1
dicembre

CUOCHI E FIAMME PROMOSSO SU LA7. DALL’8 DICEMBRE IN PRESERALE

Cuochi e fiamme

Cuochi e fiamme

Simone Rugiati gongola. Dopo aver pregato Cairo di confermare l’unica produzione sopravvissuta su La7d, per una strana coincidenza si ritrova a distanza di pochi mesi addirittura promosso sulla sorella maggiore. Ebbene sì, Cuochi e fiamme – il cooking game di La7d – dall’8 dicembre lascia a sorpresa la piccola rete tematica per sbarcare in pompa magna su La7 in una delle fasce più importanti: quella del preserale. Per l’ammiraglia del gruppo si tratta di una scommessa ma soprattutto di un ritorno al passato, alla ricerca di un target sempre piuttosto distante dalla rete terzopolista.

Anche Benedetta Parodi, che per due anni ha presidiato la fascia preserale con I Menu di Benedetta (riproposti ora in replica su La7d), ha dovuto abdicare e passare a Real Time, cosciente che non sarebbe riuscita nell’impresa di attirare il pubblico di riferimento dopo due anni di messa in onda. Ora tocca di nuovo al genere cooking, con l’obiettivo di far meglio di qualsivoglia Commissario in replica.

La speranza è di rilanciare uno slot cruciale per Urbano Cairo, poiché traina non solo il TG delle 20 – nell’ultimo periodo un po’ in affanno – ma anche l’intera prima serata. Dopo aver puntato su un cavallo di razza come Giovanni Floris, la cui striscia quotidiana 19e40 dopo le prime avvisaglie di flop è stata cassata, si ritorna al genere intrattenimento (a costo zero), anche se gli insuccessi del passato (non solo la Parodi ma anche la Cucciari) non sembrano promettere nulla di buono.

Va detto che il cooking game ha subìto parecchi cambiamenti negli anni, e nella nuova edizione può contare, oltre che su nuove prove, anche su ben tre nuovi volti in giuria: la figlia di Beppe Grillo Valentina Scarnecchia, la chef avvocato Tiziana Stefanelli e l’attore romano Michele La Ginestra. A molti, a dire il vero, non sono affatto piaciuti, ma nonostante le critiche – dovute probabilmente alla disabitudine – va dato loro atto di essere riusciti a sostituire egregiamente i predecessori, non facendo affatto rimpiangere la mancanza del trio Maci-Fadda-Rossi, di cui peraltro sono praticamente l’esatta replica.

L’appuntamento con la nuova edizione di Cuochi e Fiamme è dunque, dall’ 8 dicembre 2014, su La7 alle 18.45.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Cuochi e Fiamme - Rugiati, Barù, Csaba, Rossi
Cuochi e Fiamme riparte su La 7 con Simone Rugiati. Ecco la nuova giuria


Benedetta Parodi
FERMI TUTTI! BENEDETTA PARODI SU LA7 ALLE 12.25 TRAINA IL TG E SFIDA LA CLERICI


Simone Rugiati
CUOCHI E FIAMME: SIMONE RUGIATI PROMOSSO SU LA7


Miss Italia Chef - Simone Rugiati
Miss Italia Chef: La7 manda le reginette di bellezza in cucina e la kermesse invade il palinsesto

26 Commenti dei lettori »

1. tinina ha scritto:

1 dicembre 2014 alle 20:00

Non sono d’accordo, non credo proprio che siano riusciti a sostituire egregiamente la precedente giuria: la Scarnecchia è insipida, Michele La Ginestra scimmiotta troppo Riccardo Rossi e la Stefanelli non si può proprio sentire (letteralmente, ha una voce che disturba).



2. iki ha scritto:

1 dicembre 2014 alle 20:41

Giusta promozione



3. kalinda ha scritto:

1 dicembre 2014 alle 22:14

L’attuale Cuochi e Fiamma fa vomitare a causa della giuria però almeno a La7 qualcosa di diverso.



4. andrea ha scritto:

1 dicembre 2014 alle 22:30

Qualcuno mi sa dire gli ascolti che fa su La7d?



5. giacomo bartoluccio ha scritto:

1 dicembre 2014 alle 23:47

su la7d fa tra il 0,70 e 1%, non è la prima volta che il programma viene spostato su la7, ma non ebbe fortuna e torno su la7d dopo un paio di settimane



6. scaluzzi ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 11:42

La Fadda era donna di infinita classe. L’avvocato donna di infinita spocchia (con voce fastidiosa).



7. Il Criticone TV ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 11:43

Pessimo. Cuochi e fiamme è adatto all’orario di La7d, ovvero dalle 20 alle 21, in nella fascia preserale flopperà alla grande…



8. Max 26 ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 11:54

Mamma mia, la giuria è disastrosa e non strappa una risata nemmeno a pagarla. Tiziana era già insopportabile a Masterchef, ma qui da il peggio di se perché nessuno le risponde male, come meriterebbe.



9. Michele87 ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 13:59

Secondo me invece per una volta Cairo potrebbe averne azzeccata una



10. Clara Colombo ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 15:25

Sostituire egregiamente? Ma state scherzando o cosa????
Sono una copia scolorita e insapore del vecchio trio di allora.
Paragonare la FADDA all’avvocato è a dir poco oltraggioso! Abbiamo fondato una pagina Facebook che nel giro di un mese ha raccolto 1500 adesioni che sono molto di più di quanto ha raccolto la Chef avvocato da che è andata li a criticare ( perché che sia una criticona è indubbio).
La Scarnecchia ci si chiede a che titolo stia li ( e non mi dite che è una food blogger prima di andarvi a vedere il suo blog) E il Povero LA GINESTRA sta li come il mercoledì della settimana .. Che non hanno fatto rimpiangere la vecchia giuria è falso.. la rimpiangiamo eccome, e ogni giorno un po’ di più. Poveri chef e poveri noi..



11. dario ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 15:47

caro Daniele Pasquini, rispetto il tuo pensiero ma sei fuori strada completamente. La nuova “giuria” è da bocciare completamente e il Cairo anche stavolta dimostra di non essere un buon imprenditore e di non capire il mercato. Mi spiace ma è fallimento assicurato!



12. elisabetta rotolini ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 15:51

Trovo che questo articolo non descriva esattamente come stanno effettivamente le cose e consiglierei l’autore di andarsi a leggere i commenti NEGATIVI che popolano Facebook…….in particolare da leggere la pagina Vogliamo la vecchia giuria di C& F dalla quale potrà rendersi ben conto che la nuova giuria non è affatto gradita, perchè incompetente, inadeguata, impreparata e pure antipatica.Quanto alla promozione della trasmissione……beh…….non mi pare una promozione andare in competizione con Bonolis e Frizzi, programmi superseguiti……..quindi………insomma………sono riusciti a distruggere una trasmissione super………..peccato!!!!!



13. michela ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 16:08

..ma come osano dire che la nuova giuria ..”sostituisce EGREGIAMENTE” ..quella di prima???vogliono paragonare Fiammetta Fadda, Chiara Maci e Rossi ai “3″ di adesso….c’è un abisso!!!! scandaloso!



14. IL MIO REALITY ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 16:39

Andava “male” Geppy che aveva un preserale troppo carino (che poi faceva il 3%, ora sarebbe considerato buono), come vogliono che vada Rugiati che tra l’altro è di un’antipatia proverbiale?
Se poi si tratta di una questione di costi da spalmare, il discorso cambia, ma l’Auditel e la visibilità dei costi se ne frega.



15. Federico ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 17:09

Ma darsi delle martellate sugli zebedei no eh???

Questa giuria è pessima, inguardabile e Rugiati che prima era anche simpatico mi è caduto sotto i tacchi. onore alla signora FADDA!!!



16. Cammy ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 17:20

“Sostituire egregiamente”???? Ma per piacere! Cuochi e fiamme con la nuova giuria e’ diventato inguardabile. Prima era un appuntamento fisso aspettato con ansia, adesso il telecomando cambia canale da solo per autoproteggersi. Giuria incompetente, arrogante, presuntuosa. A scapito dei poveri concorrenti trattati con disprezzo e supponenza e dei telespettatori, ma noi almeno cambiamo canale!!!



17. Simona ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 17:56

Io ritengo che la televisione debba dare degli esempi positivi, credo che debba divertire e debba anche insegnare qualcosa. Un programma come Cuochi e Fiamme con la vecchia giuria regalava ai telespettatori affezionati momenti piacevoli, suggeriva delle ottime ricette, La giuria aiutava i concorrenti a capire come migliorare il piatto, in modo competente e garbato. C’era sintonia tra Fiammetta, Chiara e Riccardo e ognuno di loro portava la sua esperienza, degli aneddoti e delle storie che strappavano sempre delle belle risate. Era un bell’esempio di tv educata. Leggo ogni giorno commenti negativi e leggo di persone deluse dall’attuale giuria che purtroppo si mostra sgarbata e antipatica e non ha nulla da dire di cucina. Sono orgogliosa di appartenere ad un gruppo che ama quella comicità e la semplicità di una giuria indimenticabile.



18. anna ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 18:40

LA NUOVA GOURIA FA SCHIFO



19. Davide Maggio ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 22:46

Fateve una ragione.



20. XxdanyxX ha scritto:

2 dicembre 2014 alle 23:10

tra critiche a non finire e continui idolatramenti (esiste? neologismo) alla fadda, basiamoci sui fatti:
cuochi e fiamme ora come ora va da dio, nella nuova stagione è sempre stato su una media di 180-190 mila telespettatori quando era stato venduto agli sponsor con una media di 175 mila… tra ottobre e novembre quasi tutte le puntate hanno fatto 200 mila telespettatori!
madonna santa, criticare criticare ma questa giuria gli ascolti li fa



21. Maurizio ha scritto:

3 dicembre 2014 alle 00:09

Mi dispiace ma la nuova giuria nn funziona. perche cambiare squadra che vince? Simone è disperato pure lui e cerca consolazione nel vino. Nooooooo. Togliere subito l’avvocato e già ci sarebbe una ripresa di ascolti.



22. Pischella VVGCF ha scritto:

3 dicembre 2014 alle 10:55

Sinceramente? No, non ce ne vogliamo fare una ragione. Non è che non si dorma la notte, ma perchè tacere tanto malcontento? Una ragione deve farsela la produzione, che sa perfettamente che non ha più il gradimento delle scorse edizioni. Il cambio rete una promozione? Suvvia, non credo a babbo natale, figuriamoci a questa! Gli sponsor (tanti, troppi e alcuni davvero improponibili) saranno furenti e avranno pungolato chi di dovere perchè si facesse qualcosa e così si è pensato di traslare la trasmissione sull’astronave madre. “Peccato” che si scontreranno con programmi che hanno ben più risposta di pubblico. Prepariamoci ad assistere ad una lenta agonia. Era un programma garbato, leggero, divertente…ci è rimasto solo il logo del maialino.



23. Laura ha scritto:

3 dicembre 2014 alle 11:53

@ XxdanyxX quasi 2000 mila tutte le puntate di novembre quando lo hai sognato???

Si vede dai voti che sta prendendo la signora Avvocato che si crede chef nel concorso che ha ampiamente sponsorizzato sulla sua pagina di facebook quanto è amata.



24. tea ha scritto:

3 dicembre 2014 alle 14:30

Purtroppo Cuochi e fiamme con la nuova giuria e’ diventato inguardabile. Prima era un appuntamento gradevole, spesso istruttivo e quasi sempre divertente… La nuova giuria è purtroppo incompetente, arrogante e presuntuosa: la signora che annusa tutti i piatti sembra un cane da tartufo (pessima imitazione di Cracco, non se lo può proprio permettere visto che non ha la sua stoffa), la ragazzina sembra una che sta lì seduta solo per mostrare la spalla con i fiori tatuati, mentre il comico pare in cerca di una identità che fino ad ora è riuscito a trovare solo con il cambio delle sue bretelle. E che dire dei concorrenti che sono trattati con notevole supponenza e che devono muoversi tra ogni genere di prodotto sponsorizzato (ricordo una puntata in cui la prova di creatività era con le patatine, per non parlare dell’uso smodato del dado o dei bicchieri di vino offerti ad ogni portata…)? Ma a questo punto le chiacchiere stanno a zero: se il passaggio di canale produrrà buoni risultati in termine di ascolti, allora vorrà dire che la nuova linea ha premiato e che noi critici eravamo solo dei vecchi nostalgici borbottoni. Altrimenti sarà il caso che per le nuove registrazioni tutti si diano una regolata….



25. Anna ha scritto:

3 dicembre 2014 alle 17:14

Questo articolo mi causa molta perplessità… La carta d’identità del programma era data dalla professionalità di una critica gastronomica (nessuno idolatra Fiammetta Fadda, che però – difficile negare l’evidenza – è di fatto una critica gastronomica con esperienza e competenza), dalle innovazioni presentate con garbo da una food blogger (anche qui, per soggettivi che siano i commenti sui modi di fare della signora Scarnecchia, limitiamoci a sottolineare la sua scarsa preparazione gastronomica) e dagli interventi sdrammatizzanti di un comico “profano, ma sano” (non ho grossi problemi con La Ginestra, secondo me gli serve tempo, è carino e simpatico). Lasciamo stare le “antipatie a pelle”, parliamo di cose concrete: la signora Stefanelli che qualifica ha per sedere al posto del critico gastronomico? La signora Scarnecchia che competenze ha per sedere al posto del food blogger? Cambiategli nome, a ’sto programma, o dite apertamente che la nuova linea prevede tre semplici persone messe lì a dire la loro dall’alto di ben poco – ma ditelo, non ce le presentate come “espertone”.



26. Stefano ha scritto:

7 dicembre 2014 alle 11:47

Giuria vergognosa. Rugiati è molto bravo, ma non riesce ad imporre alla Produzione dei giudici gradevoli e preparati. Anche lui con questi nuovi giudici non è più lo stessa di prima: è meno brillante e più ingessato. In poche parole si vede che i questi nuovi giudici gli stanno sulle palle anche a lui. A proposito dell’avvocato, da quando fa la testimonial al dado STAR, mia moglie ha deciso di non comprarlo più e di rivolgersi ai prodotti della concorrenza. Complimenti al Marketing Manager della STAR.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.