19
aprile

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (11-17/04/2016). PROMOSSI GIGI PROIETTI E MARCO CARTA, BOCCIATE CORTELLESI E BETTARINI

Belen Rodriguez

Promossi

9 a Gigi Proietti. Se a Tale e Quale Show il suo apporto non è risultato essenziale, per la fiction di Rai1 rimane una vera e propria garanzia. A 20 anni dal Maresciallo Rocca, l’attore capitolino, all’età di 75 anni, porta al successo Una Pallottola nel Cuore, fiction non originalissima che lo vede padroneggiare.

8 a Marco Carta. Se qualcuno sull’Isola dei Famosi si aspettava capricci e litigi da parte del cantante sardo sarà rimasto deluso. L’interprete de La Forza Mia, pur mostrando un certo carattere, si sta facendo apprezzare in Honduras. Solo all’inizio l’avremmo voluto più combattivo e in prima linea nel difendere il suo gruppo dagli attacchi.

7 a Fantozzi. L’immarcescibile saga del ragioniere, interpretato da Paolo Villaggio, ogni sabato sera, in prime time su Iris, supera l’1.5% di share. Comicità demenziale? Può darsi ma negli anni abbiamo visto di peggio e valutando il tutto, in un’ottica macro, abbiamo un affresco del costume italico che è stato.

6 a Lorenzo Branchetti, sostituto last minute di Antonella Clerici a La Prova del Cuoco. Il giovane conduttore ha dovuto fare di necessità virtù e c’è riuscito.

Bocciati

5 all’intervista di Belen Rodriguez a Domenica In. Ennesimo santino della showgirl con Paola Perego che addirittura arriva a specificare che “non le interessa” parlare di Stefano De Martino.

4 a Paola Cortellesi. Non sempre il talento basta per arrivare al largo pubblico. Se diamo uno sguardo alla sua carriera televisiva la definizione che ci viene in mente è quella di “perdente di successo”. Da Uno di Noi con Morandi e Cuccarini al Sanremo con la Ventura, passando per lo show cucito su di lei su Rai3 (Non Perdiamoci di Vista) a Zelig, per finire con lo speciale con Dario Fo e Laura&Paola, nessun programma al quale ha preso parte brilla per consensi popolari. L’unico enorme successo tv l’ha riscosso con la fiction Maria Montessori, in cui recitava e appariva camuffata. Al contrario, le sue quotazioni sono sempre rimaste stabili, merito anche di una carriera cinematografica ben più fortunata (al cinema peraltro è sempre affiancata da personaggi forti).

3 a La Vita in diretta sdoppiata tra Milano e Roma ogni venerdì per assecondare le richieste di Cristina Parodi (clicca qui per maggiori info).

2 ad Andrea Preti. Il modello si gioca male la grossa opportunità che Mediaset gli ha regalato scegliendolo per l’Isola dei Famosi. Non sarà così cattivo come l’hanno dipinto ma di certo ha mostrato cinismo nel gioco e poca apertura.

1 a Stefano Bettarini. L’ex calciatore torna a far parlare di sè per gli sfoghi contro Simona Ventura, madre dei suoi figli, in quel momento impegnata all’Isola dei Famosi. Parole dure e largamente evitabili.



Articoli che potrebbero interessarti


FLAVIO INSINNA 2
Pagelle TV della Settimana (22-28/05/2017). Promosso Andreas Muller. Bocciati Fabiano e Insinna


Alessia Marcuzzi Isola
Le Pagelle dell’Isola dei Famosi 2017


proietti-gigi
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/01/2017). PROMOSSI PROIETTI E IL COLLEGIO, BOCCIATI GLI INDIGNATI PER SANREMO


This is us
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (16-22/01/2017). PROMOSSI THIS IS US E MUSIC, BOCCIATI I PROMO DI SANREMO

38 Commenti dei lettori »

1. nicola83 ha scritto:

19 aprile 2016 alle 18:52

Non sono d’accordo col voto di Marco Carta… per me merita un sonoro 3, visto che si è legato ad un gruppo salvo poi rinnegarlo e legarsi ad un altro gruppo quando ha scoperto che gli conveniva… è una banderuola. E la coerenza dov’è?
Andrea Preti merita almeno un 6… ha sbagliato tanto e ha complottato troppo, ma almeno si è esposto vivaddio… ha ravvivato l’Isola e creato dinamiche come pochi altri… per me sufficienza piena.



2. io88 ha scritto:

19 aprile 2016 alle 19:03

Promozione meritatissima x marco..il piu onesto d quest isola..chi dice che si e avvicinato a Jonas x interesse nn ricorda che all inizio Dell isola marco e Jonas erano amici… Ed in quest ultima settimana e stato proprio Jonas ad avvicinarsi a carta e nn il contrario e lui lo ha accolto perche nn e rancoroso… Penso che potrebbe continuare la loro amicizia anche fuori



3. xxxxx ha scritto:

19 aprile 2016 alle 20:00

@nicola83: il motivo per cui è stato dato il 3, non credo che siano le dinamiche che egli ha creato sull’Isola. Il vero motivo, secondo il mio modesto parere, risiede nel fatto che egli è un attore di scarso successo, che si sarebbe dovuto giocare meglio questa possibilità per promuoversi di più. Ad ogni modo, ammetto che è stato uno dei personaggi fondamentali di questa edizione dell’Isola, e che la sua eliminazione (insieme all’intervista della Ventura) è stato l’unico momento interessante di tutta la scorsa puntata.



4. Anna ha scritto:

19 aprile 2016 alle 21:03

Concordo sul voto dato a Carta.. sta facendo una bella isola e sta dimostrando carattere , buon senso, schiettezza e trasparenza.
Meriterebbe di arrivare i finale per il percorso fatto e per come ha interagito con gli altri naufraghi. Marco è così nel reality e così nella vita .. una bella persona e un Artista amatissimo !



5. Luca ha scritto:

19 aprile 2016 alle 23:31

la Cortellesi è da sempre un grande talento e lo dimostra ogni volta…se il consenso popolare è quello che va al trash di ciao Darwin…ben venga la qualità di Paola e delle sue trasmissioni (del passato e del presente) non capisco cosa significa quel 4 e il vostro argomentare…non sono d’accordo.



6. comare ha scritto:

20 aprile 2016 alle 01:23

La Perego santifica Belen? Scusate, ma l’agente di Belen non è ancora Presta, ovvero il marito della Perego? Ma di cosa ci stupiamo?



7. Vince! ha scritto:

20 aprile 2016 alle 03:36

Ne ho visti di voti strambi in questi anni, ma il 4 a Paola Cortellesi li batte tutti!



8. mariantonietta ha scritto:

20 aprile 2016 alle 09:31

Marco Carta,e’ l’unico puro in quel programma pietoso
L’unico che conosco insieme a Ventura,(ora,uscita…di scena,si fa per dire.) Merita di vincere.Non conosco gli altri.Non segue i tron isti.



9. Gipsy ha scritto:

20 aprile 2016 alle 09:36

Marco Carta si è giocato bene la carta (scusate il gioco di parole) dell’isola dei famosi. Però Andrea Preti è stato solo sfortunato e si è messo contro persone di un certo ‘peso’, emergenti se vogliamo: questo comporta il risultare antipatici.



10. SaraLurker ha scritto:

20 aprile 2016 alle 09:54

Bisogna solo stabilire se il consenso popolare e il largo pubblico televisivo siano da considerare un valore aggiunto o no.
Se la qualità e la bravura di un artista sia inficiata o meno dal consenso di pubblico. Se tutt’oggi essere seguiti dal pubblico di massa sia un un punto di valore, di valutazione e di stima, o di demerito.

La risposta è superflua.

Il 4 alla Cortellesi di Mattia non discute il talento, indica una valutazione personale settimanale basata sulle leggi Auditel.
+ Share = Vincente di Successo
- Share = Perdente di Successo



11. elsa ha scritto:

20 aprile 2016 alle 09:57

Chi sono costoro !
Non seguo la t.v. da tempo “se non il notiziario della notte.”



12. omega6 ha scritto:

20 aprile 2016 alle 09:58

Mah non capisco il metro di giudizio usato per questi voti, mi riferisco in particolare al 4 alla Cortellesi, per gli ascolti non eclatanti dei suoi programmi, e poi settimane fa avete messo 9 a ciao Darwin perchè ha fatto 5 milioni, se volessimo giudicare tutto in base agli ascolti ci troveremmo lo schermo che gronda merda da ogni parte, almeno su questi siti mi aspetto un minimo di critica costruttiva non giudizi del tipo: 4 perchè gli ascolti non sono alti!!!



13. Nina ha scritto:

20 aprile 2016 alle 10:00

Andrea Preti merita zero per lo squallore e per la stupidità delle sue risposte.



14. Angela ha scritto:

20 aprile 2016 alle 10:14

Concordo con il voto a la vita in diretta. Non vedo perché per assecondare le esigenze di una conduttrice si deve sdoppiare un programma e spostarlo ogni settimana, con tanto di relativi costi. Anche a vedersi non è un bello spettacolo, spesso con problemi di collegamento e audio. Alla Venier che conduceva molto meglio (e con migliori ascolti) con uno stile meno giornalistico è più personale, nessuno ha mai concesso tanto!



15. Luca ha scritto:

20 aprile 2016 alle 10:28

L’esposizione mediatica smisurata di Belen nel panorama televisivo italiano per me resta un mistero
Certamente è una donna bella ,ma basta questo per osannarla in questo modo ?
Ci sono ragazze italiane che sanno certamente presentare,ballare e cantare molto meglio di lei e che non le considera nessuno
BOH ?!



16. Gipsy ha scritto:

20 aprile 2016 alle 10:37

X @SaraLurker: la popolarità o il consenso popolare conta eccome. Ci sono casi (forse non tanto frequenti) in cui emergono personaggi meno conosciuti. Esempio dall’Isola dei Famosi: le Donatella nel 2015 erano sconosciute ai più, però hanno vinto (dimostrandosi abili nel superare alcune prove).



17. SaraLurker ha scritto:

20 aprile 2016 alle 10:47

@Gipsy

Qui non stiamo parlando di mancanza di notorietà.
Ma di consenso televisivo.

Ma se i metri di giudizio sono l’Isola dei Famosi e le Donatella, allora alzo le mani.



18. Mattia Buonocore ha scritto:

20 aprile 2016 alle 11:03

Non ho mai messo 9 a Ciao Darwin (anche se non escludo di farlo) ma a Paolo Bonolis che è cosa ben diversa.

Nei commenti di questo blog (e non solo) leggo attacchi perenni a personaggi dopo i loro flop, ad esempio la Perego è puntualmente massacrata e ultimamente anche la Clerici. La Cortellesi, invece, dopo aver floppato sempre, arriva al prime time di Rai1 con uno show importantissimo (con risorse che forse altri personaggi Rai avrebbero meritato) e tutti la acclamano, lo show chiude con ascolti – in relazione al prodotto – modesti e nessuno dice nulla. A me sembra quanto meno una cosa anomala, come ci sono bei programmi che floppano, ci saranno anche personaggi bravi che non funzionano o almeno non in quel determinato contesto. Viene vista come una di successo ma ha sempre perso.



19. alex ha scritto:

20 aprile 2016 alle 11:37

Concordo con il tuo ultimo post Mattia. Perego e Clerici massacrate a prescindere mentre gente come la Cortellesi e soprattutto la Parodi viene puntualmente osannata, protetta e giustificata (non si capisce sulla base di cosa).



20. Nina ha scritto:

20 aprile 2016 alle 13:54

E’ noto che in Italia ci sono alcuni personaggi intoccabili, grazie ad una loro caratterizzazione politica.



21. Vince! ha scritto:

20 aprile 2016 alle 13:57

Dà fastidio che un personaggio

Le giustificazioni per il voto alla Cortellesi (era più giusto dire “4 perché a noi del blog sta antipatica”) sono gustosissime.
Quindi secondo questo ragionamento basato sui numeri Terence Hill dovrebbe essere il migliore attore italiano, la nazionale italiana vincere tutti i mondiali di calcio e Sanremo proporre il meglio della musica mondiale.
Ma per favore…



22. Mattia Buonocore ha scritto:

20 aprile 2016 alle 15:26

@Vince! e dove avrei definito la Cortellesi la peggiore attrice italiana? Rita Forte probabilmente canta meglio di Vasco Rossi ma magari Vasco Rossi trasmette di più…



23. Gipsy ha scritto:

20 aprile 2016 alle 15:47

@SaraLurker: il consenso va a braccetto con la popolarità, anche se in certi casi bisogna avere un altro metro di giudizio. Il telespettatore dovrebbe essere in grado di capire o valutare cosa è bene da ciò che magari può essere fuorviante.



24. SaraLurker ha scritto:

20 aprile 2016 alle 15:58

@Gipsy, dipende sempre da che tipo di consenso televisivo stiamo parlando.
Se il telespettatore fosse sempre in grado di valutare i contenuti non avremmo grandi ascolti per programmi mediocri e mediocri ascolti per grandi programmi.



25. Nina ha scritto:

20 aprile 2016 alle 16:35

Bravissimo Mattia! Questa risposta va bene pure per quelli che ritengono un deficiente il telespettatore italico.



26. nino ha scritto:

20 aprile 2016 alle 16:53

……in gergo si dice:”Non passa il video”…….

lo stesso problema che per anni ha avuto Proietti.



27. Gipsy ha scritto:

20 aprile 2016 alle 17:07

@SaraLurker: in questo hai perfettamente ragione! :)



28. Vince! ha scritto:

21 aprile 2016 alle 13:46

@Nina: passano gli anni, ma cerchi sempre invano di provocare… Che noia: ti do quattro, anzi, seguendo i parametri sballati di Mattia Buonocore, nove!

@Mattia Buonocore: capisco che questo è un blog di tv, ma la Cortellesi è una delle poche artiste italiane che riempie cinema e teatri, oltre a fare numeri discreti in tv (quello con Dario Fo era uno spettacolo teatrale e andrebbe confrontato con altre rappresentazioni dello stesso genere viste in tv). Il 4 è chiaramente un voto dovuto alla antipatia personale verso il personaggio non basato su dati oggettivi, non c’è nulla di male ad ammetterlo.



29. Nina ha scritto:

21 aprile 2016 alle 15:52

Vince: tu invece sei una persona maligna e molto cattiva e cerchi sempre di mortificare e fare del male. Invano pure tu. Frustrato.



30. Mattia Buonocore ha scritto:

21 aprile 2016 alle 15:56

@Vince! la valutazione del talento è soggettiva, i risultati auditel riscontrati sono oggettivi. E i programmi con Paola Cortellesi hanno sempre floppato o non hanno mai sfondato.



31. Vince! ha scritto:

21 aprile 2016 alle 17:50

@Nina: come al solito dopo un primo messaggio (apparentemente) ironico passi agli attacchi personali e agli insulti…
Questo noioso copione l’ho già visto mille volte.
Sbaglio io a rispondere a chi non cerca il confronto.



32. Nina ha scritto:

21 aprile 2016 alle 18:10

Ah già, affermare che uno partecipa solo per provocare si chiama “cercare il confronto”. Quanta ipocrisia, abbi almeno il coraggio di sostenere quello che dici. Ripeto sei maligno e cattivo.



33. Vince! ha scritto:

21 aprile 2016 alle 18:44

@Nina: credi che la gente sia stupida, non capisca le tue provocazioni e i tuoi riferimenti (quelli sì volutamente maligni)?
Gli insulti che mi rivolgi in realtà si prestano a descriverti molto meglio di quanto possa fare io. Un perfetto autoritratto: io ci aggiungerei solo rancorosa.
Vedrò di non cadere più in trappola in futuro, abbozzando alle tue velenose insinuazioni.
Buona vita!



34. Vince! ha scritto:

21 aprile 2016 alle 18:52

E poi quello maligno e cattivo sarei io…



35. Nina ha scritto:

22 aprile 2016 alle 17:34

Come al solito passiamo alle invenzioni. Io avrei insinuato cooosa? Ma stai scherzando? Forse mi confondi con quello che fai tu con le tue penose invenzioni di episodi mai accaduti. Sei davvero un poveraccio.



36. lele ha scritto:

22 aprile 2016 alle 18:18

Cos’è il “consenso televisivo” e soprattutto come si misura? Con l’Auditel? con la critica? con le opinioni dei telespettatori?

Che la Cortellesi abbia floppato ad ogni singolo programma a cui ha partecipato è tutto da dimostrare. In qualsiasi caso trovo ingeneroso dire che l’unico (?) suo successo televisivo lo abbia ottenuto camuffandosi per una fiction.
Insomma, il voto è più di una semplice valutazione personale settimanale sui dati Auditel dell’ultimo show. Di fatto, si dice che la Cortellesi è un’artista sopravvalutata. Un giudizio pesante che non condivido.



37. grilloparlante ha scritto:

22 aprile 2016 alle 20:45

Lele a me non sembra che l’articolo dica che è sopravvalutata, ma che non è mai riuscita realmente a sfondare, indipendentemente dai suoi meriti, e purtroppo è vero. Personalmente la considero un mostro di bravura, come lei forse solo la Guzzanti dei tempi che furono, ma “non passa”, non c’è niente da fare. O come si usa oggi “non arriva”.
Per me (è la mia opinione personalissima) lei sta alla tv come Irene Grandi sta alla musica: una grandissima voce, pezzi tra i più belli della musica italiana degli ultimi vent’anni, un talento indiscutibile, eppure non ha mai sfondato come avrebbe dovuto/potuto.
Il feeling tra un’artista e il pubblico non si può spiegare e non si può discutere, o c’è o non c’è.



38. lele ha scritto:

23 aprile 2016 alle 11:19

@grilloparlante
Sono d’accordo con te però ti faccio notare che nel post si dice pure che, nonostante lo scarso riscontro di pubblico, le quotazioni della Cortellesi non hanno subito contraccolpi, cioè che è un po’ sopravvalutata. Inoltre si legge che i suoi unici successi sono stati ottenuti camuffandosi e appoggiandosi a personaggi più forti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.