21
settembre

Francesco Monte al GF Vip, il Codacons presenta un esposto all’Agcom: «Messaggio scorretto, pericolo di grave danno per i minori»

Francesco Monte

Francesco Monte

Il programma non è ancora iniziato ma le polemiche già divampano. Il Codacons ha presentato un esposto all’Autorità per le comunicazioni contro la partecipazione di Francesco Monte alla prossima edizione dI Grande Fratello Vip, in onda su Canale 5 dal 24 settembre. L’associazione dei consumatori arriva a chiedere persino all’Agcom di intervenire anche attraverso la sospensione del programma

Al centro della questione, neanche a dirlo, lo scandalo “cannagate” che ha visto lo stesso Monte protagonista a L’Isola dei Famosi. Secondo Codacons la partecipazione di Monte porterebbe nocumento e sarebbe un pericolo per il pubblico di minori che segue il Gf Vip. Si legge nell’esposto del Codacons:

Come noto Francesco Monte negli ultimi mesi è stato al centro di critiche e numerose polemiche dopo essere stato accusato da un’altra concorrente dell’Isola dei famosi di aver fatto uso di sostanze stupefacenti in Honduras. Lo stesso Monte, sarebbe stato scelto per essere uno dei concorrenti della terza edizione del ‘Grande fratello Vip’, uno dei programmi maggiormente seguiti dal pubblico italiano.

A tal uopo la scrivente ritiene opportuno, necessario e doveroso portare all’attenzione della menzionata Autorità una questione assai grave legata alla possibile pubblicizzazione, mediante la partecipazione del Monte al programma ‘G.F. Vip’, di un messaggio scorretto, diseducativo, fuorviante e pericolosissimo, legato all’utilizzo delle droghe leggere, che potrebbe trasformarsi in una sorta di ‘istigazione a fumare’, per i tanti giovani e meno giovani che apprezzeranno la partecipazione al reality del tronista.

Con riguardo al divieto di propaganda pubblicitaria delle sostanze stupefacenti, di cui all’art. 84 del Dpr 309/1990, la Corte di Cassazione ritiene che vadano in essa ricomprese anche ‘le ipotesi di una forma indiretta di pubblicità della sostanza stupefacente vera e propria’. Il problema legato all’uso di sostanze stupefacenti è una piaga che interessa l’Italia ormai da molti anni, soprattutto avendo riguardo ai più giovani, che costituiscono comunque una parte rilevante del pubblico del programma televisivo in questione.

In secondo luogo, la tutela dei minori rappresenta un’importante linea di attività dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni secondo quanto stabilito dall’articolo 1, comma 6 lett. b) n.6 della legge 249/97. La trattazione di tale caso mediatico appare dunque molto delicata per l’influenza che la stessa ed il suo protagonista possano ingenerare sui giovani, considerati i soggetti maggiormente influenzabili dai media”.

Il Codacons ha dunque chiesto all’Agcom di aprire una istruttoria sul caso, valutando una sospensione cautelare della messa in onda del programma televisivo in questione, atteso il pericolo di grave danno prodotto sui giovani per l’influenza che l’eventuale partecipazione di Monte possa avere sui medesimi in punto di assunzione di sostanze stupefacenti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Monte Cecilia Ignazio
Grande Fratello Vip 2018: Giulia Salemi vuole diventare una Rodriguez? La risposta della gieffina all’attacco di Cecilia


Francesco Monte e Giulia Salemi
Grande Fratello Vip 2018: torna il sereno tra Francesco Monte e Giulia Salemi


Francesco Monte e Giulia Salemi - Grande Fratello Vip 2018
Grande Fratello Vip 2018, duro scontro tra Monte e la Salemi. Francesco: «Fammi il caz*o di piacere di non nominare più la mia ex»


Francesco Monte
Grande Fratello Vip 2018, Francesco Monte: «No, non sono più innamorato di Cecilia. In settimana ho avuto una reazione di gelo»

16 Commenti dei lettori »

1. il-Cla83 ha scritto:

21 settembre 2018 alle 17:25

Francesco Monte è un personaggio senza arte ne parte.
Ma bollarlo a vita solo perchè FORSE ha fumato una canna mi sembra un accanimento senza precedenti. Non è ne il primo ne l’ultimo. Molti artisti, artisti veri intendo hanno ammesso di fare uso, o averne fatto in passato di droghe ecc. Ma non per questo non vengono ospitati nelle trasmissioni. Mi viene in mente Morgan, si potrebbero fare centinaia di nomi..



2. Miko ha scritto:

21 settembre 2018 alle 17:38

Mi sembra tanto una ”Lucherinata” per creare maggiore attenzione mediatica attorno al programma



3. Miki ha scritto:

21 settembre 2018 alle 17:56

Dai e’assurdo che il Codacons voglia addirittura dettare legge ad una tv privata! non mi piace Monte ma trovo davvero stupido accanirsi su di lui su una cosa per altro non dimostrata con relativa denuncia ed eventuale condanna del Monte stesso. Si parla di una cosa rivelata da tizio che ha visto caio e cosi’via… Striscia a solo rovistato nel bidone e tirato fuori del marcio fatto di invidia e rancore… consiglio al Coda di dedicarsi a faccende piu’serie. Grazie alla tecnologia c’e'pur sempre il telecomando per decidere se questo programma deve andare ancora in onda o meno!.



4. xxxxx ha scritto:

21 settembre 2018 alle 18:11

Cla83: Monte ha SICURAMENTE fumato canne, altrimenti non avrebbe detto la frase: “E per forza, non ero l’unico” (come risposta alla domanda: “Ma nessuno ha sentito l’odore?”).
Ad ogni modo, quello che infastidisce non è tanto il fatto che si sia fumato una canna, ma la presa per il culo e l’ipocrisia: non puoi continuare a difendere e santificare uno che ha violato (senza alcuno scrupolo e facendosi riprendere dalle telecamere) una legge locale con pene severissime.
Se Monte la canna se la fosse fumata in Italia (ove è permesso consumare marijuana legalmente senza spacciarla) non me ne sarebbe fregato assolutamente nulla, a me infastidisce di più la presa per il culo della produzione, motivo per il quale ho smesso di vedere l’Isola dopo due settimane e per cui dubito che inizierò a vedere la prossima edizione (a maggior ragione se a condurlo sarà nuovamente l’inadeguata Alessia Marcuzzi).



5. Vattelalbicocca ha scritto:

21 settembre 2018 alle 18:14

Monte fa pena come personaggio, ma il Codacons è una massa di pagliacci in ogni caso, come il Moige.



6. xxxxx ha scritto:

21 settembre 2018 alle 18:17

Miki: piantiamola con questa storia, Monte non ha mai smentito di aver fumato delle canne, semmai ha cercato di giustificarsi dicendo che non era l’unico e che in teoria la cosa era successa fuori dal programma (cosa non vera perché le riprese erano già iniziate).
E poi, è vero, Mediaset è un’azienda privata, ma questo non la rende un’entità superiore e non la giustifica a fare programmi di cattivo gusto, quale il gf è in entrambe le sue versioni.



7. Nina ha scritto:

21 settembre 2018 alle 19:06

Sottoscrivono xxxx



8. AlFaBo ha scritto:

21 settembre 2018 alle 19:11

xxxxx
Ricordiamoci che è televisone, tutto costruito e finto. C’è da stare male se vi accanite su queste cose. Avesse ammazzatto una persona… Crescete, esiste una vita oltre alla televisione



9. xxxxx ha scritto:

21 settembre 2018 alle 19:15

Grazie Nina.



10. Nina ha scritto:

21 settembre 2018 alle 20:25

Figurati xxxxx, grazie a te per aver esposto con chiarezza quali sono i veri motivi per cui monte non dovrebbe fare questo programma.



11. Primus ha scritto:

21 settembre 2018 alle 21:41

Programma patetico …



12. il-Cla83 ha scritto:

22 settembre 2018 alle 11:01

xxxxx io non ho seguito l’Isola ma anche ammettendo che abbiano preso per il culo i telespettatori, ora non è che sto Monte debba essere bollato a vita e non possa più metter piede in uno studio. Come detto, è un personaggetto senza arte ne parte, ma come lui ce ne sono tanti, e un reality non si nega a nessuno, non è che lo stanno mettendo a condurre il programma del sabato sera!



13. Marco Cappuccini ha scritto:

22 settembre 2018 alle 11:12

Ma che 2 palle!! Basta con sto Monte, ma chi diavolo è?!?! Perché tutta questa importanza?!?!? E fatecelo entrare e basta, s´è fatto una canna, e quindi??? Basta con sta storia e tutto ciò che vi è connesso, BASTA!!



14. Sabato ha scritto:

22 settembre 2018 alle 11:16

il-Cla83, il problema non è il fatto che Monte abbia fumato una canna (ognuno, nei limiti della legge (!), può fare quello che vuole), bensì che lo abbia fatto sul set di un programma TV, acquistando il fumo da uno spacciatore che avrebbe portato la merce direttamente nell’albergo occupato da cast e produzione del programma, e consumandolo poi, con grande sfacciataggine, in uno spazio osservato dalle telecamere, infastidendo altri concorrenti che con quel prodotto non volevano avere a che fare. Da cosa nasce questa sfacciataggine? Forse Monte sapeva di poter contare su una certa “protezione”.
Non si sta discutendo della gravità della scelta di fumare marijuana in sé, che, per quanto mi riguarda, può rientrare nelle libertà personali, bensì di quanto sia stata inopportuna ed arrogante la decisione di Monte di farlo sul set di un reality, incurante 1) delle leggi locali, 2) del regolamento del gioco e 3) delle regole della buona educazione e del rispetto per il prossimo.
Non vedo perché un personaggio del genere dovrebbe meritare una seconda possibilità: già la prima non era affatto dovuta, trattandosi di un personaggio senza arte né parte, che vive di gossip (che lavoro fa?) e delle partecipazioni TV gentilmente concesse da Maria De Filippi, Maurizio Costanzo, Alfonso Signorini, Gabriele Parpiglia e Silvia Toffanin, amanti di questi personaggi oggettivamente negativi.
Amo i reality e non penso assolutamente che i cast di questi programmi debbano essere necessariamente personaggi provenienti dal mondo della cultura (W i personaggi pop e W il trash, ingrediente essenziale per questi programmi), ma a tutto c’è un limite: non abbiamo proprio bisogno di questi personaggi arroganti, arrivisti e raccomandati, che vengono proposti per convenienza come personaggi puliti (dediti all’amore puro, alla fedeltà, attaccati alla famiglia, ai valori “antichi” di “uomini del sud”), ma che alla prima occasione si rivelano molto diversi!



15. Nina ha scritto:

22 settembre 2018 alle 12:17

Sicuramente sabato ha in parte ragione e sia chiaro che ci sono ben pochi che si scandalizzano per una canna. Sarebbe però meglio andare oltre i meriti ed i demeriti di quel poraccio di monte. Non è meritevole di tanta attenzione che, anzi, potrebbe addirittura fargli buon gioco. Io preferisco concentrarmi sulle colpe di canalec5



16. Nina ha scritto:

22 settembre 2018 alle 13:30

Ah già, spero di non sentire l”espressione uomo del sud (soprattutto per chi è del sud)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.