27
ottobre

Sanremo 2021, Amadeus: «A gennaio valuteremo la situazione». Intanto arriva AmaSanremo

Amadeus, AmaSanremo

La marcia di avvicinamento al Festival 2021 - confermato dal 2 al 6 marzo, Covid permettendo – inizia il 29 ottobre in tv. Per cinque giovedì consecutivi, alle 22.45, su Rai1 andrà in onda AmaSanremo, il nuovo progetto con cui – tra 20 partecipanti – verranno selezionati i 4 finalisti della categoria sanremese delle Nuove Proposte. “Non volevo un programma televisivo classico ma una sorta di club” ha spiegato stamane il conduttore , presentando la trasmissione in conferenza stampa. 

AmaSanremo, giuria e meccanismo delle puntate

Il meccanismo dello show è in parte già noto: in ogni puntata, AmaSanremo ospiterà quattro Giovani che saranno votati dalla Giuria Televisiva, dal Televoto e dalla Commissione Musicale. I due che otterranno il punteggio più alto passeranno il turno e accederanno alla serata finale. La suddetta giuria tv sarà composta da Piero Pelù, Luca Barbarossa, Beatrice Venezi e – attenzione – Morgan. I quattro talenti che si esibiranno nella puntata d’esordio saranno M.E.R.L.O.T, Gavio, Ginevra e Wrongonyou.

AmaSanremo, ospiti

In ogni appuntamento di AmaSanremo ci sarà un ospite musicale che avrà un’attinenza con il Festival. Arisa sarà la protagonista della prima puntata; seguiranno Rocco Hunt, Marco Masini e Leo Gassmann (vincitore di Sanremo Giovani 2020). Nel cast ci saranno poi le presenze fisse di Riccardo Rossi, che condividerà alcuni aneddoti sul Festival, ed Ema Stokholma, la quale apparirà in video e sarà anche la voce della diretta in contemporanea su Radio2.

AmaSanremo è una cosa mai accaduta in 70 anni di Festival. Il successo di un Festival parte sempre dai giovani e questo è vero e proprio servizio pubblico. Fare cinque seconde serate, che in realtà saranno cinque prime serate, è un atto di responsabilità e di innovazione. Lo faremo senza preoccuparci degli ascolti

ha affermato Amadeus, che personalmente ha contribuito a scegliere i 20 talenti ammessi allo show televisivo a seguito delle audizioni live tenutesi a inizio ottobre. Sulla questione ascolti, anche il direttore di Rai1 Stefano Coletta ha detto la propria, ribadendo che “davanti ad operazioni di questo genere” non sono un elemento al primo posto, ma facendo notare al contempo che lo show andrà in onda dopo la fortunatissima serie Doc – Nelle tue mani.

Sanremo 2021, Amadeus: “A gennaio valuteremo”

Le rassicurazioni più significative, però, sono state quelle fornite da Amadeus sulla realizzazione del Festival di Sanremo 2021, accompagnata purtroppo dall’incognita Covid e dalle poco rassicuranti notizie sanitarie. Il conduttore, al riguardo, ha affermato:

Ora non stiamo pensando al pubblico in teatro. Pensiamo a fare Sanremo dal 2 al 6 marzo in totale sicurezza. A gennaio capiremo e valuteremo qual è la situazione reale in quel momento. Sarà un Sanremo di positività, non un Sanremo dimesso“.

Sanremo 2021, Coletta: “Ci sarà”

Parole a cui si è ricollegato poi il direttore di Rai1:

Ribadisco che il Festival ci sarà. Stiamo lavorando sulla parte editoriale. La scenografia è già approvata, il timing rispettato. Per quanto riguarda tutti gli altri elementi, li valuteremo nel periodo in cui sono stati sempre valutati“.

Coletta ha però bollato come “irrazionale” e dunque prematura ogni valutazione sul pubblico in sala all’Ariston. Per ora, in tema Festival, la certezza più prossima è un’altra: il 17 dicembre dal Casinò della Città dei Fiori andrà in onda la finalissima di AmaSanremo. Nella stessa occasione, Amadeus annuncerà i 20 big del prossimo Festival.



Articoli che potrebbero interessarti


AmaSanremo
AmaSanremo: i 10 finalisti


AmaSanremo, commissione
Sanremo Giovani: ecco i 20 semifinalisti in gara ad Ama Sanremo. Fuori Francesco Monte


Ama Sanremo
Sanremo Giovani: Piero Pelù, Luca Barbarossa e la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi nella giuria di AmaSanremo


Amadeus e Stefano Coletta
Sanremo 2021, Coletta rassicura: il Festival ci sarà!

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.