9
marzo

Covid, Giandotti e Panella conducono da casa. A un anno dal primo lockdown, la TV rispecchia il Paese

UnoMattina, Monica Giandotti

Ad un anno esatto dall’introduzione del primo lockdown – era il 9 marzo 2020 – quasi ci risiamo. Tira aria di nuove restrizioni anti-contagio e anche il piccolo schermo si conferma un fedele specchio del Paese reale. Attualmente, infatti, ben due programmi d’approfondimento stanno andando in onda con un conduttore in isolamento fiduciario, misura necessaria a seguito di un contatto con una persona positiva.

Ci riferiamo ad Uno Mattina e Tagadà. Da ieri, le conduttrici Monica Giandotti (che guida la trasmissione mattutina di Rai1 assieme a Marco Frittella) e Tiziana Panella (volto di La7) lavorano da casa propria, collegate in diretta dal loro computer. E continueranno a farlo per almeno una settimana, tempo necessario a scongiurare il rischio di un contagio.

Sono a casa per aver avuto un contatto con una persona poi risultata positiva. Può succedere facendo il nostro lavoro: molti italiani lo sanno. Per il momento sto bene, però per un po’ dovremo vederci in queste condizioni

aveva spiegato ieri mattina la Giandotti, che ha iniziato quindi la nuova settimana sperimentando ancora un tandem tra la propria casa e lo studio di Rai1, dove è rimasto invece Frittella. Già nei mesi scorsi, infatti, la giornalista aveva dovuto lasciare la conduzione in presenza per il medesimo motivo.

Analoga disavventura per Tiziana Panella, la quale tuttavia ha raggiunto – suo malgrado – un piccolo record: quello di due isolamenti fiduciari consecutivi. La giornalista, infatti, già a fine febbraio era stata costretta a condurre da casa dopo aver avuto contatti con una persona positiva. Il ripetersi di tale circostanza (proprio mentre la prima ‘quarantena’ si era ormai conclusa) ha però obbligato la conduttrice a rimanere a casa nuovamente.

Sia io che mia figlia eravamo negative, la gioia di tornare alla normalità era autentica. Solo che poi abbiamo scoperto che la giovane donna che vive e lavora a casa nostra era purtroppo positiva. Questo ha significato, come nel gioco dell’oca, ripartire dalla casella di partenza, cioè ri-iniziare la quarantena“.

Come già accaduto in precedenza, anche la giornalista di La7 ha potuto contare sul supporto dallo studio del collega Alessio Orsingher.

Ad un anno dalle prime misure restrittive, insomma, la situazione non sembra poi così cambiata. Anche in tv. Proprio nei giorni scorsi, al termine di un Festival di Sanremo blindatissimo sul fronte sanitario, vi davamo la notizia di alcune defezioni alla puntata sanremese di Domenica In per il tracciamento Rai dei contatti con un positivo al Covid.



Articoli che potrebbero interessarti


Tiziana Panella
Allerta Covid, salta «Tagadà» per un sospetto positivo


Tiziana Panella, Tagadà
Tagadà, Tiziana Panella torna dalla quarantena: «Mi hanno liberata prima, c’era un falso positivo» – Video


Tagadà, Tiziana Panella e Alessio Orsingher
Tagadà, Tiziana Panella in quarantena fiduciaria. «E’ successo, ma sto bene»


Giandotti e Frittella - Unomattina
Unomattina, saluti finali per Giandotti e Frittella: grazie a tutti (meno due!)

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.