29
maggio

Coronavirus: virologi ed esperti in tv per 400 ore. Ma quando hanno lavorato?

Massimo Galli

Politici e virologi. Virologi e politici. In un ideale listino delle professioni più inflazionate del momento, le suddette categorie sarebbero ai primissimi posti. Dal punto di vista mediatico, la cosa è conclamata e pure comprovata dalla sopportazione ormai al limite dei telespettatori. Nei mesi di marzo e aprile – quelli centrali del lockdown – esperti infettivologi ed esponenti di partito sono state le figure che hanno monopolizzato le trasmissioni informative

Lo attestano i dati di uno studio effettuato da Geca Italia per l’Agcom. Nel report (riferito al periodo 1 Marzo – 30 Aprile 2020), i Soggetti Politici hanno registrato un tempo di parola totale di 241 ore (pari al 33%) negli spazi extra-tg delle sette emittenti generaliste. I soggetti Istituzionali hanno parlato per circa 85 ore, mentre i Soggetti Sociali – leggasi virologi, scienziati ed esperti – per quasi 400 ore, pari al 55% del totale monitoraggio.

La ricerca si fa ancora più interessante nella parte dedicata alla top ten delle personalità più presenti e, di conseguenza, esposte. In prima posizione, il premier , unico soggetto Istituzionale a comparire nella Top 10. Con le sue dichiarazioni e le sue dirette, il Presidente del Consiglio ha parlato per 21 ore e 15 minuti. In seconda posizione, l’infettivologo dell’Ospedale Sacco, Massimo Galli (14 ore e mezza), seguito dal collega Fabrizio Pregliasco (12 ore e 40). Nel ranking, su dieci posizioni gli epidemiologi e gli infettivologi ne coprono ben quattro (in classifica, infatti, ci sono anche i dottori Giovanni Rezza e Roberto Cauda).

Giù dal podio, al quarto posto, l’assessore regionale lombardo Giulio Gallera, al quale i programmi extra-tg hanno riservato quasi dodici ore di parola. Tra i politici annoverati nella top ten, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Al nono e decimo posto non potevano mancare l’Istituto Superiore di Sanità con Walter Ricciardi (6 ore e 36 minuti) e la Protezione Civile con il Capo dipartimento Angelo Borrelli (6 ore e 32).

Nel dettaglio delle singole reti, Conte è risultato primo per tempo di parola su Rai1, Rai2 e La7. Per Massimo Galli, en plein su Rai3 e Rete4. Su Canale5 ha primeggiato Giulio Gallera. Exploit di Roberto Burioni su Rai2: grazie alle sue ospitate settimanali a Che tempo che fa, il virologo si è piazzato al secondo posto con due ore di parola.

A giudicare dai numeri e dalle ore di prolungata esposizione televisiva, la domanda sorge spontanea: ma ai suddetti esperti è rimasto del tempo per lavorare e per dedicarsi concretamente alla lotta al virus?



Articoli che potrebbero interessarti


Roberto Burioni, Le Iene
Le Iene contro Burioni: «Ha un conflitto d’interessi?». Lui replica e minaccia azioni legali


Massimo Giletti
Non è L’Arena, Giletti fa le pulci a Burioni e Fazio. Ma dimentica i suoi sfondoni


Myrta Merlino
L’Aria che Tira, assembramento all’arrivo di Conte a Genova, la Merlino sbotta: «Scena ridicola, mi sembra folle» – Video


Fabrizio Salini, Marcello Foa
Caso Conte: in Vigilanza Rai, fuoco incrociato su Salini e Foa. I due fanno scudo

1 Commento dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

29 maggio 2020 alle 21:13

La domanda nel titolo me la sono posta ogni giorno. Non avevo alcun dubbio che in cima alla classifica ci fosse Galli, che specie nelle prime settimane era su qualsiasi canale tv a qualsiasi ora. Il protagonismo (spesso anche supponente) di certi cosiddetti “esperti” è stata una delle cose meno belle di questo triste periodo. Ci insegna però che chi sta davvero in trincea, nella ricerca come nella pratica clinica, non sono i “baroni” ma sono i peones, ovvero specializzandi, borsisti, contrattisti e precari vari.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.