9
maggio

Nemo: troupe aggredita durante l’arresto dei Casamonica – Video

Nemo, aggressione

Violenza nei confronti di una troupe televisiva nella periferia di Roma. E’ successo ancora. Ieri, all’alba, l’inviato della trasmissione Nemo, Nello Trocchia, e il filmaker Giacomo Del Buono sono stati aggrediti durante l’arresto di Antonio Casamonica e di Alfredo Di Silvio, ritenuti responsabili del pestaggio – avvenuto l’1 aprile – ai danni di una donna disabile e del titolare del Roxy Bar di via Barzilai, alla Romanina. A documentare l’accaduto, un video diffuso dalla Rai.

Durante l’arresto di Casamonica, i familiari hanno inveito e insultato poliziotti e giornalisti, uno ha colpito la telecamera di Giacomo Del Buono con uno schiaffo, spaccando la lampada della telecamera. Oltre agli insulti – ha reso noto la Rai – i familiari hanno lanciato anche oggetti, proibendo alla telecamera di avvicinarsi alle abitazioni. Il tutto sotto gli occhi delle Forze dell’Ordine. Il servizio integrale andrà in onda su Rai2 nella puntata di Nemo di venerdì 11 maggio alle 21.20

Non è la prima volta che l’inviato Nello Trocchia viene aggredito: nel 2017, in circostanze differenti, era stato colpito alle spalle a Vieste, mentre girava un servizio sulla mafia foggiana. Lo scorso 7 novembre, invece, il suo collega Daniele Piervincenzi e il filmaker Edoardo Anselmi erano stati aggrediti ad Ostia da Roberto Spada e Ruben Alvez Del Puerto.

Solidarietà nei confronti di Trocchia e Del Buono è stata espressa dalla Presidente Rai Monica Maggioni e dal Direttore generale Mario Orfeo:

Ancora un’aggressione nei confronti di una trasmissione Rai impegnata a raccontare gli sviluppi giudiziari di un grave fatto di cronaca consumato a Roma. L’azienda esprime la piena solidarietà ai colleghi aggrediti questa mattina davanti alla casa di un esponente della famiglia Casamonica e conferma il suo totale impegno a tutela di tutti coloro che lavorano per garantire al Servizio Pubblico la possibilità di essere nei luoghi dove avvengono i fatti. Nessuna intimidazione potrà mai fermare il racconto della realtà che la Rai quotidianamente offre agli italiani“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Daniele Piervincenzi, Nemo
Nemo, il giornalista aggredito: «Non sono un eroe»


Nemo, aggredito l'inviato Daniele Piervincenzi
Roberto Spada aggredisce l’inviato di Nemo: violenza improvvisa, setto nasale rotto – Video


Nemo, Enrico Lucci
Nemo: Enrico Lucci riparte con Di Maio ospite. Daniele Piervincenzi prende il posto di Valentina Petrini


Vittorio Brumotti aggredito
Striscia la Notizia, Brumotti aggredito a Palermo: colpo d’arma e blocco di cemento contro l’auto della troupe

3 Commenti dei lettori »

1. aaaaa ha scritto:

9 maggio 2018 alle 11:15

ma rastrellare i quartieri dove vivono questi TUMORI della società no?



2. Nina ha scritto:

9 maggio 2018 alle 12:15

Tutte cose a suo tempo denunciate da Roberto Poletti nelle trasmissioni di Rete4 (vero giornalismo denuncia). Ora vengono a galla grazie al fatto che questi giornalisti, coraggiosi anche loro ovviamente, sono un po’ più “giusti”. L’importante alla fine è che la verità emerga.



3. Luca ha scritto:

9 maggio 2018 alle 13:12

Non c’è la volontà da parte dello stato di sradicare la criminalità organizzata,cè la connivenza e forti interessi economici dietro tutto ciò
Dalle mafie autoctone a quelle nigeriane,slave,cinesi e tutte le altre porcherie
le periferie delle città oramai sono nelle loro mani
e poi reinvestono in attività lecite ripulendo tutto il denaro



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.