12
gennaio

GOLDEN GLOBE 2014: LE NOMINATIONS. QUESTA NOTTE I VINCITORI IN DIRETTA SU SKYUNO

La Grande Bellezza

Questa notte  in esclusiva e in diretta su Sky Uno andrà in onda la 71^ edizione dei Golden Globes, il celebre premio assegnato ai migliori film e programmi televisivi della stagione. Il collegamento con il red carpet di Los Angeles si aprirà all’1.00 e dalle 2.00 avrà inizio la cerimonia di premiazione, condotta anche quest’anno da Tina Fey e Amy Poehler.  Sul palco, per consegnare i premi, numerose star internazionali come Jennifer Lawrence, Robert Downey Jr., Emma Watson, Drew Barrymore, Kevin Bacon, Uma Thurman, Colin Farrell, Naomi Watts, Ben Affleck, Matt Damon, Tom Hanks e Sandra Bullock.

Tra i superfavoriti di questa edizione, stando ai bookmakers inglesi, nella categoria miglior film drammatico troviamo la pellicola 12 anni schiavo, ultimo lavoro di Steve McQueen, mentre con 7 nomination totali, American Hustle di David O. Russell si attesta in cima alle previsioni nella categoria miglior commedia o musical. Protagonista di 12 anni schiavo, Chiwetel Ejiofor domina la categoria miglior attore in un film drammatico, mentre Cate Blanchett, protagonista di Blue Jasmine, potrebbe vincere nella categoria miglior attrice in un film drammatico. Nelle categorie miglior attore e attrice di una commedia la statuetta potrebbe invece finire tra le mani di Leonardo di Caprio e Meryl Streep.

L’attenzione di noi italiani sarà però rivolta quest’anno alla categoria miglior film straniero, dove troviamo in lizza La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino. La pellicola made in Italy dovrà vedersela con il superfavorito Vita di Adele, con Il Sospetto, film danese diretto da Thomas Vinterberg, con Il Passato di Asghar Farhadi e con The Wind Rises, firmato dal maestro giapponese Hayao Miyazaki.

Ecco le candidature ai Golden Globes 2014

MIGLIOR FILM (DRAMMA)

12 anni schiavo

Captain Phillips – Attacco in mare aperto

Gravity

Philomena

Rush

MIGLIOR FILM (COMMEDIA O MUSICAL)

The Wolf of Wall Street

American Hustle – L’apparenza inganna

A proposito di Davis

Nebraska

Her

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA (DRAMMA)

Tom Hanks per Captain Phillips – Attacco in mare aperto

Chiwetel Ejiofor per 12 anni schiavo

Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club

Idris Elba per Mandela: Long Walk to Freedom

Robert Redford per All Is Lost

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA (DRAMMA)

Judi Dench per Philomena

Sandra Bullock per Gravity

Cate Blanchett per Blue Jasmine

Emma Thompson per Saving Mr. Banks

Kate Winslet per Labor Day

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA (COMMEDIA O MUSICAL)

Leonardo DiCaprio per The Wolf of Wall Street

Bruce Dern per Nebraska

Oscar Isaac per A proposito di Davis

Christian Bale per American Hustle – L’apparenza inganna

Joaquin Phoenix per Her

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA (COMMEDIA O MUSICAL)

Amy Adams per American Hustle – L’apparenza inganna

Julie Delpy per Before Midnight

Greta Gerwig per Frances Ha

Julia Louis-Dreyfus per Non dico altro

Meryl Streep per I segreti di Osage County

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Michael Fassbender per 12 anni schiavo

Barkhad Abdi per Captain Phillips – Attacco in mare aperto

Daniel Brühl per Rush

Jared Leto per Dallas Buyers Club

Bradley Cooper per American Hustle – L’apparenza inganna

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Julia Roberts per I segreti di Osage County

June Squibb per Nebraska

Lupita Nyong’o per 12 anni schiavo

Jennifer Lawrence per American Hustle – L’apparenza inganna

Sally Hawkins per Blue Jasmine

MIGLIORE REGIA

Paul Greengrass per Captain Phillips – Attacco in mare aperto

David O. Russell per American Hustle – L’apparenza inganna

Alfonso Cuarón per Gravity

Alexander Payne per Nebraska

Steve McQueen per 12 anni schiavo

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Spike Jonze per Her

David O. Russell e Eric Singer per American Hustle – L’apparenza inganna

Steve Coogan e Jeff Pope per Philomena

John Ridley per 12 anni schiavo

Bob Nelson per Nebraska

MIGLIORE COLONNA SONORA

Hans Zimmer per 12 anni schiavo

John Williams per Storia di una ladra di libri

Alex Ebert per All Is Lost

Alex Heffes per Mandela: Long Walk to Freedom

Steven Price per Gravity

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

Frozen – Il regno di ghiaccio (‘Let it Go’)

A proposito di Davis (‘Please Mr. Kennedy’)

Hunger Games: la ragazza di fuoco (‘Atlas’)

Mandela: Long Walk to Freedom  (‘Ordinary Love’)

One Chance  (‘Sweeter Fiction’)

MIGLIOR FILM STRANIERO

Il sospetto

La vita di Adele

Il passato

La grande bellezza

The Wind Rises

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

I Croods

Frozen – Il regno di ghiaccio

Cattivissimo me 2

MIGLIOR SERIE TV (DRAMMA)

Masters of Sex

Downton Abbey

The Good Wife

House of Cards

Breaking Bad

MIGLIOR SERIE TV (COMMEDIA O MUSICAL)

Modern Family

Brooklyn Nine-Nine

The Big Bang Theory

Girls

Parks and Recreation

MIGLIOR MINISERIE O FILM PER LA TV

The White Queen

Dietro i candelabri

American Horror Story

Dancing on the Edge

Top of the Lake

MIGLIOR ATTORE (MINISERIE O FILM PER LA TV)

Matt Damon per Dietro i candelabri

Al Pacino per Phil Spector

Michael Douglas per Dietro i candelabri

Chiwetel Ejiofor per Dancing on the Edge

Idris Elba per Luther

MIGLIOR ATTRICE (MINISERIE O FILM PER LA TV)

Helen Mirren per Phil Spector

Elisabeth Moss per Top of the Lake

Helena Bonham Carter per Burton and Taylor

Rebecca Ferguson per The White Queen

Jessica Lange per American Horror Story

MIGLIOR ATTORE (SERIE TV – DRAMMA)

Kevin Spacey per House of Cards

Bryan Cranston per Breaking Bad

Liev Schreiber per Ray Donovan

Michael Sheen per Masters of Sex

James Spader per The Blacklist

MIGLIOR ATTORE (SERIE TV – MUSICAL O COMMEDIA)

Jim Parsons per The Big Bang Theory

Don Cheadle per House of Lies

Jason Bateman per Arrested Development

Michael J. Fox per The Michael J. Fox Show

Andy Samberg per Brooklyn Nine-Nine

MIGLIOR ATTRICE (SERIE TV – DRAMMA)

Julianna Margulies per The Good Wife

Taylor Schilling per Orange Is the New Black

Robin Wright per House of Cards

Tatiana Maslany per Orphan Black

Kerry Washington per Scandal

MIGLIOR ATTRICE (SERIE TV – MUSICAL O COMMEDIA)

Julia Louis-Dreyfus per Veep

Edie Falco per Nurse Jackie – Terapia d’urto

Zooey Deschanel per New Girl

Lena Dunham per Girls

Amy Poehler per Parks and Recreation

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA (SERIE TV, MINISERIE O FILM TV)

Aaron Paul per Breaking Bad

Jon Voight per Ray Donovan

Corey Stoll per House of Cards

Rob Lowe per Dietro i candelabri

Josh Charles per The Good Wife

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA (SERIE TV, MINISERIE O FILM TV)

Sofía Vergara per Modern Family

Monica Potter per Parenthood

Hayden Panettiere per Nashville

Janet McTeer per The White Queen

Jacqueline Bisset per Dancing on the Edge

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Golden Globe -  la moglie di Sorrentino
GOLDEN GLOBES 2014: I VINCITORI. TRIONFA LA GRANDE BELLEZZA DI SORRENTINO


Stranger-Things
Emmy Awards 2017: le nomination


David Schwimmer
EMMY AWARDS 2016: TUTTE LE NOMINATION


Taraji P Henson - Nomination Emmy Awards 2015
EMMY AWARDS 2015, TUTTE LE NOMINATION: SPOPOLANO IL TRONO DI SPADE E AMERICAN HORROR STORY FREAK SHOW

2 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

12 gennaio 2014 alle 22:00

Tifo per La grande bellezza specie se in competizione con Vita di Adele, film che non mi è piaciuto per niente.

Invece come miglior film spero la spunti Gravity.



2. Andrej ha scritto:

13 gennaio 2014 alle 05:18

Considerare una bieca, parassitaria paraculata che riporta il cinema italiano indietro di cinquant’anni di gran lunga superiore alla più autentica, coinvolgente ed euforizzante esperienza filmica della stagione e forse una delle opere che maggiormente riconciliano con la vita reale è il riassunto perfetto di un Paese che tutto sommato merita chi vi abita e viceversa.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.