5
marzo

LA GRANDE BELLEZZA: SORRENTINO E SERVILLO FESTEGGIANO L’OSCAR DA FAZIO SU RAI 3. NESSUN PASSAGGIO A MEDIASET CHE LO HA PRODOTTO?

La Grande Bellezza: Sorrentino e Servillo festeggiano l'Oscar a Che Tempo che Fa

La Grande Bellezza: Sorrentino e Servillo festeggiano l'Oscar a Che Tempo che Fa

Una festicciola tra amici, nel salotto (televisivo) più in vista. Roba da Jep Gambardella, per dire. Domenica prossima, 9 marzo, Paolo Sorrentino e Toni Servillo saranno ospiti di Che tempo che fa, reduci dal prestigioso trionfo de La Grande Bellezza agli Oscar 2014. Lo ha annunciato ieri Fabio Fazio, che in prima serata su Rai3 ospiterà il regista napoletano ed il popolare attore per festeggiare la vittoria del loro film a Los Angeles nella categoria riservata alla miglior pellicola straniera.

ha twittato Fazio. Così, il conduttore potrà tornare a parlare di “grande bellezza” anche dopo l’ultimo Festival di Sanremo, dedicato con insistenza al tema. Sorrentino e Servillo, al contempo, riceveranno il meritato plauso in prime time su Rai3: sarà la loro prima apparizione in uno studio televisivo dopo la vittoria ottenuta agli Oscar, e qui va riconosciuto il colpaccio messo a segno da Che tempo che fa e dal servizio pubblico.

Curioso notare come, al contrario, per il momento il regista ed l’attore (ormai diventati una coppia cinematrografica di fatto) non abbiano in programma passaggi televisivi su Mediaset, gruppo che ha prodotto La Grande Bellezza ed acquistato le pagine di alcuni quotidiani nazionali per celebrarne la vittoria agli Oscar. Proprio ieri sera, 4 marzo, Canale5 ha trasmesso il film di Sorrentino in via eccezionale, a soli nove mesi dall’uscita nelle sale cinematografiche.

L’appuntamento con la festa a La Grande bellezza da Oscar è per domenica a Che tempo che fa.



Articoli che potrebbero interessarti


Elena Sofia Ricci
Paolo Sorrentino, film su Berlusconi: Elena Sofia Ricci sarà Veronica Lario


Fabio Fazio, Mario Orfeo
Fabio Fazio su Rai1: costi e ricavi di Che tempo che fa. Ecco le cifre


Fabio Fazio.
Fabio Fazio su Rai1: pronto un super accordo da 11,2 milioni di euro con «eventuale Sanremo»


Fabio Fazio
Palinsesti 2017/2018: la Rai tenta Fabio Fazio con la promozione su Rai1

13 Commenti dei lettori »

1. Candy ha scritto:

5 marzo 2014 alle 12:26

E dove? Verissimo? Pomeriggio 5 o qualche altro programma mediaset di bassa lega?
Per favore…



2. Giacomo ha scritto:

5 marzo 2014 alle 12:41

A Mediaset non c’è un programma abbastanza colto dove parlare della vittoria dell’oscar. Dovrebbero crearne uno apposta ma non credo che a questo punto di farà! Poi l’oscar per il miglior film straniero è assegnato alla regia e non alla produzione (come invece quello per il miglior film) quindi è sorrentino ad averlo vinto e non Mediaset e quindi sorrentino può andare dove vuole, non ha nessun vincolo con Mediaset



3. Davide Maggio ha scritto:

5 marzo 2014 alle 12:44

Giacomo: e infatti sta andando a Che Tempo Che Fa :-)



4. Marghe ha scritto:

5 marzo 2014 alle 12:52

La sola tramissione di approfondimento su Canale 5 è Matrix, ma vista la poca risonanza che avrebbe rispetto agli ascolti dubito si faccia…



5. Marco89 ha scritto:

5 marzo 2014 alle 12:57

Sorrentino può andare dove vuole, non mi stupisce la sua scelta.
Sicuramente non penso si leda la sua dignità se dovesse per esempio rilasciare un’intervista apposita per il Tg5. Nessuno ha parlato di Forum, Pomeriggio 5 o Verissimo.
Non è una questione di vincoli, ci mancherebbe, non è questo il discorso. Non mi sembra si parli di vincoli. Il premio è sicuramente alla regia ma allo stesso tempo c’è qualcuno che ha creduto nel progetto e che lo ha fatto realizzare, non è un concetto difficile da capire.
Il discorso è molto più ampio: si pensi di chi è Mediaset e tutto quello che è successo negli ultimi anni. Non è ne destra ne sinistra. Non è il fatto che Sorrentino debba andare per forza lì, ci mancherebbe, ma se uno analizza e riflette scevro da pregiudizi di qualunque tipo (cosa che fanno in pochissimi o perchè non vogliono o perchè non ci riescono ed è questo il martirio più sfregiante del nostro paese) a me sembra si tratti di una situazione alquanto paradossale.



6. giorgio grimaldi ha scritto:

5 marzo 2014 alle 13:09

Intanto bisognerebbe dire che Fabio Fazio è stato l’unico a dare spazio a Sorrentino, Servillo, Verdone… quando in Italia la critica aveva stroncato il film e non era ancora stato vinto nessun premio internazionale. Io ho ascoltato quelle interviste, ho provato interesse per la sceneggiatura, l’ho visto al cinema, ho comprato il dvd ed ero già preparato ad assimilarne i contenuti: avevo prestato grande attenzione alle parole dei tre; ho trovato il film un’ opera di grande talento, più di quanto loro stessi avessero lasciato ovviamente intuire. Per quanto riguarda Canale 5, dove dovrebbe andare Sorrentino per parlare del suo film? Da Maria De Filippi? dalla D’ Urso?



7. giorgio grimaldi ha scritto:

5 marzo 2014 alle 13:22

Penso che bisognerebbe superare una buona volta il compromesso: tele-berlusconi-mediaset o rai3, sarebbe un segno di apertura mentale finalmente, e mi sembra che proprio Sorrentino l’abbia avuta facendosi produrre da Magnolia senza ipocrisie. Il regista ha sottolineato peraltro più volte che il film non è una riproduzione reale del cafonal che viene attribuito al berlusconismo e che ha spazziato con la sua fantasia rendendo alcuni personaggi persino simpatici e amabili malgrado tutto. Non voleva parlare della decadenza del paese, che pure c’è, ma descrivere la difficoltà di vivere ed essere se stessi di alcuni.



8. Alessandro ha scritto:

5 marzo 2014 alle 14:05

Sorrentino a mediaset avrebbe bisogno di uno speciale del tg5 creato apposta per lui, e mandato in onda non dopo le 22:45 se non in prima serata, quindi impossibile. Non posso credere che sto per dirlo: e giusto che vada in RAI ( com’è giusto che la RAI ogni tanto ne azzecchi una). Oppure potrebbe andare a sky su skyAtlantic HD, la tv della qualità. Dal 9 aprile sul 110 della piattaforma con un programma ad hoc.



9. giacomo bartoluccio ha scritto:

5 marzo 2014 alle 14:11

Bisogna fare delle presazioni. mediaset (che ha avuto il merito e il fiuto di proporlo in prima serata a solo un giorno dalla premiazione) ha solo distribuito il film, poi è facile fregiarsi di meriti maggiori di quelli che si hanno, però sta nel gioco delle parti. La programmazione su c5 è stata un’ottima pensata, ne va dato atto..


il film trionfatore a Los Angeles è una coproduzione italo-francese, costata 9 milioni di euro. I produttori sono Nicola Giuliano e Francesca Cima della romana Indigo Film. In coproduzione con Babe Films, Pathé e France 2 Cinéma. La scheda ufficiale spiega che Medusa Film ha partecipato «in collaborazione» con i produttori. Mentre la Banca Popolare di Vicenza ha finanziato il progetto con una quota rilevante grazie all’incentivo dei favorevoli meccanismi fiscali del cosiddetto tax credit per le opere cinematografiche. Anche sulla locandina ufficiale del film si legge, in basso, accanto al copyright 2013 il nome di Indigo Film e quello dei partner francesi. Nessuna citazione per la società berlusconiana diretta da Giampaolo Letta e presieduta da Carlo Rossella.

Medusa, infatti, da principio non ha creduto troppo nel soggetto di Sorrentino e si è associata alla produzione solo in un secondo tempo, e per una quota di minoranza. La società del gruppo Mediaset si è presa il ruolo di distributore



10. Michele ha scritto:

5 marzo 2014 alle 14:52

Onestamente a Mediaset oggi non esiste un programma in cui personaggi del calibro di Sorrentino e Servillo potrebbero andare, e questo è un demerito di Mediaset, l’assenza di un programma alla ”David Letterman”…..

Ve li vedete Servillo e Sorrentino andare a Verissimo, Pomeriggio 5 o Domenica Live circondati da personaggetti del gossip di quart’ordine, ex concorrenti dei reality e pseudo-vip televisivi caduti in disgrazia da decenni?

L’unico programma Mediaset che potrebbe ospitarli senza farli sfigurare sarebbe il serale di Amici, visto il mega cast di ospiti internazionali.



11. Marco Urli ha scritto:

5 marzo 2014 alle 14:53

Mi duole doverlo dire ma da Fazio è una ospitata adeguata.
Su La7 a 8 e 1/2 (sembra un gioco di carte) Servillo criticò duramente il servizio che riguardava il film; a Rainews 24 ci fu il fuorionda (?) imbarazzante di Servillo e sulle reti Mediaset non vi è alcuno spazio consono a trattare l’argomento tra la giornalista tutta ansiosa, buonista e spoilerizzante (una sorta di Mollica in gonnella) dei Tg; il talk show del mattino dove è un brodo concentrato di mille notizie in poco tempo; il talk show del pomeriggio dove rischi che la conduttrice, essendo napoletana, si attribuisca qualche merito nella vittoria dell’Oscar; Matrix…Matrix è ancora in onda?
Ah dimenticavo il canale Cinemax sul Dtt ma è una presa in giro colossale:trasmettono solo trailers.
Avrei preferito uno speciale vero su Sky Eventi.



12. Vince! ha scritto:

5 marzo 2014 alle 15:57

Riporto anche qui la mia provocazione, già scritta nello spazio dedicato ai commenti sugli ascolti: se il Sanremo sulla “grande bellezza” di Fazio fosse andato in onda questa settimana, subito dopo l’Oscar avrebbe avuto ascolti ben maggiori.

Nella televisione italiana bisogna sempre seguire le tendenze come pecoroni e mai anticiparle.



13. AlessandroRozz ha scritto:

6 marzo 2014 alle 15:58

E’ pur vero che Fazio ci ha azzeccato con Stromae portandolo in Italia. Oggi il suo album è primo in classifica (e per intenderci, nessuno dei partecipanti al festival è arrivato al primo posto). Sembra che sia lui il vincitore visto che in tre settimane ha conquistato tutti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.