27
gennaio

Elezioni regionali, Mentana sfotte Salvini: «Piange il citofono». Poi il siparietto con il candidato M5S

Enrico Mentana

Lo sfottò di è arrivato non appena le proiezioni elettorali hanno iniziato a profilare la vittoria di Stefano Bonaccini in Emilia Romagna. In diretta su La7, nell’ambito della consueta maratona tv, il giornalista ha ironizzato sul leader della Lega – la cui candidata stava iniziando a perdere terreno – alludendo alla sua tanto discussa mossa del citofono.

A solleticare il direttore battutista era stato il giornalista Marco Damilano, che, riferendosi ad una precedente affermazione dello stessa Mentana, aveva chiosato: “Se citofonando…“. Chiaro l’accenno al controverso gesto salviniano di citofonare, con le telecamere al seguito, ad un presunto spacciatore.

Galvanizzato dal calembour canoro, Mentana ha preso la palla al balzo e, parafrasando il titolo di un’altra canzone, ha commentato:

Lì semmai c’è un’altra canzone, perché io temo per lui che debba fare ‘Piange il citofono’“.

Poi il giornalista si è fatto più serio ed è passato alla valutazione dei primi dati in arrivo dai seggi, che iniziavano ad evidenziare un distacco tra Stefano Bonaccini, poi risultato vincitore, e la candidata leghista Lucia Borgonzoni.

Nel corso della notte, Mentana ha anche avuto un curioso scambio di battute con il candidato del Movimento Cinque Stelle, Simone Benini, che in collegamento lo ha simpaticamente rimbrottato per aver chiamato la sua regione con l’abbreviativo di “Emilia”.

Le ricordo che la regione si chiama Emilia Romagna. Io sono romagnolo e un po’ ci tengo. Diciamola per esteso, grazie, perché sennò solo Emilia…

ha affermato Benini. E il giornalista non si è fatto cogliere impreparato:

Ha perfettamente ragione. Lo abbiamo sempre detto, ma con l’età che avanza, io ho poco tempo e ho abbreviato, chiedo scusa. Adesso dico solo Romagna per pareggiare“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Maratona Mentana
Giuseppi, Mentana scherza sull’errore di Trump: «Gli americani primi per incapacità…»


Massimo Giletti
Maratona elezioni, Giletti parla di Lega e Rai. Mentana: «Tu sei parte in causa»


L'Aria che tira
La7, Myrta Merlino e la frecciata a Salvini: «Anche a lui non farebbe male stare di più in Parlamento» – Video


Corrado Formigli, Piazzapulita
Formigli difende Lerner: «Da Salvini attacco indecente». Il vicepremier: «Con lui e Fazio in tv, Lega al 52%»

2 Commenti dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

27 gennaio 2020 alle 15:55

Un Mentana schieratissimo quello di ieri notte, con cadute di stile come il commento nel titolo. Non sono fan di Salvini e non ho apprezzato neanche un pò la storiaccia del citofono, ciò non toglie che da un giornalista come Mentana ci si aspetterebbe maggiore obiettività. Ha dato pochissimo spazio alla vittoria schiacciante della candidata in Calabria, l’ha liquidata in trenta secondi per dare spazio a Zingaretti, ha tolto subito la parola a Tajani che rivendicava il risultato storico (prima donna presidente di regione al sud), e a chi sottolineava l’exploit di Forza Italia in Calabria rispondeva “si però in Emilia sono scomparsi”. Nemmeno una parola sul fatto che quello della Lega in Emilia sia comunque un risultato storico, che solo una mobilitazione della sinistra fuori dall’ordinario ha impedito che fosse anche vincente. Io che seguo e apprezzo l’informazione di La7 da sempre l’ho trovato molto deludente, tanto che da un certo punto in poi gli ho preferito Vespa. Non mi piace affatto la piega che sta prendendo La7, sempre più di parte. Ormai si salva solo Coffee Break.



2. Fabio ha scritto:

27 gennaio 2020 alle 16:52

Per i”non” fan consigliatissima la Preparazione H



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.