8
ottobre

MINUSCULE: LA SERIE ANIMATA DI RAI YOYO CHE SFIDA INUTILMENTE L’ENTOMOFOBIA

Minuscule

Tranne rarissimi casi, gli insetti danno fastidio. E, senza arrivare a livelli di fobia e intolleranza estrema, non c’è persona che non cerchi di scacciare una mosca o sfuggire ad un’ape potenzialmente molesta.

Minuscole: Su RaiYoyo una serie animata francese che indaga il mondo degli insetti

Gli animalisti e gli ambientalisti, che sottolineano da sempre l’importanza degli insetti nell’ecosistema, però non si arrendono e cercano di far prendere confidenza alla massa con l’idea, partendo dai bambini che hanno meno preconcetti. E dunque su Rai Yoyo, che già ospitava l’intramontabile Ape Maya ed ora anche La casa delle api, è possibile vedere – alle 17:45 – alcuni brevi episodi di Minuscule, serie animata francese in due stagioni, della quale dovrebbe a breve arrivare al cinema un lungometraggio in 3D.

Prodotto dalla Futurikon per France 2, il racconto in chiave comica della vita di formiche, coccinelle, bruchi e millepiedi è un gioiello di computer grafica, con gli ambienti ripresi dal vivo e a cui vengono poi aggiunti i personaggi. Ma, a dispetto dei vari premi già vinti in giro per il mondo (in Italia ha conquistato il Cartoons on the Bay nel 2006) possiamo affermare che la mission del progetto è fallita. Perché nel silenzio degli episodi totalmente muti e senza voce narrante, il ronzio assordante di api e zanzare farebbe venire voglia di usare uno spray omicida anche a Dominic Monaghan, il signore degli insetti.

Se quel roteare isterico dei piccoli volatili può essere sopportato finché la storia racconta la rivalità tra di loro e dunque la supremazia dell’uno sull’altro, si raggiungono livelli inquietanti quando ad interagire (suo malgrado) con loro è un essere umano. Il vedere uno di noi che dorme nel suo letto, protetto da un velo per evitare di essere disturbato e subire punture dolorose, attaccato da uno sciame di zanzare assetate di sangue che si fionda su di lui non appena il velo crolla, di certo non aiuta l’integrazione tra le specie.

Una breve musichetta accompagna poi lo spettatore al gran finale dell’episodio e in qualche modo sottolinea la morale che c’è dietro alla micro storia raccontata. Ma, certo, siamo molto lontani dalle favole di Esopo. E, soprattutto, vista l’assenza di narrazione, dubitiamo che in molti riescano a non staccare mai gli occhi dallo schermo arrivando a capire il senso fino in fondo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


YO YO
YO YO: i due gemellini che spopolano su Rai YoYo


Heidi
HEIDI: ORA I MONTI LE SORRIDONO IN 3D. MA SOLTANTO LORO!


Domenica In - Cristina e Benedetta Parodi
Domenica In: le Parodi convincono, Panatta e Lippi meno. La cronaca nera grande intrusa di un pomeriggio all’insegna della leggerezza


Filippo Bisciglia - Franco Califano
Tale e Quale Show: nella terza puntata trionfa Filippo Bisciglia nei panni di Califano

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.