19
maggio

CHE NE SARA’ DI DOMENICA IN?

Domenica In - ultima puntata - Mara Venier - 2014

Domenica In - ultima puntata - Mara Venier - 2014

Ho visto cose che voi umani difficilmente riuscireste a immaginare. Soprattutto durante la ‘gestazione’ dei palinsesti autunnali. Ancor di più se ci riferisce a quelli della tv pubblica. Puzzle accuratamente realizzati, per essere disfatti subito dopo, poi creati nuovamente, ed ancora smontati sino alla composizione definitiva, pronta ad essere messa in bella mostra durante la presentazione ufficiale del nuovo ‘cartellone’. Salvo colpi di scena dell’ultimo minuto con i quali, magari, si ripristina lo status quo o si riserva un ‘colpo di grazia’ senza possibilità d’appello.

Fatto sta che si respirano insopportabilmente tensione e nervosismo, rassegnazione di chi inizia a leccarsi le ferite ed entusiasmo di chi già si lecca i baffi per aver occupato una poltrona o, ancora peggio, averla sottratta al/alla collega. E capita non di rado che lo stato d’animo del conduttore traspaia già nel corso delle ultime puntate del programma che conduce.

Prendete l’ultima puntata di Domenica In, andata in onda ieri. Per l’atto conclusivo dello show di Mara Venier il sapore era quello di un funerale in piena regola, o, se preferite, della raccolta di ‘amici e parenti’ attorno al capezzale della conduttrice proprio nelle ultime ore di vita (del suo programma). E se la puntata in sè non era malvagia, la ‘drammaticità’ dei toni con l’approssimarsi dell’esalazione dell’ultimo respiro non solo era fastidiosa ma, più semplicemente, ingiusta.

Ingiusta perchè la sensazione è che si giochi col lavoro altrui. Che si disponga della professionalità delle proprie risorse artistiche, come fossero mere pedine nelle mani -spesso inesperte- del dirigente di turno. E la cosa non è una novità di quest’anno, ma negli ultimi tempi si è sicuramente accentuata (e giustificata) ‘grazie’ a quell’indispensabile cambio di linea editoriale che, in tutta sincerità, si fa grande fatica a rintracciare tra i canali della tv pubblica.

Certo, un conduttore può piacere o meno, ed è assolutamente legittimo, oltre che auspicabile, che si aspiri (anche se spesso utopisticamente) al palinsesto perfetto; ma se ti guardi indietro e vedi che le scelte effettuate hanno portato instabilità, ascolti mediocri, prodotti di scarsa fattura e disaffezione del pubblico anche nei confronti di ‘marchi di fabbrica’ della rete spesso importanti, forse un passo indietro lo fai e piuttosto che voltare nuovamente pagina, mettendo in piedi frettolosamente una nuova squadra che porta inevitabilmente con sè nuove incognite, metti mano al programma e lavori affinchè si collaudi e possa viaggiare senza problemi. Non fosse altro che per ragioni di decoro. Della rete e ai suoi ‘attori protagonisti’.

Per questo, addii come quelli di Mara Venier – a prescindere dalla riuscita o meno della sua Domenica In (non ho esitato a definirla geriatrica!) – mettono tristezza. Si può obiettare qualunque cosa, ma la Signora della Domenica era ed è una che la televisione la sa fare e ha tutti i titoli per esserci. Che poi possano esserci formule, progetti e programmi più o meno indovinati, è altra faccenda.

Mentre non è un’altra faccenda il nuovo giro di valzer che si affaccia all’orizzonte e che assume i contorni del patetico e del patologico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mara Venier
MARA VENIER SULLA SUA ASSENZA A DOMENICA IN: “TRATTATA DALLA RAI COME UNA SCARPA VECCHIA. CON LA PEREGO PROBLEMI PRIVATI”


mara contro tutti instagram
MARA VENIER VS PEREGO: MI SPIEGHI PAOLETTA PERCHE’ DAVATE PER CERTA LA MIA PRESENZA A DOMENICA IN?


Mara Venier
SPECIALE DOMENICA IN: IL CONTENITORE DI RAI1 FESTEGGIA 40 ANNI… SENZA MARA VENIER


Mara Venier piange 3
DOMENICA IN: LACRIME PER MARA VENIER. PACE FATTA CON LA CLERICI

50 Commenti dei lettori »

1. sboy ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:21

Quoto tutto. Sinceramente sapere la Venier a casa ed altre, tanto per fare dei nomi..Maya o Landi ricollocate, mi mette rabbia. Io sinceramente le logiche della Rai le capisco ben poco. Se fino a un anno fa VID con Venier e Liorni andava bene perchè non rimetterli alla guida del programma piuttosto che ricambiare un altra volta tutto, con presunti gameshow o PDC pomeridiano? Boh..



2. Ciro ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:31

Anche l’anno scorso, allora il direttore avrebbe dovuto lasciare la domenica nelle mani della Cuccarini. La Venier si aspettava un grade successo… Un po’ le sta bene! Ha sgomitato pur di togliere il programma alla collega quando aveva tra le mani un programma di successo come VIta in diretta! Ora e’ tutti da rifare e sensi vuole dare una nuova linfa alla domenica, bisognerebbe discutere anche su l’Arena che quest’anno ha dato segni di cedimento. Meglio terminare un programma di successo che terminarlo quando è morto! Quindi nuova collocaZione per l’Arena (prima serata o seconda serata) e nuova domenica in…



3. liberopensiero ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:38

Il turn over dei conduttori è fisiologico e non riguarda solo la Venier.Ho trovato stucchevole e a tratti eccessivo il suo commiato di ieri.Sicuramente è portata per la tv salottiera del pomeriggio,e la televisione la sa fare,ma arriva anche il momento in un lavoro che non prevede la timbratura del cartellino,quando si incomincia ad apparire stanchi e insofferenti di fronte al pubblico,di godersi la meritata pensione.Coi tempi che corrono non è certo un disonore,ma un privilegio,nel suo caso un grande privilegio.



4. SUSY87 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:39

Io averi puntato ancora su Mara, con un progetto vero e una valida squadra di lavoro o le avrei ritagliato uno spazio nel primo pomeriggio, magari con Costanzo come spalla. Dai Davide, dacci qualche chicca, che si prospetta per il daytime???



5. alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:40

Si chiude un edizione di dom in orrenda senza capo ne coda non c’è stata una puntata in cui non mandassero in onda filmati delle vecchie domeniche della Venier a sottolineare che le migliori sono state le sue.La Venier non credo voglia andare in pensione, quando le cose le vanno male assume toni dimessi, quando ha successo invece diventa leonessa e si permette di prendere in giro professioniste come la Cuccarini a vid ironizzando sui contenuti della sua dom in convinta che arrivando lei avrebbe impennato gli ascolti, giustizia esiste ed ha voluto che invece gli ascolti li abbia affossati ed è riuscita pure ad avere parole di stima per la D’urso.Coerenza zero.La Perego non credo farà meglio perché non è amata dal pubblico, lei può funzionare in prigrammi già strutturati come la talpa ma si sa che Presta spinge solo per Venier e Perego, mi hiedoo solo perché la Cuccarini non cambi agente dal momento che ha lavorato tre anni su raiuno solo perché piaceva a Mazza.



6. ANGELO ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:47

Anche io avrei puntato un altro anno con la Venier, bisogna fidelizzare il pubblico. Anche la Cuccarini ha sofferto il primo anno poi i successivi faceva ascolti ottimi, purtroppo in RAI se non si gioca al massacro non si e’ contenti!



7. bruna ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:48

Ma LEONE tutto questo lo sa???? d’accordo con SUSY87 e con Davide ovviamente…la Veniere il suo lavoro lo sa fare e anche bene e se veramente hanno intenzione di metterci la sig,ra Presta possiamo recitare il DE PROFUNDIS!!!



8. giacomo bartoluccio ha scritto:

19 maggio 2014 alle 11:57

Il problema è il giro di valzer che ha distrutto due programmi in un sol colpo, LA VITA in diretta e Domenica In
La Venier sembrava scocciata, annoiata, non ha avuto la vervet giusta, sembrava in quello studio perchè costretta e non perchè l’ha voluto.
Ha messo su una domenica in noiosa, con interviste anacronistiche, con domande banali che avrebbe fatto l’impallidire fazio e ingelosire marzullo, una trasmissione soft ed elegante rispetto alla cacca della rete avversaria con una conduttrice pesante, finta, e insopportabile ma comunque coinvolgente con la sua trasmissione ultra popolare
L’errore è stato non confermare la cuccarini che comunque l’anno prima aveva fatto meglio. Ora la domanda che il direttore e la rai intera si deve fare, ha senso un contenitore domenica vecchio stile in una contesto televisivo completamente mutato. Diciamo lo, domenica in e la domenica di c5 si dividevano le briciole di una platea tv che a quel ora guarda altro o fa altro



9. sboy ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:02

La sensazione è che la Rai già dall’anno scorso voleva togliersi di mezzo la Venier, e che quest’anno complice il flop di Domenica in abbiano portato a termine il loro piano



10. alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:10

Davide,la Perego é confermata la domenica o é solo candidata?



11. Michele87 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:16

Ditemi pure che sono un fan imparziale, che parlo per partito preso, che faccio le crociate eccetera eccetera, però visto che qui lo fanno quasi tutti allora per una volta lo voglio fare anch’io.

A Domenica In dovrebbero rimetterci Lorella Cuccarini magari riformando la storica coppia con Marco Columbro e non certo la Perego (anche lei reduce da una stagione che definirei, per essere buono, TOTALMENTE FALLIMENTARE) la cui cacciata alla fine della stagione scorsa è stata a dir poco ingiusta e scandalosa (anche io come dice alex al posto della Cuccarini avrei lasciato la scuderia di Presta, che come agente nei suoi confronti è stato sempre, a dir poco, una mezza calzetta, visto che non ha lavorato per sette anni e poi è stata fatta cacciare da un programma di successo, senza che questo dicesse nulla o si adoperasse in sua difesa, mentre per la moglie e per la Venier è stato molto più combattivo).

Il tempo però come sempre è stato galantuomo, alla Venier gli sta bene questo sonoro floppone (perchè questa è stata la sua Domenica In, senza tanti giri di parole) pensava di essere ancora nel 1994, di essere ancora ”la signora della domenica” ed invece il pubblico ha mostrato il pollice verso, dimostrandole che non era più la signora di un bel nulla….. BEN LE STA, Anzi ringraziasse che la Rai è ancora pubblica perché fosse stata in una tv commerciale l’avrebbero cancellata dopo la terza puntata.

Per quanto riguarda la storia del suo ritiro dalle scene secondo me è una ridicola pagliacciata strappalacrime per far provare compassione al (pochissimo) pubblico che le è rimasto, io non sentirò la mancanza di questa falsa e volgare ‘’signora”, descritta da tutte le persone che ci hanno lavorato (tecnici, autori, ballerini) come una vipera come poche altre (prova è che molti suoi colleghi della sua stessa scuderia non la possono vedere, tipo la Clerici)



12. Davide Maggio ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:19

Ragazzi le alternative di cui si parla sono due, ma secondo me sono tre. La terza ve la dovrei spiegare a lungo e vedrebbe la conferma della Venier.

Le ipotesi manifeste, invece, sono:

1 – La Perego a Domenica In
2 – Chiusura di Domenica In e sostituzione con diritti (film/fiction/telefilm). Lo riporta tra l’altro anche oggi Il Giornale.



13. Davide Maggio ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:20

Michele87: ecco, questo è l’errore che fate voi fan della Cuccarini. La vedreste ovunque, anche dove sta malissimo. A Domenica In, ad esempio, io l’ho vista malissimo. Lorella è fatta per programmi differenti. Vedi La Pista, per esempio. Il succo (anzi, uno dei succhi) dell’articolo è proprio questo: le risorse che hai devi saperle collocare.



14. Michele87 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:25

Comunque, sempre secondo me, mi dispiace dirlo, ma Domenica In secondo me farebbero meglio a cancellarla, ormai non ha più senso, l’unica sarebbe farla ritornare alle origini, ovvero un vero contenitore generalista che occupa tutto il pomeriggio domenicale dalle 14 alle 20, con un unico conduttore e tanti contenuti (anche cronaca e politica, però alternate a momenti di varietà).

Insomma Domenica in dovrebbe tornare ad essere come era stata fino alla stagione 2004-2005, altrimenti tanto vale chiuderla e fare un programma domenicale tutto nuovo, questo spezzatino di studi, programmi e conduttori non ha senso (secondo me non ce l’ha mai avuto).



15. Paolo ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:25

Mi sembra ovvio che la domenica passi alla perego figuriamoci se presta la lascia disoccupata



16. Marco89 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:30

Davide: Scusa perchè forse sono tardo, ma quindi stando all’articolo scritto, secondo te la Rai ha tentato in un modo o nell’altro, velato o meno, di “liberarsi” della Venier perchè non era considerata adatta per nuova era Rai?
In ogni caso meglio la sostituazione a questo punto, di idee ce ne sono poche e piuttoste di rivedere una Domenica In stile Così è la vita con la Perego alla conduzione, meglio lasciar perdere tutto. Speriamo che i tagli servano a tagliare i rami secchi e a ripartire da ciò che funziona e con idee finalmente nuove.



17. alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:33

Davide la Cucca nemmeno a me piaceva a dom in,io lamento solo il fatto che spesso viene messa da parte anche quando gli ascolti la premiano vedi don in. Purtroppo i grandi show alla Cuccarini non li danno quindi se la TV le offre progr come dom in é obbligata ad accettarli perche altrimenti realisticamente esci dal giro, se poi la sua dom in fa ascolti alti a maggior ragione piaccia o no



18. iki ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:36

Non guardo i contenitori domenicali in maniera assidua ormai da molti anni,credo peró che è ora di toglierci dalla testa quest’idea del contenitore domenicale come unica soluzione per il pomeriggio festivo.
A parte che oggi secondo me non funzionerebbe,e comunque si puó confezionare benissimo un buon prodotto adatto alla domenica pomeriggio.
Canale5 editorialmente ha pensato di perseguire a bassi costi il filone ovvero la staffetta Pomeriggio5-Domenica Live e funziona perchè Carmela ha coltivato il pubblico nel daytime per portarselo alla domenica pomeriggio.



19. faboulous ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:41

tutto questo spottone alla professionalità della venier,quando gente ben più preparata sta a casa. simpatia per mara,ma la mia impressione è che lei quest’anno non avesse proprio voglia di fare quello che ha fatto. il programma in se non aveva senso,ma lei ha contribuito con una conduzione svogliata,svaccata,sembrava sempre ubriaca e fa e dice le stesse cose da anni. se non ne ha voglia,lasci a gente che si mette più in gioco



20. iki ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:42

Per Rai1 il discorso é differente.
Per me La soluzione dovrebbe essere o il prolungamento di Giletti con L’Arena introducendo anche uno spazio tutto dedicato all’intrattenimento ed interviste(spazio leggero) e pur non tollerando Giletti,credo possa venir fuori una cosa ben fatto.
Oppure mettere un film dopo Giletti(bisogna toglierci dalla mente anche l’idea che la dom pomeriggio debba esserci per forza un programma perché questa usanza c’è solo in Italia e poi una serie di bei film li apprezzerei più di tutti questi programmi domenicali)
La soluzione Perego non funzionerà e Leone lo sa in partenza.
Togliamoci tutti dalla mente anche soglie di ascolti monstre tipo 20% 30% perchè vorrei ricordare che la concorrenza è aumentata



21. giacomo bartoluccio ha scritto:

19 maggio 2014 alle 12:49

La rai ha perso perchè ha assecondato, come sempre, i magheggi di Presta, il grande sconfitto di questa stagione tv. Purtroppo gli agenti (non solo presta, anche caschetto) in Italia hanno un gran peso nelle decisione di palinsesto, nella scelta degli autori, degli ospiti e nella scelta del format da affidare ai loro assistiti, ci sono dei casi dove contano più dei direttori di rete.



22. marcko ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:03

ma sento sempre dire la domenica della coppia columbro e cuccarini… ma quelle domeniche (davvero belle!) ormai son passate!
erano altri tempi la tv aveva ritmo divso, c’era un pubblico che si stancava meno velocemente e la cosa fondamentale e che c’era un diverso BADGET…..

son passati 20anni, ma meglio tenersi un bel ricordo che rovinarlo come spesso molti direttori di rete hanno fatto con vari programmi che hanno fatto la storia della tv italiana.



23. alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:12

io il succo di questo articolo non l’ho capito.
E’ una critica all’atteggiamento svogliato della Venier? O a chi non è stato capace di costruirle una domenica decente? O a chi ha deciso di non confermarla?



24. Joël ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:13

Buongiorno,

L’unica cosa che voglio dire, è che Mara mi manca già, lei è una vera professionista, che sa mettere gli ospiti a loro agio non è il caso per tutte le conductrice.
A presto Mara !!!!!!!!!



25. SUSY87 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:31

La terza alternativa che prospetta Davide mi incuriosisce molto. Intendi una rivoluzione totale che sposti l’Arena e un nuovo progetto per l’intero pomeriggio che includa la Venier? Che dici Davide, ci vado vicina? In ogni caso se così non fosse meglio chiudere subito Domenica In che andare avanti con un altro anno di lenta agonia…



26. Ciro ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:34

Assolutamente no. Il ritorno della Cuccarini a Domenica In non avrebbe senso (a meno che non ci fosse un progetto forte ma ne dubito). La storia della cancellazione del programma esce fuori ogni fine edizione…non credo accada.
@Davide…sarei curioso di sapere la terza alternativa….Raccontaaaaa!!!



27. rien ha scritto:

19 maggio 2014 alle 13:42

Applauso per Davide Maggio.
La Venier, ha una dote essenziale, buca il video e ha una comunicativa a differenza di qualcuno che ha il dono dell’antipatia.



28. Matteo G. ha scritto:

19 maggio 2014 alle 14:18

Davide, tu dici “le risorse che hai devi saperle collocare”. Chi meglio della Venier per fare una Domenica In leggera, dato anche i buoni risultati della VID la stagione precedente? Il problema è stato che la D’urso grazie al mega traino del segreto ha fidelizzato il pubblico poco a poco, portandolo a guardare anche Domenica Live. A questo punto o fanno un continuo tra Vita in diretta e Domenica In oppure fanno prima a chiudere il programma. Certo è, che la Venier è apparsa tutto l’anno svogliata quando l’anno scorso sgomitava per riavere il suo programma. A questo punto se paradossalmente le riaffidassero la VID, tornerebbe con la coda tra le gambe, altro che psicofarmaci per lo strees



29. ale ha scritto:

19 maggio 2014 alle 14:19

Se non si guardasse solo agli ascolti ma anche al confezionamento di un prodotto televisivo, quelli di Rai Uno potrebbero tranquillamente mettere l’Arena in prima o seconda serata durante la settimana oppure gia’ alle 21,30 della domenica sera.
Per quanto riguarda Domenica In invece dovrebbe ritornare ad essere il programma che e’ sempre stato in onda con una prima parte dalle 14 alle 19 e dalle 19 alle 20 con una seconda parte dove al suo interno potrebbe essere inserito un bel gioco (visto che in quella fascia oraria va di moda il quiz) come accadeva nella Domenica In di Baudo targato anno 1991-1992 dove c’era il gioco de “Il Castello” che faceva grandi ascolti. Non dico di riproporre questo gioco ma visto i format che ci sono nel mondo, sicuramente se ne puo’ trovare o ancor meglio inventare una adatto al programma.



30. Esabac ha scritto:

19 maggio 2014 alle 14:54

Per me ci possono essere tre ipotesi solo:

- Domenica In diretta (chiaramente uno spin off di Vid con la stessa conduttrice ma con un co conduttore diverso e fidelizzare il pubblico come la d’Urso)

- Domenica IN dalle 14 alle 18,50 come contenitore unico e Arena in prima serata

- Chiusura di Domenica In

Io sentivo anche della possibilità Balivo, alla quale resterebbe anche Detto Fatto, oltre a quella Perego.

Lei con un programma stile Festa Italiana potrebbe andare secondo me, il pubblico di Rai 1 la ha sempre amata (a differenza dell’eterna supplente di Forum, la Perego) e anche la Venier la ha ufficialmente designata come sua erede nell’intervista.



31. GEF ha scritto:

19 maggio 2014 alle 15:15

Da fan della Cuccarini, non vorrei ritornasse a DOMENICA IN.. se proprio ci fosse questa possibilità’ dovrebbe essere davvero un edizione che lasciasse il segno.. Detto questo sia per Mara che a suo tempo per Lorella, sono 2 vittime di un sistema che va avanti senza alcun ragionamento.. Chi dirige prende scelte senza logica, spesso in maniera anti televisive. Sulla carta la Venier aveva un progetto poi svanito prima che l’edizione andasse in onda. A pagare le conseguenze di scelte errate da parte dei direttori come sempre sono coloro che chi mettono la faccia in video e non ( Autori, redattori e quant’altro). LEONE A MIO AVVISO è UN INCOMPETENTE DAL PUNTO DI VISTA TELEVISIVO. HA AFFOSSATO IN UN ANNO UNA RETE CHE HA PRESO TRA LE MANI IN UN PERIODO IN CUI ERA “FORTE SU PIù FRONTI!



32. Franco2 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 16:12

A me dava l’impressione di volersi ritirare già l’anno scorso (troppo lo stress per la vita in diretta, diceva nelle interviste), e che alla fine abbia voluto concedersi un ultimo giro di giostra nel suo programma di punta.
Non credo che scomparirà del tutto dalla tv. Immagino, invece, un pensionamento “dolce”, come per Costanzo e Baudo.



33. Alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 17:58

Scusa Davide ma qualora Paola Perego non dovesse fare Domnica In cosa ci sarebbe in ballo per lei?



34. Candy ha scritto:

19 maggio 2014 alle 18:33

Ma cosa c’entrano Maya e Landi del primo commento? Secondo te la Venier vorrebbe fare i programmi che fanno loro?

Tornando all’articolo, secondo me lo sbaglio è partito nel togliere la Venier dalla Vita in diretta dove faceva ascolti alti, battendo la concorrenza ogni giorno.

Ma la RAI ci ha abituato a vedere andar via persone che facevano ascolti e rimpiazzarle con personalità poco gradite al pubblico.

Una Balivo perché non va sfruttata tra Domenica In e la Vita in diretta?
Invece no, si pensa alla Perego che non becca un programma E decente E di successo da bho, 7 anni?
Me la ricordo ancora quando andò via da Mediaset dicendo “lì lavori solo se sei la compagna di uno potente”



35. Davide Maggio ha scritto:

19 maggio 2014 alle 18:37

Alex: secondo me non la farà. Ma siamo sempre nel campo delle opionini personali. Le ipotesi sono: riconferma al pomeriggio, o con VID o con altro programma.



36. Alex ha scritto:

19 maggio 2014 alle 18:48

Davide, posto che a VID arrivano Parodi e Lioni resta in campo l’ipotesi “pomeriggio con un altro programma”.

E la mia domanda è la seguente: perché per la Perego ogni santo anno deve essere così difficile e tortuoso?



37. Marta ha scritto:

19 maggio 2014 alle 19:20

Davide: La Perego è fallimentare, qualsiasi programma le danno non è un volto adatto alla rete. Per tornare ad essere una conduttrice di successo deve tornare a Mediaset magari alla conduzione di Domenica Live o dell Isola dei famosi



38. Marta ha scritto:

19 maggio 2014 alle 19:24

Davide: Pensi che la Perego potrebbe essere alla conduzione dell isola dei famosi



39. sboy ha scritto:

19 maggio 2014 alle 19:33

E la mia domanda è la seguente: perché per la Perego ogni santo anno deve essere così difficile e tortuoso?

Pensi ci voglia un genio per rispondere a questa domanda?



40. aleimpe ha scritto:

19 maggio 2014 alle 19:58

Domenica In verso la chiusura dopo 38 anni ?



41. Esabac ha scritto:

19 maggio 2014 alle 19:59

la riconferma a Vid avrebbe dello scandaloso però eh… quale altra la terrebbero lì dopo questa annata?

Non nego che la Perego è una signora della Tv, con una gavetta che le Landi e altre si sognano ma non ditemi che le sue relazioni personali al giorno d’oggi non la aiutano…

Io vedrei bene la Balivo a Domenica In, però a questo punto non so se le converrebbe continuare con Detto Fatto insieme a Dom In o lasciarlo.
Perchè grazie a due programmi insieme è vero che porterebbe magari il pubblico giovane che la segue a Detto Fatto a guardare Dom In e viceversa con quello over però cosi rischierebbe di perdere un’identità precisa tra la nipotina di campagna della domenica e la milanese glamour durante la settimana a detto fatto



42. Michele87 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 20:16

@Davide Maggio Guarda che se non ricordi male io ero mega-critico nei confronti della Domenica in della Cuccarini, che definivo stucchevole, triste e moralista, però portava a casa risultati positivi (cosa che non accadeva con la seconda parte di Dom In da anni) con un budget bassissimo, io ho trovato scandaloso che abbiano cacciato Lorella e l’abbiano di nuovo lasciata in panchina come ai tempi di Del Noce (troppo occupato a trovar lavoro alle sue amichette Balivo, Daniele, Isoardi e Maya) ed il suo tardivo coinvolgimento alla Pista mi è sembrato come un ridicolo premio di consolazione

Confermo poi che Presta con Lorella si è dimostrato un pessimo agente, nemmeno quando le hanno cancellato dalla sera al mattino il suo programma radiofonico ha detto o fatto nulla, voglio vedere se Del Noce avesse riservato alla Perego il trattamento che ha riservato alla Cuccarini se non avesse messo su una vera e propria guerra mediatica…..



43. W.Rai uno ha scritto:

19 maggio 2014 alle 20:46

Dopo 38anni chiude domenica in….???? mah se nn vedo nn credo, comunque vedremo a questo punto
tifo
Paola Perego a domenica in ….
x non chiudere il pgr così favoriscono Mediaset e domenica live



44. paolidyou ha scritto:

19 maggio 2014 alle 22:13

Domenica in è sempre stato un programma che mi sta a cuore e quest’anno , mi spiace dirlo, ma l’ho trovato di una noia mortale. Secondo me dovrebbe essere tolta anche l’Arena con Giletti che sta cominciando a dare segni di cedimento e piuttosto piazzarla in una prima serata.
Io proporrei il ritorno della Cuccarini gia’ dalle 14,00 con una formula vivace tipo canzoni, balletti, interviste e qualche spazio dedicato al sociale.



45. ZACHARY2002 ha scritto:

19 maggio 2014 alle 22:38

Leggendo vari post sembra che se ci fosse stata Lorella Cuccarini i dati di ascolto sarebbero stati più incoraggianti e invece no secondo me Lorella avrebbe floppatto comunque. Domenica In non è un programma nelle sue corde nemmeno se fosse stata riformata la coppia Cuccarini – Columbro. Ormai i programmi adatti a lei non ci sono più gli anni passano per tutti e lei non è così versatile come molti credono (anche per questo Mediaset non gli offriva altri programmi).
Mara Venier invece è stata penalizzata da una Rai che con la scusa di non voler spendere troppi soldi mette in piedi una Domenica In sottotono rispetto all’edizione anni ‘90.
Non credo che Domenica IN possa esistere ancora nelle prossime stagioni.
Ora però i vertici Rai ed il direttore da RAI1 devono darsi da fare per mettere in piedi un contenitore domenicale che possa al passo con i tempi.



46. ginevra ha scritto:

20 maggio 2014 alle 07:27

meno male che la venier se ne và! era ora che si goda la pensione e tutti gli altri impegni (((pagati))) che ha……ma insieme a lei dovrebbe sparire molta altra gente tipo baudo, costanzo, giurato….tutti super impegnati che vogliono essere sempre in tv……godetevi la pensione e toglieteci il disturbo



47. gaia ha scritto:

20 maggio 2014 alle 11:49

La Venier e` simpatica o al meno lo fa, ma Di era inguardabile…x carita`, non la Cuccarini….cose nuove persone nuove Balivo!!



48. Antonella ha scritto:

20 maggio 2014 alle 11:55

Speriamo che Davide abbia ragione e che Domenica in chiude.Tu che sei sempre super informato la pagina FB di Aspettando Novela oggi pubblica che arriva in Italia la telenovela Argentina Somos Familia.Ne sai qualcosa?



49. Salvo ha scritto:

20 maggio 2014 alle 14:19

Chiudere un programma storico come Domenica In? Ma state scherzando? Corrado si rivolterebbe nella tomba!
L’alternativa per me è una sola: tornare alla vecchia Domenica In dalle 14 alle 20, ma anche fino alle 18:50, e soprattutto confermare la Venier dandole un vero e proprio cast e riproporre lo stesso format delle sue domeniche di successo.



50. Alex ha scritto:

20 maggio 2014 alle 21:09

Quando saranno presentati i palinsesti Rai?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.