14
febbraio

IL PECCATO E LA VERGOGNA 3 CI SARA’. MORRA E LEONI AL POSTO DI GARKO E ARCURI

Il Peccato e la Vergogna 2

Si concludono in questi minuti su Canale5 le vicende de Il Peccato e la Vergogna 2, ma già si pensa alla terza stagione della fiction Ares, che nel nuovo capitolo dovrà necessariamente fare a meno dei due protagonisti principali, ovvero Gabriel Garko e Manuela Arcuri. I personaggi dello spietato Nito Valdi e della bella ma sfortunata Carmen Tabacchi non potranno, infatti, prendere parte a Il Peccato e la Vergogna 3, in quanto definitivamente usciti di scena, essendo passati a miglior vita nelle scorse puntate. Una morte che non ha lasciato indifferenti i fan della serie, in particolare le beniamine di Garko. L’attore, in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, ha dichiarato di essere venuto a conoscenza tramite il web, di scene di delirio collettivo, tra cui delle veglie funebri per il suo personaggio.

Il Peccato e la Vergogna 2 – Le fan organizzano la veglia funebre di Nito Valdi

“Sta succedendo il finimondo su Facebook. Sono tutti arrabbiatissimi, non vogliono che Nito muoia. A poche ore dalla fine della puntata ho ricevuto 300.000 commenti. C’è persino chi ha organizzato una veglia funebre a casa sua. [Questa è la prima volta che mi capita] di morire da protagonista. D’altra parte era previsto nel copione. Mi era successo di venire ucciso in una fiction con Asia Argento, Sangue Caldo, ma era un ruolo minore. Mi si vedeva soltanto nella prima puntata. Sapevo che sarebbe andata così. Anche se Nito è un personaggio che mi ha dato tanto e che ho amato moltissimo, per me Il peccato e la vergogna finisce qui.”

Il Peccato e la Vergogna 3 – I nuovi protagonisti Giulio e Valerio Fontamara

Christopher Leoni (Giulio Fontamara ne Il Peccato e la Vergogna)

Christopher Leoni (Giulio Fontamara ne Il Peccato e la Vergogna)

Senza Garko e l’Arcuri, la nuova stagione della fiction punterà tutto sui giovani protagonisti, ovvero i fratelli Giulio e Valerio Fontamara, interpretati rispettivamente da Christopher Leoni (+++tutte le foto qui sotto+++) e Massimiliano Morra (qui le info sull’attore), e Gigliola e sua madre Ortensia, cui danno il volto Adua Del Vesco e Laura Torrisi. Ad anticiparlo tramite le pagine di “Sorrisi” è lo storico e infaticabile sceneggiatore Teodosio Losito, che rivela inoltre un’ambientazione anni 60.

“Con la terza stagione arriveremo agli Anni 60 e ci sarà sempre un cattivissimo, perché questo è ormai il tratto distintivo della serie.”

Il Peccato e la Vergogna 3 proseguirà dunque seguendo un canovaccio già consolidato, anche se è facile pensare che nel cast della serie possa essere introdotto qualche nome di punta della scuderia Ares, che possa almeno in parte colmare l’assenza dei due storici e amati protagonisti, a loro volta impegnati sul set di nuove fiction. Del resto già questa seconda stagione, il cui ascolto si è assestato su una media di circa 4.500.000 e il 16% di share, sembra aver mostrato i primi segni di stanchezza.

Il Peccato e la Vergogna 3 – le foto dei nuovi protagonisti



Articoli che potrebbero interessarti


Massimiliano Morra
NON E’ STATO MIO FIGLIO: ANTICIPAZIONI SESTA PUNTATA – 10 APRILE 2016


Furore - Morra e Testi
FURORE: ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA DI MERCOLEDI 21 MAGGIO 2014


Furore - Il Vento della Speranza 14
FURORE: IL VENTO DELLA SPERANZA SOFFIERA’ DA DOMANI SERA SU CANALE 5


Il Segreto
Il Segreto: Hernando rischia la vita, Camila pronta a sacrificarsi per lui – Anticipazioni

12 Commenti dei lettori »

1. Marco89 ha scritto:

14 febbraio 2014 alle 23:20

Leoni non mi piace e comunque sarebbe stato meglio puntare su una fiction nuova piuttosto che una terza stagione. Non so quale nome potrebbe essere inserito nel cast, in queste due stagioni ne sono passati veramente tanti di volti storici Ares. Il senso della serie ora come ora vacilla, la prima stagione è stata decisamente migliore e pur con tutti i limiti, più bella di questa.



2. mister ha scritto:

14 febbraio 2014 alle 23:23

qst seconda serie nn aveva lo stesso ritmo della prima (senza contare la programmazione delle altre reti), ciò detto i giovani mi sn piaciuti…guarderò anke la terza…le fiction ares alla fine se la cavano sempre.



3. Davide Maggio ha scritto:

14 febbraio 2014 alle 23:42

Secondo me sono stati sfortunati. Credo, infatti, che sperassero nel botto e far affezionare il pubblico a due nuovi volti che potevano ben prendere il posto di Garko con costi – suppongo – molto molto inferiori.

Peccato però che Il Peccato e la Vergogna (la prima serie) non sia attecchita negli spettatori nonostante ascolti interessanti.



4. ColorCloe ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 01:18

La prima serie era al cardiopalma: incalzante e imperdibile. La seconda, attesissima,ha un po’ deluso le mie aspettative, anche se a parte alcune facce inespressive, forse le ultime puntate hanno avuto un maggiore incalzare nella narrazione. La pecca maggiore è stata indubbiamente, ingoiato il boccone amaro della morte dei protagonisti, far uscire di scena Stefano Santospago e Eva Grimaldi. In una fiction del genere ci vogliono anche dei nomi altisonanti, e di certo il nome piu noto non puo essere Laura Torrisi.
Certo il finale è restato fin troppo aperto. La curiosità per le sorti del triangolo Valerio-Gigliola-Giulio ci sono, certo se la nuova serie arriverà tra centoquindici anni non so che ascolti potrà avere, visto che neppure quest’anno ha brillato.



5. zigzag ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 10:25

La seconda stagione mi è piaciuta. Certo, in un batter di ciglia sono usciti di scena praticamente tutti i personaggi principali, colonne portanti della prima stagione, ma sarà interessante vedere come evolverà la storia. Comunque la scena conclusiva mi ha fatto sorridere: Morra è proprio poco credibile. Ovviamente, questa è solo la mia opinione. Se la cava un po’ meglio Leoni nel ruolo del nuovo “cattivo”, ma, indipendentemente dal circolo vizioso delle stesse facce presenti nelle fiction Ares, devo dire che questa volta la scelta è stata perfetta: i due “Giulio”, bambino e adulto, avevano quello stesso lampo di cattiveria nello sguardo. Alcune scene, quasi inaspettate, mi hanno lasciato a bocca aperta: fra tutte, sicuramente l’ingloriosa fine della povera Carmen. Altre, come la morte di Nito Valdi, mi hanno lasciato del tutto indifferente, e sinceramente era pure ora che il personaggio di Garko uscisse definitivamente di scena per far spazio ad altro (e ad altri).



6. Marco89 ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 11:21

Il problema è che Leoni ha sempre le stesse facce: Onore e il rispetto, Pupetta, Il peccato e la vergogna. Non ha espressività, qualsiasi battuta possa dire l’espressione non evolve. Ha sempre lo sguardo da “furbo”. Almeno Morra dà qualche segnale in più. Cioè tra loro 2 e Testi io sto seriamente rivalutando Garko. Non ho ancora visto l’ultima puntata però è stato tutto troppo spiazzante. Io continuo comunque a trovare le trame e i soggetti molto interessanti.



7. zigzag ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 11:38

Sì, è verissimo, ma in questo caso quello sguardo da serpente calzava a pennello. A me Morra non ha fatto una buona impressione, ma vedremo come si comporterà in futuro (e con una maggiore esperienza). Anch’io, tuttavia, nonostante non sia assolutamente un fan di Garko, devo riconoscere che fra tutti quelli citati (Testi incluso) è il migliore.



8. spike ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 13:02

mi devo rivalutare su Il peccato e la vergogna senza Manuela Arcuri
La sua assenza un pò si nota ma la trama resta comunque avvincente
In conclusione,Teodosio Losito è un genio e le sue fiction sono una garanzia per Canale 5



9. mister ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 13:28

leoni, morra, del vesco e bianchi ovvero giulio, valerio, gigliola e lara potrebbero essere i volti del futuro delle fiction ares e a mio avviso nn sono malaccio, nn a caso la seconda serie ha cambiato faccia e ritmo quando sono entrati in scena i giovani, complice anche un intreccio narrativo più interessante.

nella terza serie potrebbe anke rientrare garko….
come? nito valdi ha messo incinta la cubana e suo figlio potrebbe essere tale e quale a suo padre…detto ciò nn credo ke garko accetti.



10. zigzag ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 17:31

Uhm, mister, non credo proprio: Garko ha esplicitamente dichiarato che “per lui il Peccato e La vergogna finisce qui”. Comunque, a parte il confronto fra i due fratellastri, spero che Lara, la vera Lara Fontamara, si faccia giustizia nel migliore dei modi. Ecco, l’altra scena che mi ha lasciato a bocca aperta è stata l’uccisione della “mammina” (Eva Grimaldi). Quindi, il personaggio di Lara mi interessa molto. Potrebbero farci grandi cose.



11. lucio voreno ha scritto:

15 febbraio 2014 alle 20:52

La pecca maggiore della seconda serie del Peccato è stata per le prime 6 puntate una sceneggiatura con poco mordente, esclusa la terza (dove c’è stata l’interazione tra i due protagonisti e difatti è stata la puntata più seguita) sono state abbastanza noiose e scialbe, nelle ultime puntate con i “figli di” invece la trama è migliorata.
Si spera che per la terza serie, Losito faccia ammenda dei suoi errori, sarebbe utile mettere nel cast, magari per le prime due/tre puntate qualche attore di grande richiamo (faccio a mo’ d’esempio i nomi della Lisi o Giannini che tennero a battesimo l’onore e rispetto).
Per il ruolo del figlio di Nito e la cubana una buona scelta potrebbe essere Luca capuano ovvero Edoardo Monforte nelle tre rose



12. portie ha scritto:

18 febbraio 2014 alle 09:34

Bellissima serie!! Ma il DVD de ”il peccato e la vergogna 2”
Quando uscirà?
In Tv dice ” GIA’ IN EDICOLA” ma non riesco a trovarlo e dicondo che non è ancora uscito…
Potete dirmi quando uscirà?
grazie :)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.