20
aprile

Palinsesti Canale 5: tutte le serie in arrivo prossimamente in prima serata

La Cattedrale del Mare

La Cattedrale del Mare

Il blocco totale imposto dall’emergenza Coronavirus ha “spinto” Canale 5 a guardare oltre l’Italia. Con lo stop all’intrattenimento e la decisione di rinviare le fiction originali in periodi floridi per la pubblicità, la rete ammiraglia Mediaset trasmetterà nei prime time delle prossime settimane ben sei produzioni di importazione in prima serata. Le proposte spazieranno tra il mercato francese, spagnolo e americano, senza scordarsi della Turchia, che ha già portato fortuna al Biscione grazie a Cherry Season – La Stagione del Cuore e Bitter Sweet – Ingredienti d’Amore.

Già pubblicizzate dai promo sono la spagnola La Cattedrale del Mare e la francese L’Ora Della Verità. La produzione iberica, in onda prossimamente, è tratta dall’omonimo best seller di Ildefonso Farcones ed è ambientata all’epoca dell’Inquisizione, ossia nella Barcellona del XIV secolo. La serie – disponibile anche su Netflix – è andata in onda su Antena 3 nel 2018 e, nel corso delle 8 puntate, toccherà vari temi, tra cui il contrasto tra ricchezza e povertà. La costruzione di un’imponente cattedrale scorre in parallelo con l’esistenza di un servo della gleba, Arnau Estanyol, un uomo alla ricerca della propria emancipazione dalla condizione di umile fuggitivo.

L’Ora della Verità, trasmessa da TF1 e liberamente ispirata dal best seller Le temps est assassin di Michel Bussi, è una saga contemporanea, ambientata in Corsica, che segue le vicende di tre donne apparentemente diverse l’una dall’altra. Oltre all’italiana Caterina Murino, il cast sarà composto anche da Mathilde Seigner, Jenifer Bartoli e Gregory Fitoussi.

Tra le nuove proposte ci sarà anche Council of Dads, adattamento televisivo prodotto da NBC dell’omonimo romanzo di Bruce Feiler. Protagonista della storia sarà l’attore Tom Everett Scott, che si calerà nei panni di Scott Perry. Quest’ultimo, per via di alcuni problemi legati alle dipendenze, dovrà contare sull’appoggio dell’amico e sponsor degli Alcolisti Anonimi Larry (Michael O’Neill), ma interagirà parecchio anche con Anthony (Clive Standen) e Oliver (J. August Richards), chirurgo e migliore amico della moglie. La produzione della serie è stata affidata a Joan Rater, che ha all’attivo nel suo curriculum quella di grandi film come Flashdance, Top Gun, Armageddon e la saga dei Pirati dei Caraibi; per la tv ha curato invece CSI.

La fiction tedesca At Home in The Mountains (titolo provvisorio) – titolo originale Daheim in Den Bergen – racconta di una faida familiare decennale; nello specifico, i telespettatori avranno modo di familiarizzare con il conflitto di Sebastian, il quale non riuscirà a perdonare l’amico Lorenz per aver causato la morte accidentale del figlio. Come se non bastasse, i due uomini entreranno nuovamente in rotta di collisione per la gestione di un alpeggio. Da un lato Sebastian e Lorenz sembreranno così pronti a superare i loro dissapori, dall’altro i loro figli si opporranno alla riconciliazione, generando una serie di “imprevisti”.

Nei prossimi mesi arriverà anche il tempo di assistere alla seconda parte della seconda stagione di New Amsterdam, il medical drama NBC con protagonista il tormentato dottore Max Godwin (Ryan Eggold). Infine, gli amanti delle fiction turche potranno seguire Sisterhood (titolo provvisorio), incentrato su tre sorelle che scopriranno soltanto in età adulta, e in circostanze misteriose, il loro legame di parentela.



Articoli che potrebbero interessarti


Sisterhood (Sevgili Geçmiş)
Sisterhood: in arrivo su Canale 5 la fiction turca Sevgili Geçmiş


New Amsterdam
New Amsterdam: dopo il successo di The Good Doctor, arriva in prima serata su Canale 5 la serie su un medico ‘populista’


Temptation Island
Palinsesti Canale 5, giugno 2020: Temptation Island si farà, al via Fratelli Caputo


The Fix
The Fix: Canale 5 propone la serie tv ispirata dal caso O.J. Simpson

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.