14
ottobre

Massimo Giletti ‘costretto’ a fare chiarezza sull’elezione del Presidente del Consiglio: «Ma quale gaffe! Sono laureato in giurisprudenza con 110 e lode»

Massimo Giletti - Non è l'Arena

Massimo Giletti - Non è l'Arena

Quando si parla di politica, solitamente, o si discute o si (de)ride, anche senza averne le conoscenze per farlo (purtroppo!). Nei confronti di Massimo Giletti, ha prevalso la seconda opzione, dopo l’uscita di ieri sera a Non è l’Arena, dove il conduttore, ospitando la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, ha asserito che in Italia da anni ormai il popolo votante non elegge il Presidente del Consiglio.

Sono anni che noi non eleggiamo un Presidente del Consiglio. Un caso incredibile, unico

è la frase ‘incriminata’, che sui social ha scatenato un’incredibile ilarità e prese in giro nei confronti di Giletti. Lui sa, come tutti, che in Italia si vota al massimo ogni cinque anni, così come ci auguriamo che tutti sappiano che la nostra è una Repubblica Parlamentare, dunque il popolo elegge il Parlamento; la nomina del Presidente del Consiglio spetta al Capo dello Stato. Per un’elezione diretta del presidente rivolgersi ai francesi; loro sì, sono una Repubblica a tendenza Presidenziale.

Eppure, Giletti è dovuto intervenire e fare chiarezza, ricordando a tutti di essere un laureato in giurisprudenza con 110 e lode. Conosco molto bene la Costituzione. Il conduttore di Non è l’Arena spiega così, a chi non l’ha compresa, la frase pronunciata sull’elezione del Presidente del Consiglio:

Ma quale gaffe sull’elezione del premier! (…) Ma è chiaro che mi riferivo ad un fatto: da molti anni succede che diventi premier qualcuno che non è stato chiaramente presentato come candidato premier durante la campagna elettorale. L’ultimo presidente del Consiglio indicato come candidato premier di una coalizione già durante la campagna elettorale è stato Silvio Berlusconi, quindi dal 2008 al 2011. Poi non è più successo, né con Mario Monti, né con Enrico Letta, né con Matteo Renzi, né con Paolo Gentiloni, né con Giuseppe Conte. E secondo me non è un bene. E’ una cosa triste”

ha precisato all’Adnkronos. Ci voleva?!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Non è L'Arena
Caso Tony Colombo, Giletti ancora contro la D’Urso: «E’ un dato di fatto che chiamasse Tina ‘principessa’. Mi chiedo come si faccia»


Giletti Corona
Massimo Giletti bacchetta la D’urso ma forse dimentica qualcosa…


https://www.davidemaggio.it/archives/178916/caso-prati-giletti-durso
Caso Tony Colombo, Giletti bacchetta (ancora) la D’Urso: «A che gioco gioca questa televisione?»


Massimo Giletti, Non è L'Arena
Caso Prati, Giletti (quoque tu!) contro la D’urso: «Perché programmi sotto testata sfruttano queste cose?»

8 Commenti dei lettori »

1. Alex ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 13:29

Poi, senza fare nomi, c’è anche chi crede che si voti ogni 10 anni…



2. marcov2 ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 13:42

La comunicazione è sempre a carico del mittente se uno si spiega male e semplifica troppo e perciò viene equivocato è colpa sua.



3. Davidbhd ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 14:38

Anche chi ha scritto questo articolo dovrebbe fare un ripasso di diritto costituzionale comparato: in Francia non si elegge “il premier”, ma il Capo dello Stato, il quale nomina il Primo Ministro.



4. Francesco Amico ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 14:50

Non vorrei sbagliarmi, ma nemmeno in Francia si elegge il capo del governo.. essendo una repubblica semipresidenziale, si elegge il Presidente della Repubblica.. il premier è nominato poi da quest’ultimo..



5. Fabio Fabbretti ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 14:52

@Davidbhd elezione diretta del premier inteso come presidente, non primo ministro (ma è giusto sottolinearlo). Senza scendere troppo nei tecnicismi, in Francia si elegge direttamente il Capo dello Stato, che ha altri incarichi rispetto al nostro. E infatti noi eleggiamo il Parlamento. Detto ciò, il ripasso è consigliabile sempre a prescindere



6. Kalinda ha scritto:

14 ottobre 2019 alle 18:52

Anche la Cuccarini è laureata in legge e sovranismo come Giletti. Università Umberto Bossi di Tirana



7. riccardo ha scritto:

15 ottobre 2019 alle 20:42

bella questa kalinda



8. ANNA ha scritto:

16 ottobre 2019 alle 13:11

Sono sempre gli altri che ignoranti e non laureati con 110 e lode non capiscono. Ma l’ospite non l’ha corretto?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.