8
agosto

Rai, la Vigilanza pressa il CdA: «Indicare un nuovo Presidente». Delibera attesa per oggi

Alberto Barachini, Presidente Vigilanza Rai

A Viale Mazzini urgono decisioni. La nomina del nuovo Presidente Rai, non a caso, è il primo punto che il CdA del servizio pubblico affronterà nella seduta fissata per oggi alle ore 16. La risoluzione dell’impasse che dura da giorni sulla candidatura di è improrogabile, anche e soprattutto dopo la lettera con cui ieri la ha sollecitato il CdA sulla nomina di un nuovo Presidente per l’azienda. 

Nella missiva, il presidente della Vigilanza, Alberto Barachini, ha ricordato l’urgenza della decisione ed ha sollecitato l’adozione della nuova delibera di nomina del Presidente.

Questa – si legge – rientra nelle competenze del Consiglio di Amministrazione e costituisce il presupposto indispensabile per superare l’anomalia della attuale situazione. La Commissione che presiedo potrà essere immediatamente convocata per procedere, anche durante l’aggiornamento dei lavori parlamentari, all’espressione del parere prescritto“.

Nell’attesa che la situazione si sblocchi, la Vigilanza ha invitato il CdA e l’AD ad astenersi dal procedere ad altri atti, quali, ad esempio, le nomine dei direttori di rete, di canale e di testata. Il richiamo della Bicamerale è di quelli formali: così non si può andare avanti. Al riguardo, nella missiva della Vigilanza si legge:

Si è in presenza di una nomina che non è stata perfezionata in sede parlamentare con la prevista maggioranza (…) Ciò induce ad esigere che da parte del Consiglio di Amministrazione vi sia un esercizio delle proprie funzioni finalizzato all’esclusivo compimento degli atti di ordinaria amministrazione, strettamente necessari per la funzionalità dell’Azienda, dei quali la Commissione chiede di essere tempestivamente e preventivamente informata“.

La riunione odierna del CdA, viste le premesse, si preannuncia foriera di novità. Sul tavolo del Consiglio, inoltre, ci sono già decisioni importanti da prendere (come quelle sui contratti sportivi per la Serie A fino al 2021) che però richiedono l’ok di una governance nella pienezza delle sue funzioni.



Articoli che potrebbero interessarti


Marcello Foa
Rai, stallo sulle nomine. Foa rimanda il Cda e finisce nel mirino


Marcello Foa, Rai
Marcello Foa Presidente Rai: ok del CdA. Ora serve il via libera della Vigilanza


Marcello Foa
Presidenza Rai, la Vigilanza riapre i giochi: CdA può riproporre Foa


Riccardo Laganà
Presidenza Rai: il Cda boccia Riccardo Laganà. La decisione slitta a settembre

5 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

8 agosto 2018 alle 13:55

Forza Foa!



2. R101 ha scritto:

8 agosto 2018 alle 14:17

Del Noce sarebbe un’ottIma scelta!



3. Nina ha scritto:

8 agosto 2018 alle 14:58

Ciao Roxy, dai che forse ce la fa. In fondo più di avere Barachini in quella poltrona cosa vuole un partito che manco arriva all’8%?



4. Primus ha scritto:

8 agosto 2018 alle 16:37

Se dovessimo seguire questo astruso ragionamento allora il presidente Rai dovrebbe essere un pentastellato…32% non è di certo il 18%



5. sameoldstory ha scritto:

9 agosto 2018 alle 15:20

Cambiano i governi la lottizzazione resta



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.