25
novembre

I GRIFFIN: UNA MORTE SHOCK PER IL CARTONE ANIMATO (SPOILER)

I Griffin - Brian

Come direbbe Blaise Pascal, la morte è l’unica certezza e, quando arriva perfino in uno degli show animati più popolari del pianeta, il duro colpo c’è e si vede. Stavolta parliamo de I Griffin, la serie animata creata dalla fantasia di Seth MacFarlane che, nell’ultimo episodio della dodicesima stagione andato in onda ieri negli Usa, ha salutato uno dei protagonisti della famiglia più irriverente d’America: Brian Griffin. Anche se la scomparsa di uno dei personaggi principali di The Family Guy era stata annunciata anzitempo dai produttori in occasione del Comic-Con, la scoperta che il defunto sia proprio il colto quadrupede dal collare vermiglio sta sollevando in queste ore numerosi interrogativi.

E’ una giornata soleggiata come tante altre a Quohog, eppure qualcosa sta per cambiare e, durante una comune goliardata con il suo fido compagno d’avventure Stewie, Brian incontra la morte a causa di un’auto impazzita che lo investe lasciandolo in fin di vita. Il tutto avviene nell’episodio intitolato Life of Brian, dove il cane, a causa delle gravi ferite riportate, disteso sul letto della sala operatoria, non può che rivolgere l’estremo saluto alla famiglia a cui è sempre stato attaccato. “Mi avete dato una vita meravigliosa, vi amo tutti” rivela prima di chiudere le palpebre e salutare, dopo ben dodici stagioni, Peter, Lois, Meg, Chris e l’amico Stewie. Dopo la sua tragica scomparsa, i Griffin daranno a Brian un funerale sentito e sofferto, per poi, un mese più tardi, cercare di superare la tragedia prendendo un nuovo cane.

Certo, la cultura e le gag con Stewie, prima fra tutte la storica restituzione dei soldi da parte di quest’ultimo e le sprangate subite che neanche in un corto con Buster Keaton, rimarranno indelebili nella memoria del telespettatori, ed è per questo che i molti fan della serie non riescono a darsi pace interrogandosi sull’anomala decisione dei produttori. Dopotutto, il rapporto d’amore/odio fra Brian e il piccolo Stewie era una delle colonne portanti dello show, così come l’amicizia che lo legava a Peter, di cui era solito burlarsi. Come saranno i Griffin senza la loro tenera bestiolina?

Intanto, la causa sposata dei produttori e dal suo ideatore Seth MacFarlane, fra l’altro doppiatore di Brian resta un mistero, in parte sopperito dal commuovente video realizzato dalla Fox per rendere omaggio alle avventure di Brian in compagnia della sua famiglia che, stiamo pur certi, difficilmente troverà un degno sostituto all’ironia latente e alla saccenza spropositata dell’amante segreto di Lois Griffin.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Aldo Biscardi
E’ morto Aldo Biscardi


Gastone Moschin
E’ morto Gastone Moschin


Gero Caldarelli
E’ morto Gero Caldarelli, il mimo che animava il Gabibbo


Paolo Villaggio
Paolo Villaggio: tutti gli omaggi di Rai, Mediaset, Sky, La7 e Discovery

6 Commenti dei lettori »

1. Luca11 ha scritto:

25 novembre 2013 alle 17:03

Io l’avevo già letto da un’altra parte ma rivedete la scelta della foto per favore… scrivere spoiler non basta se poi mettete un’ immagine di brian in fin di vita.. Magari c’é qualcuno che non vuole saperlo..



2. freddy ha scritto:

25 novembre 2013 alle 17:06

Ma a che cavolo serve scrivere SPOILER se poi sotto ci piazzate la foto in fin di vita del cane!?



3. nicola83 ha scritto:

25 novembre 2013 alle 21:12

Eliminate la foto del cane dall’articolo… rispettate chi non vuole avere spoiler!!!



4. Beppo ha scritto:

25 novembre 2013 alle 22:01

Per me muore Meg.



5. Sanfrank ha scritto:

25 novembre 2013 alle 22:53

Sarò scemo, ma mi sono commosso nel vedere la morte del cane Brian e tutt’ora sono molto scosso.
Mi ha fatto tornare alla mente la morte del mio povero cane (anche il mio piccino era bianco come Brian …) ed un periodo bruttissimo seguito ad essa. :(



6. mugnezz ha scritto:

26 novembre 2013 alle 00:28

Ci avrei giurato , che tanto qui veniva spifferato tutto .



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.