30
maggio

Ricci vs Insinna, lotta continua: «Striscia ha sempre avuto dei competitor, da Biagi a Ventura, da Clerici a Frizzi… ma erano brave persone»

Flavio Insinna

Uno mena, l’altro incassa il colpo. E viceversa, fino al round successivo. Ormai non passa giorno senza che l’accesa querelle tra Striscia la Notizia e Flavio Insinna si arricchisca di una nuova puntata. Questo pomeriggio è toccato al tg satirico di Canale5 replicare al conduttore di Affari Tuoi, che in un’intervista al Corriere ha parlato di “campagna d’odio nei suoi confronti e denunciato di avere “una persona potentissima” contro di lui (in riferimento ad Antonio Ricci). Nel giro di poche ore è arrivata la reazione incollerita di Striscia.

Nell’intervista, il conduttore di Affari Tuoi aveva condannato il programma dell’access di Canale 5 per aver accostato la parola “femminicidio” ad alcuni estratti del suo libro dedicato al padre. E la replica del tg satirico è partita proprio da qui.

Insinna polemizza con l’uso del termine ‘femminicidio’, ma evita di ammettere un fatto molto facilmente verificabile, basta andare a pagina 88 del suo libro Neanche un morso all’orecchio (Mondadori), dove si legge del suo odio per l’infermiera della terapia intensiva dov’è ricoverato il padre, e che lui minaccia, appunto, di femminicidio: «Brutta nana stronza… se provi a denunciarmi io domani torno e ti ammazzo con le mie mani». È stato lui a scrivere quelle parole e a confermarle in un’intervista, non qualche suo nemico“.

E le randellate continuano:

Insinna sostiene che Antonio Ricci ce l’avrebbe con lui perché ha avuto «l’ardire di condurre un programma che andava in onda nel suo stesso orario». Non dice però che Striscia ha sempre avuto dei competitor, da Enzo Biagi a Simona Ventura, da Antonella Clerici a Fabrizio Frizzi, da Pupo a Max Giusti fino ad Amadeus, ma con nessuno c’è mai stato alcuno screzio, forse perché si è sempre trattato di brave persone“.

Poi Striscia nega di aver mai perseguitato Insinna, citando due sentenze. La prima, del 2013, si riferiva ad Affari Tuoi rilevando “tecniche procedurali e tecniche di controllo che non garantivano la dovuta trasparenza“. La seconda, del 2015, escludeva “la natura diffamatoria delle trasmissioni informativo-satiriche di Striscia la notizia”.

L’unica cosa vera detta da Insinna è che Striscia la notizia ha deciso di intervenire, anche se Affari tuoi ha chiuso, proprio per l’eco che ha avuto l’intervista a Carta Bianca, con cui il consumato attore dei pacchi ha sedotto giornalisti, politici e telespettatori. Del tutto falso, però, il suo stupore per l’esistenza di quei fuori onda che circolavano gratuitamente, di telefonino in telefonino, da un paio d’anni e che sono arrivati a Striscia presumibilmente dopo essere stati mandati invano alla Rai. Perché va ricordato che Insinna non è affatto solo, ma gode, e ha sempre goduto, della ferrea protezione fornita dai vertici di Viale Mazzini e da Endemol, tanto che era lui stesso a sfidare pubblico e maestranze in studio perché filmassero e scrivessero lettere di protesta ai vertici della Rai, tanto lui si sentiva le spalle totalmente coperte contro “quei sorci” che parlano dietro” ha proseguito il tg satirico.

E, a proposito di Carta Bianca, stasera – 30 maggio 2017 – Insinna sarà di nuovo ospite nel programma di Bianca Berlinguer e si attendono nuove scintille proprio in merito alla polemica con Striscia. Polemica che il tg satirico ha deciso di portare anche sul piano televisivo, rinfacciando al conduttore i risultati di alcune sue recenti trasmissioni.

Si può aggiungere che l’esaltazione dell’uomo solo al comando, evidente nelle parole del conduttore, ha dimostrato di produrre molti più disastri che benefici. Nell’ultimo anno non si contano i flop di Flavio Insinna. È stato un fallimento Il grande match. Un disastro Dieci cose, il varietà del sabato sera di Raiuno ideato da Walter Veltroni, per non parlare di Dopo fiction. Inoltre, il nostro è stato protagonista di uno spot pubblicitario sull’acqua minerale fra i più brutti degli ultimi 20 anni, ma soprattutto ha mandato in rovina Affari tuoi, tant’è che, dopo un anno di continue disfatte, la Rai ha dovuto sospenderlo” ha infatti concluso Striscia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Nino Frassica replica a Striscia la Notizia
Striscia la Notizia: «Dopo Fiction seguito solo dai parenti di Insinna». Nino Frassica replica: «I parenti sono quasi il doppio dei telespettatori di Canale 5»


Flavio Insinna, Carta Bianca
Flavio Insinna torna ospite a Carta Bianca dopo la polemica con Striscia


Ezio Greggio
Ezio Greggio replica a Flavio Insinna: «Mai evaso le imposte, frasi diffamatorie». E Striscia rincara la dose


Flavio Insinna replica a Striscia in diretta su Facebook
Flavio Insinna replica a Striscia: «Attacco per distruggermi. Ce l’hanno con me perché ho risposto al tapiro»

21 Commenti dei lettori »

1. osservatore critico ha scritto:

30 maggio 2017 alle 17:19

Una sola cosa: BASTA! davvero: BASTA!



2. kalinda ha scritto:

30 maggio 2017 alle 17:31

Bonolis non è una brava persona?



3. Giuseppe ha scritto:

30 maggio 2017 alle 17:36

L’unico vero competitor di Striscia è stato Affari Tuoi, altri competitor sono stati estemporanei e poco fortunati a parte il recente Soliti Ignoti, Striscia ha preso sonore bastonate da Bonolis e da Insinna e se l’è presa con loro, la Ventura ha condotto Le tre scimmiette, programma flop e durato quanto un gatto in tagenziale, Ricci farebbe prima a dire che non ha attaccato la Ventura semplicemente perchè non ce ne era il bisogno. Comunque basta davvero.



4. Giovanni ha scritto:

30 maggio 2017 alle 18:19

Segnalo solo che Striscia la Notizia va avanti con successo da quasi trent’anni: un motivo ci sarà……forse è dovuto ai minus habens come me.



5. sameoldstory ha scritto:

30 maggio 2017 alle 18:46

fare un servizio su Insinna ci stava, farne due magari anche, ma randellare per giorni e giorni su un vecchio fuori onda è squallido e mostra chiaramente che la faccenda è più una questione personale di Ricci che altro. Bastaaaa!



6. Luca ha scritto:

30 maggio 2017 alle 18:57

Secondo me invece Striscia deve continuare a randellare l’ipocrita sinistrorso che alla prima occasione si rivela un razzista prepotente
Stasera lo premiano con una bella ospitata su Rai3,in vista di una sua candidatura nel Pd alle prossime elezioni
Complimenti alla Rai…. con i nostri soldi
Che buffonata,la Berlinguer, pensa di fare uno scoop!!!
ahahahaha



7. Daniela ha scritto:

30 maggio 2017 alle 19:07

Giuseppe, non dire cavolate.
Striscia ha preso bastonate pure da Pupo, Max Giusti e Frizzi e pure adesso Amadeus. Ma chissà come mai non ci sono stati problemi.
Perché loro sono veramente brave persone a differenza di quel falsone di Insinna



8. Marco ha scritto:

30 maggio 2017 alle 19:13

Guerra tra ipocriti..
Lo scoop credo lo voglia fare Ricci, non la Berlinguer.
Peccato che l’oramai vecchio e ripetitivo Ricci non sia più in grado(questo da anni) di confezionare 40 minuti di trasmissione se non ripetendo tutte le sere le stesse cose a sfinimento. Trasmissione il cui scopo oltre a fare ascolti di voler infastidire qualcuno e alimentare la sete di cattiveria dei telespettatori. C’è di meglio in giro..



9. Giuseppe ha scritto:

30 maggio 2017 alle 19:15

Striscia la notizia si regge sulla parte più sempliciotta della nazione ed ha contribuito in maniera importante al regresso culturale di essa, lo si capisce da quelli che attaccano Insinna sui social, gente di un’ignoranza imbarazzante.



10. roberto ha scritto:

30 maggio 2017 alle 19:18

E quel cattivone di Bonolis che conduceva striscia non è una falla per il purista ricci? Striscia ho smesso di amarla quando prendeva di mira 10 secondi di pubblicità occulta per riproporla in primo piano per 10 20 puntate in modo che il prodotto ci entrasse nella testa. Ora ha stancato striscia…che vede il marcio solo dove vuole ( controlli ad esempio certe edizioni di uomini e donne che proprio vere non solo..controlli il carattere proprio non facile di alcuni suoi conduttori o la moralità di altri) e adesso ha stancato anche insinna che usa la gogna per una campagna pubblicitaria a sfondo politico. E se dopo fiction proprio un flop non è stato…ll flop di striscia e di insinna oggi è innegabile



11. Giuseppe ha scritto:

30 maggio 2017 alle 19:20

Daniela, Striscia ha preso bastonate solo da Affari Tuoi e di recente da Soliti Ignoti, contro affari tuoi ha sempre fatto crociate, la differenza fra Pupo e Insinna e Bonolis è che gli ultimi due hanno risposto con forza alle accuse, Bonolis fu massacrato per mesi.



12. makeit ha scritto:

30 maggio 2017 alle 20:20

Peccato che un programma potenzialmente utile come Striscia si perda in queste vendette da 4 soldi



13. Nina ha scritto:

30 maggio 2017 alle 20:41

Sì, vabbè tutti che incolpano la “parte sempliciotta” e diciamo pure ignorante. Mai che nessuno si renda conto di farne parte. (non sto parlando di te Giuseppe come persona, ma in generale)



14. Giuseppe ha scritto:

30 maggio 2017 alle 21:28

Nina, Striscia se l’è sempre presa coi ladri di polli, gli si da’ una credibilità sociale che non ha, è un programma che fa processi mediatici facendo leva sullo sdegno popolare. A me non piace questo modo di fare.



15. Srich ha scritto:

30 maggio 2017 alle 22:15

Che stoccatona furba quella sui flop di Insinna.
Ora escici le semifinali di Cultura Moderna e la seconda edizione di Giass, Antò.



16. Srich ha scritto:

30 maggio 2017 alle 22:19

Però quando ha ragione ha ragione. Gli spot fanno veramente venire voglia di disfarlo a manrovesci. Se l’attacco di Striscia portasse la Brio Blu a rescindere il contratto e smettere di mandarli in onda rivaluterei tutta questa storia.



17. Giuseppe ha scritto:

30 maggio 2017 alle 22:22

Srich, Striscia non è più un programma credibile(qualora lo fosse stato) per tutta una serie di cose, ed è ora ci si accorga di quello che è realmente.



18. Giovanni ha scritto:

30 maggio 2017 alle 22:52

Cosa ti rode, Giuseppe?



19. Daniela ha scritto:

31 maggio 2017 alle 02:02

Giuseppe, pure i Soliti Ignoti ai tempi di Frizzi spesso e volentieri sconfiggevano Striscia. Eppure Ricci col Frizzolone non ce l’ha mai avuta



20. Alessandro ha scritto:

31 maggio 2017 alle 09:41

Ma Striscia ha ancora successo dopo 30 anni perché è un TG SATIRICO, ergo, può essere accostato ad un normalissimo TG dato che di notizie disarmanti in Italia se ne trovano senza fine e pietà ogni giorno. Io credo che non può essere accostato ad un programma come Affari Tuoi che è, ogni giorno, la stessa storia



21. Beppe ha scritto:

31 maggio 2017 alle 14:39

Paradossale Striscia: non si rendono conto che dicendo così, hanno affermato di avercela con Insinna per ragioni extratelevisive?!
Non ce l’abbiamo con te perche sei competitor, ma ce l’abbiamo con te perchè… appunto: perchè?
Insinna non sarà una persona senza difetti, ma questo è accanimento e fatto nella maniera più pettegola e provinciale possibile.
Io sono nato in un paesino e le vicine di casa litigavano così.
Arriveranno a strapparsi i capelli ;)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.