15
maggio

Rai1, caos e divergenze sui palinsesti estivi. Salta la conferenza stampa (e meno male!)

Teresa De Santis

Tutto fermo. Tutto in forse. E meno male, verrebbe da dire. La cancellazione della conferenza stampa di presentazione del daytime estivo di Rai1 – in programma per questa mattina e rinviata ex abrupto al 7 giugno prossimo – è un segno piuttosto eloquente che la programmazione messa a punto per la rete ammiraglia stia creando scompiglio a Viale Mazzini, dove l’AD Fabrizio Salini avrebbe avanzato più di qualche rilievo alla direttrice . Stando alle indiscrezioni, del resto, le scelte di quest’ultima per il periodo estivo risultano effettivamente discutibili.

Alcuni dei nomi circolati sinora per il daytime di Rai1 sono imbarazzanti, al punto da costringerci a sperare che non tutti siano destinati ad una conferma ufficiale. Secondo i rumors di stampa, la nuova programmazione prevederebbe (o avrebbe previsto) l’esterno Roberto Poletti, inviato Mediaset, autore di un libro su Salvini ed ex direttore di Radio Padania, catapultato alla guida di Unomattina Estate, affiancato da Valentina Bisti. La giornalista Monica Marangoni, campagna di Cristiano Ceresani, capo gabinetto del ministro leghista Lorenzo Fontana, e volto (sconosciuto ai più) di Rai Italia, alla conduzione del programma in onda alle 10, al posto di Quelle Brave Ragazze.

A Pierluigi Diaco, con la probabile partecipazione di Sandra Milo, affidato invece lo spazio immediatamente successivo al Tg1 delle 13.30. Poi, rullo di tamburi, Beppe Convertini (che pare sia gradito ai Cinquestelle) addirittura alla conduzione de La Vita in Diretta Estate (inizialmente affidata a Diaco) con Lisa Marzoli del Tg2. Da non dimenticare, infine, le indiscrezioni (commentate anche da Luigi Di Maio) sull’ex parlamentare Nunzia De Girolamo, come possibile conduttrice di Linea Verde Estate. Ma fanno sul serio? E non è (soltanto) una questione politica ma piuttosto di palese inadeguatezza o insensatezza della maggior parte dei nomi proposti.

Il cambiamento, se foriero di stimolanti sfide e di novità, è sempre apprezzato, ma se le premesse sono quelle sopra citate, meglio andarci piano o ripensarci proprio. E la frenata, guarda caso, c’è stata, alla vigilia di una conferenza stampa molto attesa a cui avrebbero dovuto prendere parte anche i nuovi volti del palinsesto. Proprio  su questi ultimi – riferiscono fonti giornalistiche – si sarebbero create divergenze tra la direttrice di Rai1 Teresa De Santis (considerata in quota Lega) e l’AD Salini, reputato più vicino ai Cinquestelle.

A far volare scintille tra i due, però, sarebbe stata, prima ancora e innanzitutto, la decisione di chiudere Che fuori tempo che fa con tre settimane d’anticipo. Una mossa partita da Rai1, di cui Salini sarebbe stato all’oscuro sino al momento del suo effettivo annuncio: ciò lo avrebbe molto irritato e spinto a chiedere chiarimenti ai direttori di Rai1 e del coordinamento editoriale palinsesti.

Il clima, insomma, era già molto teso, con lo stesso Salini costretto anche a subirsi gli sberleffi di Maurizio Crozza, che dagli schermi di Rai1 aveva commentato la chiusura di Che fuori tempo che fa così: “Ma l’AD è Salini o Salvini?. Le divergenze sulla programmazione estiva, in un momento già di per sé movimentato, sono state la (per certi versi provvidenziale) goccia che ha fatto traboccare il vaso.



Articoli che potrebbero interessarti


Carlo Freccero
Rai, nuovi direttori di rete: Teresa De Santis a Rai1, Carlo Freccero a Rai2, Stefano Coletta confermato a Rai3


Teresa De Santis
Teresa De Santis: «Il competitor ha investito milioni di euro sulla programmazione. Sfido chiunque ad accusarmi di aver tolto qualcuno per motivi politici»


Beppe Convertini
Rai1, i programmi della domenica mattina: Convertini e Muccitelli a Linea Verde, torna Paesi Che Vai con Livio Leonardi


Milo Infante
Rai, Salini nomina i project leader e sblocca i vicedirettori di Rai1. Tra loro, Milo Infante e Franco Di Mare

1 Commento dei lettori »

1. YleGi ha scritto:

16 maggio 2019 alle 12:25

Una serie di nomi allucinanti! Ma sono del tutto impazziti?!
Beppe Convertini più che ai 5stelle presumo sia gradito a Rocco Casalino, e ho detto tutto.
Monica Marangoni non sapevo fosse compagna di Ceresani. Ora mi spiego la sua diversamente incomprensibile presenza a UnoMattina in Famiglia. Bella è bella per carità, sembra anche bravina, ma dato che il programma ha già due conduttori non si capisce per quale motivo debba esserci quella mezzora in cui conduce anche lei.
La Rai disgraziatamente “pullula” di marchette di questo genere, e purtroppo il day time è zeppo di conduttrici che sono mogli/compagne/varieedeventuali di personaggi politici, spesso di centrodestra. Così assistiamo a fenomeni bizzarri come programmi del mattino dove improvvisamente sbucano rubriche, siparietti, e intermezzi vari condotti da terzi (terze), laddove già ci sono dei conduttori ufficiali. Mah.
Comunque il fenomeno più curioso di tutti è che qua sopra vengono ferocemente insultate solo le poche conduttrici Rai che non hanno un “pigmalione” che fa politica. Per la rubrica strano ma vero.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.