7
luglio

Palinsesti 2020/2021, Nove: a tutta cucina e ’scambismo’, Bignardi tagliata, Panella raddoppia. Biopic su Salvini

Nove

Nove

Nuova stagione tra riconferme ed innesti per il Nove, canale generalista di Discovery Italia che si muove tra gli approfondimenti giornalistici ed il factual. Nella prossima stagione tv strizzerà l’occhio alla cucina, alla famiglia e ai talent: ecco cosa andrà in onda in autunno e cosa è in preparazione per la primavera.

Nove: cosa andrà in onda in autunno

In autunno il Nove punterà sul volto principe del canale quello di Maurizio Crozza che dal 18 settembre sarà protagonista delle 13 nuove puntate di Fratelli di Crozza. La grande novità della scorsa stagione Daria Bignardi dovrà accontentarsi di appena 4 puntate de L’Assedio che andranno a compensare quelle saltate ad inizio anno a causa dell’emergenza sanitaria. Con il gruppo di lavoro della conduttrice, si studiano degli speciali al di fuori dello studio sulla falsariga di Così Soli. Malgrado ciò, Laura Carafoli, durante la presentazione dei palinsesti, nega il flop sottolineando la capacità del programma di valicare il piccolo schermo.

Tornerà lo chef Gino D’Acampo che, dopo l’esperienza di Restaurant Swap, a settembre sarà al timone del talent show Gino cerca Chef: insieme a Fred Siriex, valuterà 54 aspiranti chef per trovarne sei a cui offrire un contratto di lavoro in uno dei suoi 49 ristoranti in Gran Bretagna. Sempre la cucina farà da sfondo al ritorno di Francesco Panella, noto ai telespettatori del Nove per il suo Little Big Italy: per la prima volta sarà in Italia, per affiancare i ristoranti più provati dall’emergenza Covid e aiutarli a ripartire nel nuovo format Riaccendiamo i fuochi, al via ad ottobre, ed inoltre sarà protagonista a gennaio 2021 de Il Pranzo della domenica, programma di ricette tradizionali italiane girato tra gli expats negli Stati Uniti.

A novembre ci sarà anche la nuova stagione di Cambio Moglie, ma il concetto di “swap”, ovvero di scambio, sarà al centro di una novità assoluta del canale, Quasi Quasi cambio i Miei, al via a dicembre: un esperimento sociale in cui due adolescenti si scambieranno le famiglie per vivere esperienze opposte e capire se cambiare papà e mamma è davvero il loro inconfessabile desiderio.

Ma non ci sarà solo intrattenimento sul Nove, perchè ampio spazio sarà ancora dato all’informazione e all’approfondimento attraverso Nove Racconta, ciclo di documentari sui crimini e le mafie del nostro Paese. Avamposti – Dispacci dal Confine, al via a settembre, sarà una serie realizzata in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e dedicata alle difficili realtà urbane di Cerignola, dello Zen a Palermo, di San Basilio a Roma, del Rione Sanità a Napoli, di Rogoredo. Da ottobre, invece, focus su Ostia Criminale, Ultimo, Cerciello Rega, Gang latine a Milano, i Casamonica (reportage di Nello Trocchia), Paolo Borsellino (raccontato dai figli) e un biopic su Salvini.

Confermati anche Accordi&Disaccordi con Andrea Scanzi, Luca Sommi e la partecipazione di Marco Travaglio, Fake – La Fabbrica delle notizie di Valentina Petrini, mentre Peter Gomez saluta Sono le Venti per dedicarsi ad un programma completamente nuovo, una Confessione 2.0. Tornerà, infine, nell’access prime time Deal with It – Stai al Gioco con Gabriele Corsi ed alcuni ospiti vip, tra cui Elio di Elio e le Storie Tese.



Articoli che potrebbero interessarti


Michela Murgia
Michela Murgia, festival delle assurdità: «Sanremo 2020 maschilista, sessista, ipocrita»


Daria Bignardi, L'Assedio
L’Assedio: l’invasione (barbarica) fallisce


Discovery Reacts
Discovery, palinsesti 2020/2021: conferenza stampa – Dichiarazioni e novità


Daria Bignardi
L’Assedio torna sul Nove ma in seconda serata

1 Commento dei lettori »

1. Mayu ha scritto:

8 luglio 2020 alle 20:25

Un biopic su Slavini! Potrebbero mandarlo su Food Network o Frisbee, più consoni.

Ma non bastava Rete4Slavini!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.