CdA Rai



21
luglio

CdA Rai, Orfeo svela i costi dei programmi di Fazio: 14,4 milioni per il solo prime time

Fabio Fazio

Ora manca solo la messa in onda. Via libera del CdA Rai ai Piani di produzione e trasmissione per i palinsesti autunnali 2017, che vanno da settembre al 31 dicembre prossimi. Il Consiglio di Viale Mazzini, riunitosi ieri – 20 luglio – sotto la presidenza di Monica Maggioni e alla presenza del DG Mario Orfeo, ha dato il proprio placet con un solo voto in dissenso: quello del consigliere Carlo Freccero. Stando a quanto si apprende, durante la riunione Orfeo avrebbe anche svelato alcuni dettagli sui costi delle trasmissioni di Fabio Fazio per Rai1.




17
giugno

Carlo Freccero: «Potrei lasciare il CdA Rai, ho richieste di mercato»

Carlo Freccero

A paventare il loro addio alla Rai non solo i conduttori-star. Alla lista di chi potrebbe fare le valigie si è aggiunto anche un Consigliere d’Amministrazione del servizio pubblico: Carlo Freccero. Proprio lui. Dopo aver espresso il proprio disaccordo su alcune recenti delibere dell’assemblea in cui siede, l’ex direttore di Rai4 ha annunciato all’Ansa che potrebbe lasciare il CdA.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
giugno

CdA Rai: i compensi delle star supereranno il tetto dei 240mila euro. Via libera alle deroghe

Monica Maggioni

Monica Maggioni

I compensi degli artisti Rai potranno superare il famigerato tetto. A mettere un punto fermo sulla questione che tiene banco ormai da mesi è stato il CdA di Viale Mazzini, che nella seduta odierna ha dato l’ok alla delibera sul piano per l’individuazione e la remunerazione dei contratti che possono superare il limite dei 240 mila euro in virtù di “prestazioni artistiche“. A stabilire chi potrà beneficiare delle deroghe saranno criteri oggettivi, si legge in una nota del servizio pubblico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,





6
giugno

Rai, CdA: rinviata la scelta del DG. Paolo Del Brocco favorito, Giancarlo Leone torna in lizza

Giancarlo Leone

Giancarlo Leone

Tutto rimandato. A Viale Mazzini non c’è ancora un accordo sul nome del futuro Direttore Generale: il CdA Rai inizialmente previsto per oggi è quindi slittato di qualche giorno. Con ogni probabilità se ne riparlerà giovedì o venerdì. Nel corso di quella riunione, il Consiglio dovrà sottoporre all’assemblea dei soci uno o più nomi per la successione ad Antonio Campo Dall’Orto: il Ministero del Tesoro avrà poi l’ultima parola. Intanto si fanno già strada le indiscrezioni sull’identità del futuro DG del servizio pubblico.


22
maggio

Rai, il CdA boccia il piano informazione di Campo Dall’Orto. Vota contro anche Monica Maggioni

Antonio Campo Dall'Orto

Adesso per Antonio Campo Dall’Orto tira aria di sfiducia. Il CdA Rai riunitosi oggi al settimo piano di Viale Mazzini ha bocciato il piano informazione sottoposto al voto dal Direttore Generale e, secondo quanto riporta l’Ansa, il Consigliere Paolo Messa avrebbe abbandonato l’assemblea perché – a suo giudizio – sarebbero venute meno le condizioni per il rapporto di fiducia con il top manager. Un’escalation di eventi per certi versi annunciata.





13
maggio

Renzi attacca De Bortoli: «Dà a me la colpa per non essere entrato nel CdA Rai». Il giornalista replica

Renzi vs De Bortoli

Matteo Renzi va sul personale. E ci mette di mezzo la Rai. Dopo giorni di insolito silenzio, oggi l’ex premier ha rotto gli indugi per attaccare Ferruccio De Bortoli, che di recente lo aveva chiamato in causa a seguito di alcune rivelazioni sul caso Boschi-Etruria. L’esponente dem ha accusato il giornalista di avere “un’ossessione personale” per lui, poi è passato ai colpi bassi scomodando alcune vicissitudini legate alle nomine Rai. La replica dell’ex direttore del Corriere non si è fatta attendere.


27
aprile

CdA Rai, tetto stipendi: autoregolamentazione entro il 2 giugno. Delia Gandini nominata all’Anticorruzione

CdA Rai

Se ne riparla tra un mese circa. Il CdA Rai riunitosi ieri a Viale Mazzini ha deciso di sospendere fino al 2 giugno la delibera consiliare del 23 febbraio 2017, quella riguardante il famigerato tetto agli stipendi degli artisti del servizio pubblico. Entro quella data, la Rai dovrà autoregolamentarsi. Nella sua ordinanza, l’assemblea presieduta da Monica Maggioni ha tenuto conto dell’indicazione del Ministero dello Sviluppo economico, che nei giorni scorsi aveva di fatto abolito il discusso provvedimento. Tale indicazione era stata preceduta da un parere dell’Avvocatura dello Stato.


24
aprile

Rai: indagine sulle assunzioni. Campo Dall’Orto nella bufera, il Cda vuole chiarimenti e pensa alla sfiducia

Antonio Campo Dall'Orto

Antonio Campo Dall’Orto sente il fiato sul collo: la sua annunciata (e mai realmente avvenuta) rivoluzione in Rai potrebbe arrivare presto al capolinea. La notizia di un’indagine della Procura sulla regolarità di alcune assunzioni a Viale Mazzini ha infatti messo in ulteriore difficoltà il DG del servizio pubblico, la cui posizione si è fatta sempre più pericolante col passare delle settimane. E i primi a sparare sul top manager col ciuffo potrebbero essere i componenti del CdA.