26
febbraio

Otto e Mezzo, scontro Meloni-Gruber: «Dibattito surreale, slogan per fare propaganda». «Ho imparato da lei» – Video

Otto e Mezzo

Lilli Gruber non dissimula. E nemmeno se ne fa scrupolo. Quando si trova innanzi ad un ospite di cui non condivide le opinioni, la conduttrice di dà chiari segni di insofferenza, si incupisce in volto, pronuncia chiose stizzite. L’abituale reazione si è ripetuta anche ieri sera in presenza di Giorgia Meloni. L’atteggiamento spigoloso della giornalista ha innervosito la leader di Fratelli d’Italia e tra le due è scoppiato un vivace battibecco.

Ad infastidire la Meloni, il fatto che la Gruber avesse utilizzato il tema Coronavirus per parlare di sovranismi, nazionalismi e frontiere aperte.

Lo dico con rispetto, trovo questo dibattito un tantino surreale. Non riconduciamo sempre tutto ad una follia ideologica per cui, qualunque cosa accada nel mondo, si deve finire a parlare del sovranismo, del nazionalismo. Qui si tratta di difendere la salute dei cittadini

ha affermato la leader di Fratelli d’Italia. E la conduttrice, poco più avanti, le ha restituito la stoccata. Riassumendo una precedente affermazione della sua ospite in merito alla possibilità di derogare Schengen, la giornalista ha chiosato:

Vogliamo un’Europa à la carte, che mi pare difficilmente realizzabile…“.

La Meloni, a quel punto, non ci ha visto più:

“À la carte che significa, scusi? Io sto dicendo una cosa seria, la prego! Davvero soffro di queste chiose francamente prive di senso. Che cos’è l’Europa à la carte? Non è quello che ho detto. Mi ha ascoltato? (…) Se evita di dire cose non hanno senso, mi aiuta, perché à la carte non ha chiesto niente nessuno. À la carte è uno slogan buono per fare propaganda“.

E la Gruber, riferendosi all’ultimo rimprovero dell’ospite, ha ribattuto: “Ho imparato da lei“. Colpo secco. A conclusione dell’acceso botta e risposta, con epilogo al limite del puerile, è stata la Meloni a ribadire nuovamente la propria irritazione.

Di recente, la leader di Fratelli d’Italia aveva reagito con toni altrettanto stizziti anche a Piazzapulita, sempre su La7, dove aveva contestato il conduttore Corrado Formigli per alcune sue domande. In quel caso, il giornalista non l’aveva presa bene ed aveva reagito così:

Io la maestrina non me la faccio fare da lei. Se vuole rispondere alle domande risponde, sennò non risponde. Non dia il voto alle mie domande, risponda semplicemente“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giorgia Meloni, Otto e mezzo
La7, scontro Gruber-Meloni. «Le tolgo l’audio». «Devo stare zitta così fate il comizio?» – Video


Otto e Mezzo, Giovanni Floris
Otto e Mezzo: Lilli Gruber è al gruppo Bilderberg. Floris la sostituisce


Salvini, Gruber
Salvini: «Non ho voglia di andare dalla Gruber ma mi tocca». La conduttrice: «Resti a casa o al Ministero»


Otto e mezzo
La7: Otto e Mezzo registrato buca la notizia dei domiciliari ai genitori di Renzi

6 Commenti dei lettori »

1. Marco Urli ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 11:43

La primula rossa Gruber forse dimentica di essere stata la conduttrice di punta del Tg2 del PSI di Craxi.



2. PAOLO76 ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 13:27

Io non guardo mai il programma della Gruber proprio perchè è insopportabile quando ospita politici che non la pensano come lei…. ieri sera ho fatto un’eccezione proprio per la presenza dell’onorevole Meloni.
Quest’ultima è stata fin troppo paziente di fronte alle continue insinuazioni fatte dalla conduttrice….



3. Ale ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 13:37

La Meloni sa benissimo che andando da certi conduttori il risultato alla fine può essere soltanto questo.



4. ANDREA ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 13:54

La Sigra Gruber e’ la vergogna del giornalismo italiano, la sua trasmissione dovrebbe chiamarsi radiopd. Le vere giornaliste sono la PALOMBELLI, la MERLINO, che avranno certo una loro idea politica, ma restano imparziali davanti agli ospiti.
La Gruber e la Giordano del LA7, fossi un qualsiasi ospite politico eviterei di andare da lei.



5. ANDREA ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 14:19

La vergogna del giornalismo italiano, la sua RADIOPD e’ un programma da evitare



6. TriXy ha scritto:

26 febbraio 2020 alle 15:35

Scusate, è qui che ci disseta con la bava dei sovranisti isterici e rancorosi che sbraitano e ruttano?

Maalox, ragazzi, Maalox per tutti. ;)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.