13
agosto

FENOMENOLOGIA DI BELEN RODRIGUEZ: LA CORONA DEL SUCCESSO

Belen Rodriguez (via pagine social ufficiali)

Già vi vediamo mentre storcete le bocche leggendo questo titolo. Addirittura una fenomenologia, starete pensando. E avete ragione, più che di Belen Rodriguez, la fenomenologia bisognerebbe farla di noi italiani che abbiamo preso una ragazza, indubbiamente bellissima e simpatica, e l’abbiamo trasformata in una moltiplicatrice di “mi piace” su facebook. E si, perché quando Belen posta una foto su facebook una media di 20.000 persone clicca mi piace, con picchi che superano i 100.000 quando nella foto c’è anche il piccolo Santiago. Sarà che abbiamo un forte background cattolico, ma noi italiani appena vediamo una mamma la associamo alla Immacolata Concezione e non ci capiamo più nulla.

Sulle possibilità di carriera di Belen, all’inizio, non ci avrebbero scommesso nemmeno i bookmaker inglesi più furbi. Indubbiamente bona, fidanzata di un calciatore di fama e concorrente di un reality show in cui è stato chiaro che la battaglia con la cellulite l’aveva vinta lei, Belen Rodriguez sembrava perfetta per il ruolo di meteora dello showbiz italiano. Un paio di ospitate dopo il reality, un programma da valletta semi nuda e poi, via, dritta nel dimenticatoio magari passando da un altro reality. A quest’ora quindi avremmo dovuto chiederci “ma come si chiamava quella che stava con Borriello e che ha fatto l’Isola dei Famosi?”. E’ evidente che nel calcolo delle probabilità, qualcosa deve essere andato storto. Roba di variabili non considerate. Qualcuno deve aver pensato che non avendo cellulite, Belen non avesse neanche neuroni. E si sbagliava.

Nel corso degli anni, per i direttori dei giornali Belen è diventata quello che un tempo era la casa per i nostri genitori. Un investimento sicuro. Poi, sulla casa è arrivata l’IMU e su Belen la TEM, la tassa esclusiva matrimonio. Il direttore del giornale a cui toccherà pagarla rimpiangerà di non avere Buckingham Palace come seconda casa, ma, poco importa, parliamo del matrimonio di Belen. Quello di Valeria Marini, alla fine, sarà stato solo un test, per permettere a paparazzi, giornalisti e presentatori di arrivare preparati al 20 settembre, data in cui Stefano e Belen diventeranno i coniugi De Martino.


Noi abbiamo provato a chiederci come ha fatto Belen Rodriguez a diventare elemento trainante della nostra editoria nazional popolare oltre che nome ricorrente per la conduzione di un qualsiasi programma del palinsesto della prossima stagione. Per  essere  “bona” è bona, qualità che nel paese del bunga bunga, delle nipoti illustri e dei posti di potere concessi più per la familiarità con il tacco 12 che con lo Zingarelli è una caratteristica che non deve essere sottovalutata. Certo non tutte quelle bone poi diventano Belen Rodriguez, quindi il fattore fisico non è da considerare determinante. Insomma, per avere il clamore mediatico che ha avuto Belen durante la sua gravidanza, Melita Toniolo, che pure è bona abbastanza, dovrebbe fare sei gemelli in un’unica gravidanza. Con il fidanzato di Alessandra Amoroso.

Di sicuro non è nemmeno questione di glamour. Belen non è il prototipo di donna per cui Coco Chanel avrebbe disegnato i suoi abiti. Diciamo che l’argentina si colloca più nel mood tamarro, quello che, sarà per il guardaroba che predilige, per le immagini non particolarmente sobrie che ha deciso di farsi tatuare e per le pose un po’ lascive non ispirate a Paolina Bonaparte, insomma quello che, per tutti questi motivi, non la colloca tra le competitor dirette di Grace Kelly a livello di stile.

E Belen non è nemmeno una passionaria, una di quelle che si fa portatrice delle campagne di sensibilizzazione e degli ideali di libertè, egalitè e fraternitè. Insomma, non è come Emma Marrone, tanto per paragonarla alla sua antagonista per eccellenza (di cui però Belen canta le canzoni). Emma l’acqua va a comprarla al supermercato quando è in trasferta perchè non vuole gravare sulla casa discografica prendendola dal frigo bar degli alberghi. Cose che nemmeno Marcellino pane e vino, figuriamoci Belen.

Belen è furba. Questo senza dubbio. Ma il suo vero punto di forza è essere anche brava. Non si può definire in altro modo una che è stata capace anche di approfittare del processo di “incoronamento”. Perchè insomma su Fabrizio Corona si può dire tutto, ma meglio di lui a mettere qualcuno al centro dell’attenzione mediatica, solo quelli che si sono inventati le lattine con i nomi. Belen, sorriso smagliante di una che non si prende troppo sul serio, scioltezza davanti a un microfono, un italiano parlato meglio di molte sue colleghe madrelingua, faccia tosta, e una spontaneità innegabile (anche in amore) è riuscita a mantenere la sovranità del regno grazie a e nonostante (la) Corona.

Lo volete negare? E allora per quale motivo siete arrivate a leggere l’ultimo rigo di un articolo interamente dedicato a lei?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Veronica e Cristiano - GF Vip 2017
Grande Fratello Vip 2017, giorno 28. Jeremias sulla fine del matrimonio tra Belen e Stefano De Martino: «Lui non mi ha più parlato» – Foto


Maurizio Costanzo Show, seconda puntata
Maurizio Costanzo Show: Simona Ventura, Belen e Iva Zanicchi tra gli ospiti della seconda puntata (Foto)


Belen, Stefano e Santiago
BELEN MAMMA: IL CAMMINO DI SANTIAGO INIZIA CON L’ALLATTAMENTO


Stefano_DeMartino_Nudo_8
BELEN RODRIGUEZ POSA COL PANCIONE E STEFANO DE MARTINO E’ NUD0 (VIDEO E FOTOGALLERY)

9 Commenti dei lettori »

1. Alessandro ha scritto:

13 agosto 2013 alle 18:23

A leggere l’articolo ci sono arrivato fino in fondo perchè trovo stucchevole quelli che storcono il naso davanti ai protagonisti del trashow. Belen è il prodotto delle nostre fantasie, se lei è sulla cresta dell’onda è perchè dietro ci sono dei professionisti che sanno fare il loro mestiere. Ed è giusto che lei approfitti del momento come chiunque farebbe al suo posto. Quindi smettiamola di criticare visto che lei è li perchè noi vogliamo che sia li. Starà sulle scatole a molti ma Corona ( altro grande prodotto della nostra società) ha visto lungo.. e poi come dice l’articolista Bona è bona ( e neppure nipote di nessuno…) ( a proposito che fine ha fatto Aida Yespica…)



2. Elix ha scritto:

13 agosto 2013 alle 19:08

L’autore del pezzo è stato perfettamente in grado di riassumere in poche righe il fenomeno di costume che (a mio parere) è ormai diventata Belen Rodriguez.
La definirei affascinante (di giovincelle più belle di lei ce ne sono molte), ironica (senza essere stucchevole, vero Michelle?), carismatica, dall’aria dolce, furbetta e un po’ sfacciata, con quel sorriso da mascalzona latina e un occhiolino ci ha portati a perdonarle anche alcuni grossolani scivoloni commessi in questi anni.
Funziona, senza troppe spiegazioni, funziona e basta. Si può stare qui a discutere all’infinito, ma i fatti le danno ragione.
I suoi amori passano, lei resta, questo fa di lei un personaggio che va ben oltre il gossip più spicciolo.
Forse perchè non si prende troppo sul serio, l’abbiamo vista in difficoltà diverse volte, come tutti i comuni mortali.
“She’s so cool” direbbero gli americani, forse è solo questo l’aggettivo adatto, semplicemente “figa”, nel modo di fare, nel modo di porsi.
O semplicemente è “quel qualcosa in più” non definibile che fa la differenza, quello che manca alle sue colleghe.



3. Marco89 ha scritto:

13 agosto 2013 alle 20:54

Mi mancavano queste tipologie di articoli, grande Valeria! Mi fai morire, “neanche Marcellino pane e vino”, sei grande! Quella frase di Emma me lo ricordo ancora.
Io credo che Emma e Belen abbiano tutto questo successo perchè rappresentano due tipologie opposte di donne amate da opposti generi di donne perchè in Italia difficilmente se non piaci un pò alle donne ( inteso come pubblico) fai tanta carriera.
Belen piace, punto, ha qualcosa in più che non è il talento anche se rispetto ad altre colleghe ha diritto di stare in tv. Ad una certa tipologia di uomini piace perchè lo sappiamo tutti, ma è ammirata anche da anziani/e, bambini e casalinghe, perchè simpatica e calorosa, solo per l’ accento che ha e per il modo di ridere. Le è stato “perdonato” tutto. Conosco una donna che si è offesa perchè lei e Stefano non hanno scelto una chiesa di Padova per sposarsi.
A me è indiffente ma piace e va accettato senza invidia o astio, elementi invece che purtroppo figurano troppo spesso nella mentalità culturale italiana, che a mio avviso, sta diventando sempre più bigotta e provinciale, nonostante si parli di evoluzione.
In o



4. Nicola ha scritto:

13 agosto 2013 alle 20:59

Ciao, so che non centra con il post, ma ci avete fatto caso che oggi su canale 5 hanno trasmesso la quarta puntata di elisa di rivombrosa invece che la seconda??? Davide Maggio puoi rispondermi?? e una cosa senza senso…. mah!



5. Davide ha scritto:

13 agosto 2013 alle 22:01

Pezzo bellissimo….estivo…!!!!

Su Belen…semplice è un mito spero proprio di vederla a striscia la notizia…e’ brava e simpatica…!!



6. emanuele ha scritto:

15 agosto 2013 alle 08:44

la ragazza più bella in circolazione…merita questo successo!



7. Carlotta ha scritto:

16 agosto 2013 alle 00:54

Bella è bella,furba è furba ma mettersi insieme al ballerino di Amici l’ha resa meno glamour. Con Borriello formavano una coppia bellissima,con Corona una coppia sexy,con De Martinoformano una coppia molto poco cool nonostante l’impegno di lei a farlo apparire meno ballerino sfigato di Amici.



8. Michele ha scritto:

16 agosto 2013 alle 11:43

Belen è la perfetta fotografia dell’Italia dei nostri tempi: esteriormente bellissima ma con dentro il vuoto più assoluto



9. chaty ha scritto:

16 agosto 2013 alle 23:40

di ragazze bellissime e vuote ne sono passate parecchio in tv ….appunto passate e diventate meteore dopo una stagione. Belen oltrechè bellissima ha anche furbizia e intelligenza e per me anche talento e simpatia , altrimenti sarebbe già finita nel dimenticatoio come tante altre bellissime e forse più di lei



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.