15
maggio

UNA GRANDE FAMIGLIA: EDOARDO E’ VIVO MA L’AZIENDA E’ IN PERICOLO. COSA SUCCEDERA’ NELLA SECONDA STAGIONE?

Una Grande Famiglia

Una Grande Famiglia

Terremoto a Villa Rengoni. Nell’ultima puntata di Una Grande Famiglia sono magicamente ricomparsi i 20 milioni di euro che Edoardo, l’erede dell’azienda di famiglia, aveva fatto sparire per dei motivi tutt’altro che noti. L’azienda è quindi “salva” dal fallimento, Raoul finalmente può coronare l’amore della vita con Chiara, Nicolò ha fatto serenamente outing, la madre Laura ha capito e accettato le scelte del figlio, Nicoletta si sposa con il “figlio dei cessi” Ruggero e durante i festeggiamenti per la lieta notizia sull’azienda proprio Edoardo, dato per morto dopo l’incidente aereo, risorge e torna, nello stupore generale, nella vita della grande famiglia di Rai1. E tutti vissero felici e contenti.

E invece no, perché gli autori della fiction dell’anno si sono ben guardati dal giocarsi tutte le carte a disposizione. Edoardo è tornato ma non ha buone notizie: “Siamo ancora in pericolo” ha rivelato sul finale alla famiglia pietrificata. Cosa succederà dunque in un’eventuale seconda stagione? RaiFiction ha tutte le intenzioni di cavalcare il fenomeno e le riprese dovrebbero iniziare già tra un mese, mentre la messa in onda sarà presumibilmente nel 2013.

La storyline si farà ora ancora più interessante. E’ chiaro che bisognerà capire cosa ha combinato il figlio più grande, i motivi che lo hanno portato a simulare un incidente e sparire per mesi, lasciando moglie e figli a carico degli anziani genitori, e perchè i Rengoni sono ancora in pericolo. Ma soprattutto sarà interessante scoprire quale ruolo hanno Serafina, la segretaria storica dei Rengoni, e l’interlocutore misterioso, i veri burattinai degli affari aziendali – rimasti sapientemente nell’ombra. Agiscono per l’azienda o contro di essa? E quale rapporto li lega ad Edoardo?

Il ritorno di Edoardo però non avrà solo conseguenze sulla Rengoni, ma anche sui rapporti all’interno del nucleo familiare. Raoul era finalmente riuscito ad aprirsi a Chiara, la vedova di Edo, ed era pronto ad iniziare una nuova vita al suo fianco, e al fianco del loro futuro bambino (di cui comunque ancora non è a conoscenza), come d’altronde aveva sempre sognato. Ma con il ritorno del fratello pare scontato che Chiara, già sorridente nel rivedere il marito, tornerà felicemente tra le sue braccia. Ma terranno banco probabilmente anche il matrimonio di Nicoletta e Ruggero e la nuova vita di Laura, che ha deciso di ricominciare da zero tornando alle sue origini. Insomma, tutti i problemi, le storie, gli eventi, i drammi tipici di… una grande famiglia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Cesare Bocci Una grande famigli
UNA GRANDE FAMIGLIA 2: LE REPLICHE IN VISTA DELL’ARRIVO DI CESARE BOCCI E VALERIA SOLARINO


Una Grande Famiglia 15
UNA GRANDE FAMIGLIA: ULTIMA PUNTATA DAL FINALE INASPETTATO, IN ATTESA DELLA SECONDA STAGIONE


Bruno Vespa
Porta a Porta: Bruno Vespa riparte da Salvini e Zingaretti. Il premier Conte rimanda


La Vita in Diretta 2019/2020
Rai 1, senza Il Paradiso si allungano Vieni da Me e La Vita in Diretta

33 Commenti dei lettori »

1. emy ha scritto:

15 maggio 2012 alle 09:29

serie fantastica recitata e scritta bene..
finale prevedibile ma comunque da pelle d’oca..

Ma la seconda stagione ancora non è prevista? nemmeno dopo il grande successo che ha avuto? spero arrivi presto perchè sono proprio curiosa di sapere cosa si sono tenuti nel cassetto gli autori per giustificare la sparizione e riapparizione di soldi ed Edoardo



2. Ben Informato ha scritto:

15 maggio 2012 alle 09:53

“RaiFiction ha tutte le intenzioni di cavalcare il fenomeno e le riprese dovrebbero iniziare già tra un mese, mentre la messa in onda sarà presumibilmente nel 2013.”

Ahahahaha Svegliaaaaaaaaaaaaaaa! Cotroneo e soci non hanno scritto ancora mezza riga e non sanno come c…. risolvere la seconda stagione perché non si aspettavano minimamente il successo che hanno avuto.
Riprese tra un mese? E su quale pianeta? Altra panzana che hanno messo in giro nella speranza che nel prossimo Piano Rai “Una Grande famiglia 2″ sia finanziata.
Con quali attori? Con quale regista?

Ripeto: svegliatevi!



3. marco furga ha scritto:

15 maggio 2012 alle 09:54

certo che urge la seconda serie! Ieri sera pensavo avessero troncato la puntata lasciandola così senza finale!!! Potevano almenno svelare gli intrighi e i motivi che hanno condotto edoardo a sparire per poi ricomparire così all’improvviso, e soprattutto si poteva chiarire almeno un pò di più la posizione di serafina e dell’uomo misterioso. Bah! dopo sei puntate il finale è stato un pò deludente…dover aspettare la prossima stagione per capire il finale mi sembra un pò troppo!



4. Claudio ha scritto:

15 maggio 2012 alle 10:07

Ma è ovvio che ci sarà INA seconda stagione…
Bel finale cmq, molto all’americana! In Italia si è abituato a concludere sempre tutto, ma così è più interessante!



5. emanuele ha scritto:

15 maggio 2012 alle 10:34

che dire…il finale di ieri sera è stato a dir poco scioccante!….praticamente un finale ” apertissimo” che offre molti spunti per la seconda serie…..

ci sono ancora troppi interrogativi da risolvere e dubbi!…

bellissima fiction…mi ha tenuto incollato per 6 puntate come non succedeva da molto tempo!



6. limone ha scritto:

15 maggio 2012 alle 10:35

Claudio, beato te che la pensi così, io invece sono rimasta molto molto delusa … per me i film e gli sceneggiati si giudicano proprio dal finale, scusa ma una sceneggiatura cosi’ la scrivo anch’io !!! Magari ci metto dentro anche gli extraterrestri, la Spectra e la Dharma, poi alla fine non tiro le fila di nulla ma va bene perchè così fanno gli americani … ?!

Guarda Lost .. hanno preso in giro gli spettatori per anni promettendo un finale sconvolgente, poi siccome non sapevano piu’ come risolvere tutto il delirio che avevano messo in piedi sono arrivati alla follia pura … certo che se trovano gli spettatori che scambiano le prese per i fondelli col genio, fanno anche bene … Io temo che abbia ragione Ben Informato.



7. emanuele ha scritto:

15 maggio 2012 alle 10:35

cmq un finale insolito per una fiction italiana!…



8. pedro dv ha scritto:

15 maggio 2012 alle 10:56

serie fantastica…molto americana…e il modo con cui sono trattati certi temi come l’omosessualità è stato davvero toccante…cotroneo (già genio in tutti pazzi per amore) ha già detto che è in scrittura la seconda stagione che le riprese iniziano quest’estate e del noce ha già detto che sarà prodotta… più di così che volete? e poi finita di dare i telespettatori x deficienti se hanno fatto una media di 7 milioni un motivo ci sarà o no? nella tv di oggi 7 milioni non sono per niente pochi!!!



9. limone ha scritto:

15 maggio 2012 alle 11:08

pedro tra i 7 milioni ci sono anch’io ma proprio perche’ sono rimasta incollata per sei settimane alla sedia avrei gradito anche qualche spiegazione … non dico tutto, ma qualcosa !!
come è stato detto in un altro post il finale non è aperto ma monco, che è diverso … che Edoardo non era morto si sapeva, la sceneggiatura ce lo aveva fatto ampiamente capire, ma perche’ la messinscena? che ruolo ha avuto Serafina? e i suoi contatti misteriosi? dover aspettare un anno per saperlo mi pare davvero troppo !!



10. matty :-) ha scritto:

15 maggio 2012 alle 11:12

Veramente bella fiction!! si puo’ dire anche diversa dalle altre.. A me venivano i brividi nelle scene in cui appariva edoardo (nascosto nel buio) con il figlio.
Speriamo proprio ci sia una seconda serie ancor piu’ intrigante della prima :-)



11. Luigi ha scritto:

15 maggio 2012 alle 11:18

Concordo con 6. limone. Che significa “all’americana”? Vorrei dare agli autori un bel libro giallo di 600 pagine che si conclude con “siamo ancora in pericolo” senza spiegare niente e poi dirgli, non ti preoccupare, tanto un giorno ti scrivo il seguito. Peccato che di solito il seguito è sempre più deludente, quindi figuriamoci come sarà… Si inventeranno quattro cavolate per gli allocchi che continueranno a vederlo. Qua non si tratta di finale aperto, ma di assenza di finale! Un conto è una serie leggera com “Tutti pazzi per amore”, un conto è un giallo. Io Lost, quando alla seconda stagione capii che mi stavano prendendo in giro, non lo vidi più. E farò così anche per questo.

Un discorso a parte è la pessima consuetudine in casa Rai di allungare il brodo per n puntate, per poi concludere tutto “all’acqua di rose” nell’ultima mezz’ora: i soldi che compaiono magicamente, la madre che accetta il figlio anche se era addirittura contraria a concedere il divorzio, la moglie incinta, Nicoletta che decide di sposarsi con uno che ha perso di vista per dieci anni e ha appena ritrovato dopo una lunga relazione, ecc… Così le sceneggiature le sappiamo scrivere tutti! Autori, per piacere leggete qualche romanzo della tradizione letteraria!



12. limone ha scritto:

15 maggio 2012 alle 11:23

Va bene, evidentemente sono antica io che sono rimasta alla struttura della tragedia greca dove gli episodi avevano sempre il loro esodo, ovvero la loro fine ben precisa, e queste storie che hanno il capo ma non la coda mi lasciano l’amaro in bocca.

Registro come nota positiva che per ora nessuno ha ancora tirato fuori Brothers&Sisters …. :D



13. francesco ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:04

fatemi capire..uno guarda una fiction per 6 puntate..aspetta l’ultima per capire il tutto..e poi la fiction finisce come una qualsiasi puntata di soap opera lasciando TUTTO aperto!?!?!? Un finale veramente assurdo..di solito il finale svela tutto e lascia una porta aperta..qui invece non ha svelato niente e ha lasciato aperto un portone intero..!GRANDE DELUSIONE..e se andava male e non si faceva la seconda stagione tutti gli spettatori se la prendevano in quel posto..sceneggiatori da mandare in galera!



14. lulu ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:05

E stata una delle piu belle fiction di Rai 1. Bello il cast belle le location bravi gli sceneggiatori ed il regista . Belli sopprattutto Giorgio Marchesi (Raul Rengoni) Lino Guanciale (Ruggero) e Sara Felderbaum(Nicoletta Rengoni). Ma quando mai Mediaset può trasmettere una cosi bella storia con attori solo di bella presenza?



15. Pippo76 ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:06

I telespettatori di Rai Uno vogliono che gli si spieghi tutto in dettaglio per filo e per segno.
Questi finali non fanno per loro. Anzi, prossima volta mettessero un cartellone con tanto di spiegazioni, freccette almeno capiscono qualcosa.
Vero, gli ammmercani sono più avanti. Basta vedere che finale di m. hanno scelto per Lost o serie interrotte senza mezzo finale perchè non più finanziate con un’altra stagione.
Potevano scegliere di dare più indicazioni su Serafina, l’uomo misterioso, i perchè..ma con un’altra stagione hanno scelto diversamente.
Meglio questa Fiction dei Don Babbeo e dei misteri capibili dopo 5 minuti



16. Pippo76 ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:08

francesco
hahaha
Lost, migliore Fiction del secolo secondo alcuni.
Ricordi il finale della prima stagione che non SPIEGAVA NULLA????????
Tutto aperto… con la sorpesa finale come ieri sera.
Ma di che vi meravigliate???



17. Pippo76 ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:09

( e la prima Stagione di Lost era eccezionale davvero)



18. sidus ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:12

bella fiction…….o introduzione alla fiction……visto che abbiamo assistito ad un qualcosa di cui non abbiamo capito il senso……magari se qualcuno ce lo vuole spiegare…….



19. Vince ha scritto:

15 maggio 2012 alle 12:45

Posso dire la mia?
Questa fiction è stata una grande paraculata (e non parlo degli scultorei glutei di Raul)!!!

Inventarsi trame assurde e poi non dare un minimo di senso logico al tutto vuol dire prendere per i fondelli gli spettatori.
Ma evidentemente Lost deve aver fatto scuola!



20. Antonio ha scritto:

15 maggio 2012 alle 13:01

Secondo me hanno attinto moltissimo dalla serie tv Brothers and Sisters. Direi quasi un plagio. E gli autori non si sono nemmeno presi la briga di cambiare il nome della matriarca. Detto ciò è sorprendente che sia proprio una fiction Rai ad azzardare un “cliffhanger” in una fiction destinata ad un pubblico non giovane.



21. Ben Informato ha scritto:

15 maggio 2012 alle 14:43

E’ vero che hanno fatto 7 milioni di spettatori. Questo dimostra che la tv italiana non è in fin di vita, ma morta e stramorta e che al peggio non ci sarà mai fine.
Qua non si tratta di dare un finale decente, cioè quantomeno spiegare perché il personaggio di Gassman e fuggito, con quali ragioni, dove si è nascosto, etc. etc. etc. Quello sarebbe il minimo in una serie sensata, che poi si poteva rilanciare in altri modi (magari facendo morire Gassman? tanto cmq non avranno i soldi per farlo tornare nella 2a stagione).
Qua si tratta proprio di 6 puntate in cui non succede una ceppa, ma che il pubblico si è visto perché c’erano la Sandrelli la Rocca e le chiappe di Marchesi. Bene così.



22. Vince ha scritto:

15 maggio 2012 alle 16:02

La realtà che supera la fiction: l’Osservatorio Tv del Codacons farà un esposto all’Autorità perchè “Una grande famiglia” é ingannevole perché non dà risposte.

Mi sa che presto Edoardo Rengoni finirà in galera.
:-)



23. limone ha scritto:

15 maggio 2012 alle 17:12

Bè per una volta sono d’accordo con il Codacons! :-) Effettivamente un finale così è una presa in giro, altro che american genius!!
A me la fiction è paiciuta moltissimo e i commenti che ho scritto qua sopra lo testimoniano, ma proprio per questo non ti possono imbrogliare così sul finale, dai …



24. limone ha scritto:

15 maggio 2012 alle 17:20

@Luigi: sulle cattive abitudine in casa rai hai proprio ragione! Quando ero piccola e guardavamo quei lunghi sceneggiati a puntate tutti insieme sul divano, ricordo che invariabilmente alla fine dell’ultima puntata mia madre si sdegnava, e ogni volta ripeteva la stessa frase: “ecco, lo sapevo!! prima non fanno che metterti carne al fuoco per settimane e settimane, poi in cinque minuti alla fine risolvono tutto con quattro scemate e non ti spiegano niente !!!!” … gliel’ho sentito ripetere per anni, e ogni volta le rispondevo “ma mamma, e’ finzione, dai, non puoi aspettarti una logica stringente …”… però aveva ragione lei in effetti, ore e ore di misteri e drammi familiari e poi negli ultimi 5 minuti scoprono tutti di volersi tanto bene. Veramente incredibile poi la madre che non prende a randellate un figlio che si è finto morto … !!!!! Io lo farei.



25. Daniele Pasquini ha scritto:

15 maggio 2012 alle 19:58

Basta con queste sterili polemiche.
Gli sceneggiatori fanno quello che credono più giusto fare, e a me è sembrato azzecatissimo non rivelare pressocchè nulla. Meglio tenere alta la tensione e la suspance.

Caro Beninformato, sul fatto che il successo non fosse previsto siamo d’accordo, ma RaiFiction e Rai in generale non possono permettersi soprattutto ora di rinunciare ad un prodotto da 7 milioni di spettatori. Di certo Magnolia non ha bisogno di pregare nessuno, nè convincere la Direzione di inserire in extremis la seconda stagione, al massimo il contrario. Vedrai che nei prossimi CdA verrà aggiornato il Piano Fiction, sono pressoché obbligati a farlo



26. Daniele Pasquini ha scritto:

15 maggio 2012 alle 20:01

Imbrogliare? Ma una volta tanto che pensano ad un progetto sul lungo termine sullo stile americano, che si snoda in più stagioni, voi state pure a dire “ecco, stanno imbrogliando”? Ma menomale che lo hanno fatto, finalmente.



27. Ben Informato ha scritto:

15 maggio 2012 alle 20:11

Caro Pasquini,
ti invito a riflettere sul fatto che una serie tv non si scrive in 26 giorni. Che quindi l’articolo firmato da te qui abbocca alla grande alle tro..te di uno sceneggiatore di nome, che approfitta del fatto che il pubblico non conosce la materia del contendere per dire cose che al momento non ci sono.
Non esiste alcuna sceneggiatura, tantomeno un piano di produzione necessario per girare entro un mese, o persino tre. Giustamente, dico io, visto che non è stato pagato alcunché dalla Rai, e Magnolia non ha 8 milioni di euro da investire a fondo perduto.
Magnolia non ha bisogno di pregare? Ahahah ma in che universo vivi? Chiedi in giro, vedrai…
Ps: voglio proprio vedere come rifaranno una serie del genere con meno soldi e senza metà cast ihihi reciterà Cotroneo? eheh



28. Daniele Pasquini ha scritto:

15 maggio 2012 alle 20:52

Ben Informato
Mi pare di aver capito che gran parte del cast, che ha fatto il giro delle sette chiese (tra giornali e tv) in queste settimane, ha tutte le intenzioni di girare la seconda stagione (evidentemente è un complotto, si sono tutti messi d’accordo per contratto). Ovviamente una sceneggiatura non si può (e non si deve) scrivere in 30 giorni, ma è anche vero che – vista la storyline di questa prima stagione – mi pare di aver capito che le idee sono già molto chiare, se non addirittura abbozzate.
Non mi interessa propriamente cosa fa Magnolia nè mi interessa cosa fanno Cotroneo e Milani – che non mi sembrano gli ultimi arrivati con il bisogno di elemosinare – darei invece per scontato che Rai non può rinunciare a 7 milioni di spettatori di questi tempi. Non c’è nel Piano di Produzione 2012? Mi pare ovvio, visto che è andata in onda dopo l’approvazione del CdA. Mi parrebbe un’assurdità rinnovare sulla fiducia, come stava accadendo con Nero Wolfe.
Se le riprese partiranno a giugno o ad ottobre sai che importa. Le riprese della prima non sono affatto durate tanto. Ma anche su questo probabilmente avrai da smentirmi.

PS: I Piani Fiction, visto che sei così esperto, si aggiornano. Non sarebbe la prima volta.



29. Laura ha scritto:

16 maggio 2012 alle 02:19

A me sta fiction è piaciuta tantissimo! e pure il finalone apertissimo, una cosa insolita oltretutto per le serie italiane!
Bravissimo Gianni Cavina, attore che conoscevo poco, la solita Piera Degli Esposti che riesce sempre a essere credibile qualsiasi cosa interpreti,Sonia Bergamasco,e il gruppo dei giovani, davvero tutti carini e bravi, finalmente non il solito branco di tronisti sbarcato sul set di una fiction!mi è piaciuta un pò meno la Sandrelli che mi è parsa troppo monocorde e svanita.
Oltre ai glutei di Marchesi ci metterei anche Alessandro Gassmann tutto intero, quanto a figaggine!un attore interessante(e pure carino!) che non conoscevo è quello che interpreta “il figlio dei cessi”, ruolo non di primissimo piano ma si faceva notare, spero che gli diano più spazio(una joint venture tra il mobilificio Rengoni e “l’impero dei cessi”?!).
Insomma, l’ho seguita molto volentieri sta fiction, spaparanzata sul divano con tanto di generi di conforto, e mi è piaciuto anche il finalone apertissimo e spiazzante!che Edoardo fosse vivo un pò si era intuito, ma non avevo mai visto una fiction italiana finire così!almeno non è il solito Don Matteo, dove capisci chi è l’assassino prima ancora che inizi la sigla!Beh, se rifanno la seconda serie e la rifanno coinvolgente come questa sarò ben contenta di vedere come si svilupperanno le cose…che pericolo corrono i Rengoni…come farà Raul a non strangolare il fratello ora che stava per riprendersi l’amata cognatina…il figlio dell’amata cognatina…le nozze tra Nicoletta e il “figlio dei cessi”… :)



30. limone ha scritto:

16 maggio 2012 alle 08:16

Come dico spesso sono un pò antica ma ho sempre pensato che si possano rispettare le opinioni di tutti, se espresse con educazione e senza offendere nessuno. Le prime puntate della fiction mi sono piaciute moltissimo e mi sono spolmonata a ripeterlo, purtroppo le ultime due mi hanno deluso molto e da quello che leggo in rete non sono la sola.

Potrei dirti che di scrittura e di tv ne so un pochino e che un finale aperto è cosa diversa da un non-finale (come un’opinione è cosa diversa da una sterile polemica). L’inizio e la fine sono sempre le parti più impegnative da scrivere, in un pezzo giornalistico come in un libro o in una sceneggiatura, ma negli ultimi due casi hanno ancora più importanza perché poi il finale è quello che il lettore/spettatore ricorda e che dà (o dovrebbe dare) il senso a tutto quello che è preceduto.
Si possono lasciare in sospeso situazioni sentimentali, familiari, il futuro di una coppia o dell’azienda, ma laddove inserisci tutti gli elementi propri di un giallo, almeno a quegli elementi una risposta la devi dare, e non ne va solo dello stilema classico del giallo ma anche del rispetto verso chi ti ha seguito per sei settimane col fiato sospeso e torna di corsa a casa a vedere l’ultima puntata attendendo con ansia le risposte ai misteri sparsi a piene mani nelle settimane precedenti (persino il test del DNA farlocco!).

Tuttavia, non è questo il punto. Il punto è che io non sono qui per confutare le opinioni di nessuno, men che meno per insegnare qualcosa o pretendere che le mie tesi siano quelle giuste e le altre no. Le mie qua sopra non hanno altra pretesa che di essere personali e opinabilissime opinioni, magari anche sciocche, ma trovandomi su un blog che parla di tv pensavo di poterle esprimere tranquillamente e liberamente, e se non qui, dove? Se invece così non è, non date nemmeno ai lettori la possibilità di commentare gli articoli.



31. Luigi ha scritto:

16 maggio 2012 alle 16:12

Volete la fiction all’americana? Benissimo. Però per cortesia nelle pubblicità e nella prima puntata dite chiaramente “questa è una fiction all’americana: ci sarà una seconda stagione” di modo che, chi non sia interessato, può evitare di vedersi n puntate senza finale. Invece guarda caso dicono sempre “domenica e lunedì” e non ti dicono che ci sono altre 90 puntate (che non bastano). Io non sono abituato ad andare in rete per informarmi prima di quanto duri una serie e puntualmente ci casco. Poi trovo sbagliato mandare in onda una puntata alla settimana, quando la trama è costituita da eventi collegati (non tipo “Don Matteo”). Invece di trasmettere contemporaneamente 3 fiction, non sarebbe meglio mandarle in onda una alla volta?

Quanto ai 26 giorni per la seconda stagione, se la fanno come questa ne bastano 4. E per chi spera nel matrimonio tra Nicoletta e Ruggero, sono sicuro che litigheranno, si lasceranno e poi faranno pace alla fine della seconda stagione, come in tutte le fiction.



32. Luigi ha scritto:

16 maggio 2012 alle 16:18

E poi scusate: ma quando sarebbero andati in albergo in pensione completa Raoul e Chiara? Me lo sono perso io o se lo sono inventato? Come avrebbe fatto lei con due figli a sparire per un giorno intero senza dare spiegazioni e in coincidenza della partenza di lui?

Che bella sceneggiatura!



33. marina ha scritto:

30 maggio 2013 alle 17:38

x me finale deludente e soprattutto mi ero appassionata alla storia d’amore tra Chiara e Raoul ed ora cosa succederà? spero tanto ke formino una coppia loro due anke rkè c’è un bimbo! sarebbe ancor più deludente vedere Chiara ke torna con il marito!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.