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:34

Osservatore,sei davvero arrogante nel rispondere,hai molto da imparare da persone come Mister,altroché…



25. Marco Leardi ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:39

@osservatore. Nessun post a favore, mi spiace. Sto ancora aspettando che riporti una mia frase di esplicito sostegno al Cavaliere. Non la troverai.



26. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:44

Si certo. Post pungenti e critiche severe al Cavaliere al livello di un’intervista della D’Urso o di Toti :-)

Se anche il tranquillo Amazing ha sentito l’esigenza di replicare vuol dire che l’affermazione iniziale era davvero forte..
C’è chi non vede gli innumerevoli conflitti d’interesse di Berlusconi ( editoria, tv, assicurazioni ec) ma afferma che è preoccupante e quasi scandaloso che un giornalista si candidi ( ancora non ho capito le motivazioni sul perchè un giornalista non si dovrebbe/potrebbe candidare)
Posso invece capire le perplessità su un magistrato ( ed i magistrati candidati si trovano in tutti gli schieramenti politici da anni)…



27. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:46

Critico: ti ringrazio, Amazing credo non avesse intenzioni così offensive. La cosa che ti è capitata ieri è abbastanza comica, dai non può essere seria una cosa del genere.



28. Nin ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:49

Ripeto: non ho detto che un giornalista non può candidarsi.



29. Critico Tritatutto ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 16:56

Nina: era serissima.
Mi ha risposto fino all’ultimo,anche quando avevo detto stop,tanto…che ci vuoi fare?

Osservatore: certo certo…Peccato che tuti quelli che si sono occupati di Berlusconi in magistartura poi siano finiti nel PD o in liste ad esso collegate,chissà come mai…Una coincidenza!

Chi non vede i conflitti d’interesse della vostra parte,che ha le mani in pasta dappertutto,altroché fuori dai giochi come sempre si vogliono presentare,siete proprio voi…



30. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 17:11

osservatore: sei solo un piccolo provocatore, convidi condividi quello che vuoi



31. Critico Tritatutto ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 17:18

Nina:chiamalo pippo,e avrai detto tutto ;)



32. Marco Leardi ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 18:03

@osservatore. Fai tutto tu, te la canti e te la suoni. E ritieni un sostenitore di Berlusconi chiunque non si schieri apertamente contro di lui: capisci il limite?



33. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 18:32

Leardi
Ti leggo da anni, quindi non prendiamoci in giro..



34. Marco Leardi ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 18:48

@osservatore. per carità, non ho mai nascosto le mie idee. Ma sostenere che i miei post siano a sostegno di qualcuno è assolutamente falso, oltre che offensivo. Aspetto ancora che qualcuno mi smentisca. Avremo visioni diverse su alcuni argomenti ma non prendiamoci in giro, appunto.



35. Davide Maggio ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 19:09

osservatore: vedi, il non essere un anti-berlusconiano a tutti i costi non significa essere berlusconiano. Anche perchè, detto tra noi, fa molto più figo atteggiarsi a radical chic. Detto questo, sarebbe bello riuscire a confrontarsi con uno che ci mette la faccia. Ma tu, tra pippi, osservatori & co…



36. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:06

Aridaje…
Ho cambiato nick solo perchè ho perso la password.
Qui ho commentato solo come Pippo ed osservatore e basta.
Se mi ridai la password senza moderazione dei commenti non ho problemi a commentare come ho sempre fatto.



37. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:20

Scusami Maggio, ma non credo sia una colpa o una vergogna ammettere il suo, vostro o loro credo politico
Non c’è nulla da nascondere o di cui vergognarsi quindi non vedo il problema.
Se vogliamo metterla in termini più eleganti, si è notato in alcuni post nel corso degli anni una certa benevolenza nei confronti di una certa parte politica ma per questione di affinità personali ma questo può valere per la tv, la radio, la musica ecc.
E’ bello anche il confronto e la diversità di idee e non un pensiero unico ed univoco.
Poi se a te piace un blog dove commenta solo una ristretta cerchia di persone che si da ragione a vicenda quotando tutti i post, allora abbia due visioni diverse di blog, di rete e di interazione.



38. Davide Maggio ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:30

osservatore: forse non hai capito che la vergogna o la colpa è quella che ti ho spiegato prima. Ovvero dare del berlusconiano a chi, semplicemente, non è un anti-berlusconiano a prescindere come te. Il confronto per quanto mi riguarda è ben accetto quando trovo qualcuno con il quale ci si può confrontare. Sbattere contro i muri è inutile.



39. Davide Maggio ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:31

osservatore: tu in moderazione sarai SEMPRE.



40. osservatore ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:40

Per me non c’è nessun problema. Far finta però di non avere una certa visione delle cose che traspare evidentemente dai post nell’arco di un paio di anni e più di frequentazione del blog lascia il tempo che trova.
Io non devo convincere voi di nulla e viceversa.
Ci si confronta sulle proprie posizioni…
—-
Siccome penso che tu sia una persona corretta, sai meglio di me che ho sempre commentato solamente con questi due nick ( and company presupponeva il fatto di venire qui e scrivere con 100 nick diversi. Cosa non vera e lo sai meglio di me)



41. Davide Maggio ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 20:51

osservatore: e insisti. Datti pace. Non ti do ragione su questo punto. E ricorda anche che le persone come te sono quelle che poi alle urne fanno vincere Berlusconi.



42. elodie ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 21:57

Critico e Nina: trovo abbastanza squallido che mi tiriate in ballo, ma se penso alla vostra tendenza a provocare si spiega tutto. Comunque, se ho smesso di commentare l’articolo di ieri è perché non si andava più da nessuna parte… Tu, Critico, fai addirittura finta di non capire che quel che trovavo ingiusto non era il legittimo attacco ad una giornalista, ma i volgari (insisto) attacchi alla Innocenzi-persona (non professionista), a cui fra l’altro si augurava che tornasse nell’anonimato… ma che modo di parlare è? Perché quella cattiveria e quella bassezza?
Il mio discorso è stato articolato e fin troppo lungo. Trovi nei miei commenti tutte le spiegazioni che ti servono per comprenderlo… ma “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”, quindi continui a non voler cogliere quei punti su cui dovremmo essere tutti d’accordo, trasferendo la conversazione su altri piani: quello degli attacchi personali, della politica fatta di slogan, ecc. E io mi fermo qui.



43. Nina ha scritto:

18 gennaio 2013 alle 23:29

Visto che si “parla” in pubblico non c’è niente di squallido nel commentare gli attacchi provocatori, questi sì, di qualcuno. Il quale parte in quarta qualificando come volgari i commenti degli altri. Comunque è vero non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, visto che, ripeto, l’attacco non era alla persona ma alla giornalista incapace che non merita quel posto. Tirare in ballo tronisti ecc. è assurdo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.