3
dicembre

Cuochi d’Italia: un torneo regionale poco originale, con Borghese a fare da animatore

Cuochi d'Italia - Cristiano Tomei, Alessandro Borghese e Gennaro Esposito

Cuochi d'Italia - Cristiano Tomei, Alessandro Borghese e Gennaro Esposito

I programmi culinari sono stati offerti ormai in tutte le salse ai telespettatori, ma le varianti che vanno più di moda al momento sono i talent, arricchiti da giudici inflessibili, o gli show itineranti, che stanano cuochi e ricette a casa loro. C’è però chi ancora offre una sfida a due, con tanto di pubblico in studio, e tra le varie proposte del genere spicca Cuochi d’Italia, in onda dal lunedì al venerdì nel preserale di TV8.

Cuochi d’Italia: un programma poco innovativo ma piacevole

Il programma, giunto alla sesta stagione, punta a valorizzare le tradizioni regionali italiane e si basa su un vero e proprio torneo: in ogni puntata due cuochi, di due regioni diverse, si sfidano cucinando gli ingredienti locali; ognuno deve confrontarsi sia con la materie prime che ben conosce, sia con quelle proposte dall’avversario, mentre i due giudici Gennaro Esposito e Cristiano Tomei propongono altri ingredienti delle varie regioni, spiegandone uso e provenienza.

Il conduttore Alessandro Borghese, pur essendo a sua volta uno chef, qui fa l’animatore, fomentando il pubblico e giocando con i concorrenti, cosa che aiuta a mantenere un clima leggero e colloquiale. Il sapore festaiolo della gara e della preparazioni dei piatti richiama un po’ alla mente la verve originale de La Prova del Cuoco; la presenza del rosso e verde e quella nel cast di Esposito – che nel programma di Rai 1 era di casa – contribuisce ad avvicinare i due cooking show.

E, se lo svolgimento di Cuochi d’Italia può richiamare alla mente quella di Cuochi e Fiamme, l’esaltazione delle tradizioni regionali può ricordare quella delle mengacciane Ricette all’Italiana.

Il programma di TV8, insomma, non offre nulla di nuovo o particolarmente originale, ma l’insieme è gradevole e si fa guardare dai circa cinquecentomila spettatori che ogni giorno lo seguono, regalandogli sovente punte del 2.5% di share nella difficile fascia preserale.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


The Real - Barbara Tabita
The Real: il pomeriggio alternativo di Tv8 è “donna”, in tutti i sensi


Affari legali 2
AFFARI LEGALI: PIU’ CHE UN TRIBUNALE, UN GRAN CAOS


Roberto Farnesi
CHEATERS: ROBERTO FARNESI COMMENTA SERAFICO I TRADIMENTI TRASH DI TV8


Ezio Greggio e Romina Pierdomenico - La Sai l'Ultima?
La Sai l’Ultima?: un’inutile «Digital Edition»

2 Commenti dei lettori »

1. Gfranco ha scritto:

14 gennaio 2019 alle 20:36

Riferimento puntata del 14/1/19, e precedenti che vedo spesso, evidenti e smaccate preferenza per cuochi campani da arbitro campano. I due giudici seduti di fianco sono in grado di vedere il voto dell altro e decidere chi vincera’.
Inoltre i giudizi sono inficiati dai propri gusti, dei giudici, invece che oggettive valutazioni …. i gusti non si commentano dicevano i latini. Imparzialità non esiste. Come mai la Campania ha vinto due volte a differenza delle altre regioni, solo un caso?
I giudici devono ruotare tra le venti regioni ed evitare che un giudice valuti la propria regione. Meglio se fossero in tre invece che due.



2. GIANCARLO ha scritto:

26 febbraio 2019 alle 14:40

egregio alessandro borghese,,in riferimento ad alcune puntate anche precedenti,,e in particolare quella del 26 febbraio tra veneto e marche,, il giudizio dei giudici sembra chiaramente a favore della concorrente veneta, che pur presentando piatti facilissimi(cosa pesantemente contestata dai giudici ad altri cuochi dove viene sempre richiesta una lavorazione dei piatti piu’ elaborata e piena di creazioni) riesce a prendere voti altissimi al cospetto della concorrente delle marche il cui piatto oltre a essere inventato da lei,,,(le olive ascolane o bombette fatte in quel modo) a cui viene detto che sono eccezionali… addirittura esposito dice che cosi buone non le ha mai mangiate,, ma la votazione finale dice tutto il contrario e non e la prima volta,,per cui ritengo che ci siano dei favoritismi,, vi ringrazio saluti,, giancarlo e lydia da civitavecchia



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.