25
novembre

THE NIGHT OF: IL CRIME DIVENTA RACCONTO SOCIALE, NELLA SERIE HBO VOLUTA DA JAMES GANDOLFINI

the night of

The Night Of

A volte bastano poche ore per capovolgere completamente il corso della vita. Lo sa bene Nasir “Naz” Khan (Riz Ahmed), studente modello di origine pakistana che vive nel Queens (New York), sotto lo stesso tetto dei genitori. All’insaputa del padre, Nasir decide una sera di usare il suo taxi per andare a una festa, venendo proiettato nel giro di una notte in un terribile incubo.

Nel corso del tragitto non riesce infatti a negare un passaggio a una malinconica ragazza, Andrea (Sofia Black D’Elia), che lo scambia per un vero tassista. Trascinato in una notte a base di sesso e droga nell’appartamento di lei, Nasir si risveglia accanto al suo corpo pugnalato a morte, senza avere il minimo ricordo di cosa sia accaduto. L’arma del delitto e diverse testimonianze tuttavia lo incastrano, facendo scattare l’accusa di omicidio. In commissariato s’imbatte però in un avvocato caduto in disgrazia (John Turturro), che decide di prendere in carico il suo caso.

Nelle otto parti, di cui si compone, The Night Of – Cos’è accaduto quella notte sviscera a tutto tondo un intricato caso di omicidio, attraversando indagini poliziesche, procedimenti legali, il sistema di giustizia penale e il limbo rappresentato dal carcere di Rikers Island, dove l’accusato attende il processo. Questa apprezzata serie di HBO, però, rielabora i classici elementi del crime in uno schietto racconto sociale, nel quale le differenze razziali e culturali acquisiscono influenza. Ispirandosi al drama BBC Criminal Justice di Peter Moffat, i creatori Richard Price (nomination all’Oscar per la sceneggiatura non originale de Il colore dei soldi) e Steven Zaillian (Premio Oscar per la sceneggiatura non originale di Schindler’s List) coinvolgono lo spettatore nelle atmosfere cupe e quasi rarefatte di una New York stranamente avvolta dal silenzio, inchiodandolo allo schermo nel dividersi tra lo sguardo innocente del protagonista e la sua presunta colpevolezza.

Sotto la regia dello stesso Zaillian, che cede la camera per un solo episodio a James Marsh (La teoria del tutto), prendono vita le intense interpretazioni di Riz Ahmed (Lo sciacallo) e John Turturro, degno sostituto (dopo il ritiro di Robert De Niro) del compianto James Gandolfini, che volle fortemente il progetto e compare dunque tra i produttori esecutivi.

Agli amanti del crime (e non solo) converrebbe quindi non perdersi questa miniserie che, in onda dalle 21.15 di questa sera su Sky Atlantic, esplora il lato più intenso e tetro del genere. Il primo episodio, della durata di oltre un’ora, rimarrà inoltre disponibile online per una settimana sul sito del canale, visibile così anche ai non abbonati (potrete vederlo cliccando qui).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


claws
Claws: estetiste e criminali sono le protagoniste della nuova serie di Infinity


James Franco  - The Deuce
The Deuce: su Sky Atlantic debutta la serie incentrata sulla nascita dell’industria p0rnografica. James Franco si fa in due


john-turturro-headshot-2
Il Nome della Rosa: nel 2018 il primo ciak della fiction Rai. Nel cast John Turturro e Rupert Everett


Gomorra 3
Palinsesti Sky 2017/2018: le serie e i film

1 Commento dei lettori »

1. kalika ha scritto:

25 novembre 2016 alle 19:31

Ho seguito questa serie in lingua originale. E’ un vero gioiellino di scrittura ed ottima recitazione; la consiglio caldamente



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.