27
luglio

Turner e il Casinaro: basta il cane

Turner e il Casinaro

Turner e il Casinaro

A risvegliare i miti si rischia grosso e, se provi ad emularli, difficilmente ne sarai all’altezza, soprattutto in tv. La serie Turner e il Casinaro, disponibile su Disney + con il primo episodio e ispirata all’omonimo cult del 1989, non sfugge alla regola, ma l’idea del cane grosso, vivace e bavoso in coppia con il poliziotto precisino era valida e valeva la pena tentare (come già fatto, benchè con sfumature diverse, in Tequila e Bonetti).

In teoria abbiamo a che fare con un sequel, perchè il protagonista Scott Turner Jr, un MS Marshal, è il figlio del detective Turner, protagonista della pellicola, e della moglie veterinaria. Il suo interprete Josh Peck, più che “erede” dell’inarrivabile Tom Hanks, potrebbe in realtà sembrare dall’aspetto un parente alla lontana di Hugh Grant, e naturalmente il casinaro di turno non è quello originale, morto al termine del film.

Il sequel ha, tuttavia, il sapore del remake, perchè lo schema narrativo è lo stesso dell’originale: il cane che piomba all’improvviso nella vita del poliziotto, in questo caso ereditato dal padre defunto; il suo essere testimone chiave dell’indagine principale, legata qui alla morte del vecchio detective; la futura fidanzata di Scott che si avvicina a lui proprio attraverso l’inarrestabile Hooch, di cui diventa addestratrice.

Non funzionano i dialoghi (colpa forse anche del doppiaggio), che suonano ripetitivi, didascalici e poco credibili. Si registra anche un ritmo troppo poco incalzante, trattandosi di un poliziesco, così il primo episodio finisce per sembrare una commedia poco incisiva alla quale si tenta forzatamente di dare carica emotiva attraverso l’onnipresente ricordo del padre defunto di Scott.

A ravvivare il tutto e dare un’opportunità alla serie sono i cinque dogue de Bordeaux che interpretano a turno Hooch: è lui a riempire la scena con i suoi disastri, le sue indagini fruttuose e quegli occhioni parlanti ed espressivi che riescono ad infondere il calore che manca a tutto il resto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Selena Gomez, Martin Short e Steve Martin
Only Murders in the Building: indagini e sorrisi con Steve Martin e Selena Gomez


What If...?
What if…?: le vite alternative dei personaggi Marvel nel multiverso della nuova serie Disney+


A Teacher - Una Storia Sbagliata
A Teacher – Una Storia Sbagliata: su Disney+ la relazione proibita tra un’insegnante e il suo alunno minorenne


Le-Fate-Ignoranti-8 Scarpetta senza veli
Le Fate Ignoranti: Disney “vietata ai minori”. Ozpetek pubblica una foto di Scarpetta nud0 (poi rimossa)

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.