1
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2015: SAVERIO RAIMONDO CONDURRA’ IL DOPO FESTIVAL

Saverio Raimondo

Saverio Raimondo

Carlo Conti ci ha provato ma alla fine ha dovuto arrendersi. Il celebre conduttore televisivo non ce l’ha fatta a riportare su Raiuno il Dopofestivalche manca sul primo canale della TV di Stato oramai da qualche anno. E quindi anche per il Festival di Sanremo 2015, così come accadde con la scorsa edizione della kermesse, dovremmo accontentarci di un post-gara sul web, in diretta in streaming sul sito della Rai.

A condurlo questa volta è stato chiamato Saverio Raimondo, comico di Comedy Central, fino a qualche settimana fa nel cast fisso de La Gabbia su La7. Il personaggio in questione non è nuovo nemmeno agli schermi Rai: lo ricordiamo infatti come autore di Serena Dandini, poi come monologhista dello show “Stiamo tutti bene” su Raidue e come editorialista satirico di “Glob” (con Enrico Bertolino) su Raitre. Da domani sarà anche protagonista di “Stand Up Comedy” su Comedy Central (Sky) ed ha collaborato con Sabina Guzzanti (su La7) e la sorella Caterina (su Mtv). Adesso lo attende questa nuova avventura.

Dopo Festival: Pippo Baudo, “l’ha inventato lui”

Era il 1992 quando Pippo Baudo, mente del Festival di Sanremo, decide di dar spazio ai commenti sullo spettacolo con un Dopo Festival che seguiva immediatamente le puntate della kermesse. La Rai accolse bene la proposta del celebre conduttore televisivo: in questo modo si riuscivano a fare ascolti record in seconda serata senza una concorrenza reale. L’occasione era ghiotta per riuscire ad avere commenti a caldo sulla serata dai diretti protagonisti; in studio erano attese anche le principali testate giornalistiche pronte a creare “dissing”, scoop e dichiarazioni speciali. Tutto questo in un clima a metà strada tra il comico, il trash ed il solenne che fece ben presto del Dopo Festival un appuntamento imperdibile.

Fra le edizioni “storiche” del Dopo Festival ricordiamo:

- la prima (1992) condotta dallo stesso Baudo, Luciano De Crescenzo, Sandro Ciotti, Vincenzo Mollica e Gianni Ippoliti. In quel caso le polemiche furono avanzate dai giornalisti stessi: il presentatore sicialiano decise infatti che avrebbero dovuto presenziare nel programma solamente 24 testate giornalistiche escludendo di conseguenza tutte le altre che avrebbero voluto fare domande agli ospiti in questione;

- quella del 1996 condotta da Baudo ed Ambra Angiolini. In quella edizione Pippo venne accusata da Roberto D’Agostino di essere un “presentatore stalinista”, reo di aver impedito la libertà di espressione di critici e giornalisti presenti nel programma;

- l’edizione del 1997 condotta da Bruno Vespa. In quell’occasione mancavano i grandi big, i grandi ospiti che avevano rinunciato allo show memori delle brutte esperienze del passato (le critiche che negli anni precedenti si erano consumate durante lo spettacolo non erano andate giù a parecchi). Bruno si ritrovò così a costruire un Dopo Festival con pochi ospiti (per la maggior parte “giovani”) ed accusò gli autori del programma di non averci lavorato abbastanza. Si scagliò anche contro i cantanti stessi, colpevoli, a suo dire, di essere troppo permalosi e di non aver rispettato gli impegni presi;

- quella del 2014, la prima in diretta dal web dopo nove anni di assenza. Fu Paolo Bonolis ad abolire il Dopo Festival nel 2005: in quel caso preferì portare direttamente sull’Ariston durante il Festival i commenti di critici e giornalisti.



Articoli che potrebbero interessarti


Saverio Raimondo
SAVERIO RAIMONDO A DM: VOGLIO RIFARE IL DOPOFESTIVAL SUL WEB, NON IN TV. ORA TORNO A COMEDY CENTRAL


Carlo Conti
SANREMO 2016: LEONE CONFERMA CONTI (CHE PRENDE TEMPO). DOPOFESTIVAL VERSO LA TV, UN PROGRAMMA PER LA SCELTA DEI GIOVANI


Giancarlo Magalli
MAGALLI SBARCA ANCHE AL #DOPOFESTIVAL. CON RAIMONDO CI SARANNO SABRINA NOBILE E I NIRKIOP


Veronica Maya - Agon Channel
BOOM! VERONICA MAYA AL TIMONE DEL DOPOFESTIVAL DI AGON CHANNEL

6 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 17:39

L’ ultimo DopoFestival del 2004 lo condussero Baudo e Giancarlo Magalli.



2. paky94 ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 21:45

A me risulta che l’ultimo DopoFestival, prima del 2014, fu quello del 2008, con Elio e le storie tese e Lucilla Agosti. Grande edizione dopofestivaliera.



3. trucidatus ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 21:53

L’ultimo Dopofestival in ordine di tempo,se non sbaglio, è andato in onda,in realtà,nel 2008,presentato da Lucilla Agosti ed il gruppo musicale “Elio e le Storie Tese”



4. trucidatus ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 22:11

Esatto paky94, evidentemente hai terminato il tuo commento mentre stavo finendo di scrivere il mio,perchè purtroppo sono lentissimo a digitare,quindi il tuo mi è stato visualizzato solo in seguito,comunque confermo quello che hai scritto,perchè risulta anche a me,in quanto ho guardato tutte le puntate,nonostante la maggior parte siano andate in onda a notte inoltrata,perchè Baudo ha chiuso sempre in forte ritardo,eccezion fatta per la serata del Mercoledì,se non vado errato,che andò in onda alle 23,poichè il Festival quella sera non fu trasmesso;quell’edizione piacque molto anche a me poichè la conduzione in particolare, a mio parere è stata brillante, vivace e a tratti mi ha anche divertito parecchio,soprattutto per l’irriverenza che gli “Elio e le storie Tese” dimostrarono di avere in quell’occasione.



5. kalinda ha scritto:

1 febbraio 2015 alle 22:31

Se facessero sta cosa da due soldi in tv invece che su internet un 20% non lo farebbero?



6. nas ha scritto:

2 febbraio 2015 alle 02:13

questo Raimondo non lo conoscono manco nella palazzina sua, che scelta sarebbe? forse va gratis



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.