13
gennaio

IL CODACONS INCORONA LA GABANELLI E BOCCIA LA DE FILIPPI

Codacons (Milena Gabbanelli e Maria De Filippi) @ Davide Maggio .it

E’ tempo di bilanci, anche televisivi, per il Codacons. Il coordinamento delle associazioni a difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori, come ogni gennaio, ha stilato la classifica delle migliori e peggiori trasmissioni che hanno caratterizzato il piccolo schermo nel corso dell’anno appena concluso.

L’indagine è stata condotta tra i teleutenti, contattando 750 cittadini e vagliando oltre mille mail, chiedendo loro di indicare il programma più gradevole e quello meno apprezzato, tra tutti quelli trasmessi nel 2008, ad eccezione di fiction e tg. Dal sondaggio sono emerse due sorprendenti hit parade che hanno incoronato, e bacchettato, rispettivamente due indiscusse professioniste: Milena Gabanelli e Maria De Filippi. Se “Report”, secondo il campione preso in esame, è il miglior programma dell’anno, “Uomini e donne” è senza alcun dubbio il peggiore. Ad occupare la seconda e terza posizione del podio positivo, ritroviamo “Striscia la Notizia” e “Le Iene”. Le medaglie di argento e bronzo del podio negativo, invece, sono andate ad appannaggio de “L’isola dei famosi” e di “Lucignolo”.

In attesa di verificare se, almeno per quanto concerne le bocciature, le preferenze dei consumatori coincideranno con quelle dei “TeleRatti” di DM, vi mostriamo entrambe le graduatorie complete.

Programmi migliori

  1. Report – Rai3
  2. Striscia la notizia – Canale 5
  3. Le iene – Italia 1
  4. Superquark-Rai1
  5. Che tempo che fa – Rai3
  6. Alle falde del Kilimangiaro – Rai3
  7. Le Invasioni barbariche – La7
  8. Ombre sul giallo – Rai3
  9. Crozza Italia – La7
  10. X-Factor – Rai2

Scopri nella seconda parte i programmi peggiori:

Programmi peggiori

  1. Uomini e donne – Canale 5
  2. Isola dei famosi – Raidue
  3. Lucignolo – Italia 1
  4. Domenica In – Raiuno
  5. Questa domenica – Canale 5
  6. Beautiful – Canale 5
  7. Grande fratello – Canale 5
  8. Amici – Canale 5
  9. Porta a Porta – Raiuno
  10. Affari Tuoi – Raiuno


Articoli che potrebbero interessarti


Gian Battista Ronza
Uomini e Donne, Maria De Filippi caccia il ‘cavaliere’ Gian Battista – Video


Milena Gabanelli e la redazione di Report
Milena Gabanelli, addio alla Rai: «Proseguirò il mio mestiere su un altro mezzo. Penso di avere chiuso con la TV» – Video


Milena Gabanelli
Rai, Milena Gabanelli si dimette. «La proposta di tornare a Report era mortificante»


Sigfrido Ranucci.
Report: Sigfrido Ranucci è all’altezza, inchieste più popolari. Gabanelli ha fatto scuola

23 Commenti dei lettori »

1. erodio76 ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 18:50

Ma serviva un’indagine del Codacons per dire cio?
Mi sembra ovvio che Uomini e Donne sia il peggior programma italiano, ed e’ in buona compagnia con la Perego&Soci.



2. Ale ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:12

Al di là dei e delle raccomandate che imperversano in televisione a tutte le ore c’è un’ Italia pensante che sa ancora riconoscere la qualità e il disgusto. Mi trovo in perfetto accordo con quasi tutta la classifica, specie con quella dei programmi peggiori. Magari avrei messo prima qualcuno e poi qualcun altro ma il TRASH è oggettivo ed è capitanato da Miss De Filippi e Miss Perego.



3. Tommaso Martinelli ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:26

@Erodio76, però qualche sorpresa emerge sempre, tu lo avresti mai detto che “Domenica In” si piazzasse davanti a “Questa domenica”? Io assolutamente no.



4. Nicola D'attoma ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:29

Della Maria nazionale mancano all’appello soltanto i postini



5. Biagio Chianese ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:31

Il problema è che il codacons dovrebbe preoccuparsi d’altre questioni, altro che uomini e donne. Certe classifiche non servono a nessuno. Soprattutto quando sono così “scontate”.



6. Ginulufurbu ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:32

la scoperta dell’acqua calda



7. luigino ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:33

Posso dire una cosa? Ma proprio piccola, piccola, piccola?
Questa indagine è una bellissima STRON…ATA. E sapete perché? Perché se noi prendiamo un campione di 750 persone che dovrebbero rappresentare, e ripeto, rappresentare l’Italia, allora i dati non risultano per niente veritieri, perché Uomini e donne, in testa alla classifica, risulta anche uno dei programmi più seguiti del pomeriggio, come anche Beautiful e tanti altri.
Morale della favola. Chi disprezza, compra. Perché la qualità in tv, carissimi, la scegliamo noi. E’ il pubblico italiano che ha decreato cosa ci deve essere e non in tv. Perché se Uomini e donne nessuno lo guardasse, il programma non ci sarebbe.
Mi sembra un ragionamento chiaro. Specialmente per la tv commerciale, siamo noi, più che mai, quelli che scegliamo i programmi. Negli anni l’Italia ha decretato che U&D merita di stare nel primo pomeriggio. Tutto qua. E non ci sono santi.
VOX POPULI, VOX DEI.



8. Biagio Chianese ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:35

Esatto Luigino, concordo.



9. Tommaso Martinelli ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:42

Guardate che è sempre stato così… le trasmissioni della De Filippi sono sempre state attaccatissime dai chiunque, pubblico e critica ma, nonostante ciò, è la numero 1 di Mediaset. E poi, “stranamente”, non vedo alcun flop tra i programmi peggiori, fatta eccezione per “Questa domenica” che nelle ultime settimane sta calando paurosamente. Per quanto riguarda il campione, invece( e secondo me a maggior ragione), si dovrebbe criticare anche l’Auditel! Sulla scoperta dell’acqua calda, però, concordo: prendiamola come l’ennesima conferma a ciò che siamo bravi a prevedere;-)))



10. luigino ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:51

@Martinelli: Sai qual è la cosa divertente?
Che noi dovremmo fare da Codacons alla Codacons per il cattivo lavoro, per la precisione, per l’errato campione di persone preso in esame. La Codacons così si tira la zappa sui piedi da sola, perché invece i programmi qui citati risultano i più seguiti dal pubblico, quindi una cosa a largo consumo, è paradossale che venga giudicata negativamente. Chi ha ragione, la Codacons o l’Auditel?
Beh allora la Codacons dovrebbe bacchettare innanzi tutto l’Auditel. Se riesce a dimostrare che le stime dell’Auditel non rappresentano una situazione veritiera, allo tanto di cappello, ma altrimenti possono tranquillamente andarsi a nascondere con questa lista.



11. Gerardo Larosa ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 19:51

Dire che Le Iene sono il terzo miglior programma della tv italiana prima di Superquark mi provoca un leggero conato di vomito :-@



12. roby ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 20:03

conconrdo con luigino.. inoltre nn si puo’ paragonare un pogramma come REPORT ad un programma come UOMINI E DONNE… hanno due obbiettivi dversi. Uomini e donne ha il semplice obbiettivo di far pasare due ore ‘’spensierate” ( e nonostante questo è un programma seguitissimo..) quindi evitate di fare queste classifiche INUTILI–



13. stefano ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 20:28

magari Gabanelli con una B nel titolo sarebbe meglio….



14. luigino ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 20:34

@Roby: ma sai qual è la cosa che mi sconvolge ancora di più? La lista dei programmi migliori… “striscia la notizia” seconda… “le iene” terza…
Ma la Codacons non vede che “striscia” è un programma che manipola i consumatori? Certo, è la mia opinione, però mi sembra palese. E’ un programma che si va a scontrare contro il piccolo topo d’appartamento e invece non si scontra con i colossi della truffa. E’ un programma che denuncia la finzione in tv e poi non mi parla di “FORUM”. C’è qualcuno che vuole convincermi che a forum ci sono persone vere e non attori? Per non parlare delle “iene” e dei servizi tarocco…
per carità, non ho elementi per dimostarlo, sono tutte supposizione personali, ma già un po’ di tempo fa fecere un servizio su un sicario che veniva a parlare a loro di come ammazza le persone… ma ci rendiamo conto di quanto è tarocco un filmato del genere?!?! Un sicario che racconta tranquillamente a faccia scoperta il proprio mestiere per una televisione italiana… ALLUCINANTE.
E questo sarebbero dei programmi da secondo e terzo posto?! Questa mi sembra la fiera della scontatezza e anche di qualcos’altro… a questo punto preferisco l’innocuo “u&” con il cucciolo di dinosauro Fufi di Tina, piuttosto che queste sperequazioni televisive…



15. Tommaso Martinelli ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 20:48

@Luigino, tutte considerazioni giustissime, nonostiante ne condivida soltanto una parte. Per “Striscia” il discorso è un pò diverso, ma sicuramente troppo, troppo, lòungo da affrontare in questa sede. Inoltre, che io sappia, il Codacons ha quasi sempre bacchettato o intrapreso storiche cause nei confronti di grandi colossi ( e quindi produttori di prodotti a largo consumo) e solo raramente il contrario. O sbaglio?



16. luigino ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 21:24

@Martinelli: Cosa intendi? Non capisco la tua osservazione. Francamente non seguo molto le azioni della Codacons, comunque siccome siamo su un blog di tv, parlavo di queste associazioni e dei media. E’ come il Moige con le censure più assurde nei cartoni. Gli dà fastidio un nudo (e non parlo dei cartoni “hentai”) dove solitamente si vede solo il corpo, mentre le parti intime non vengono disegnate (quindi come un orsacchiotto di peluche nudo senza parti intime) o vengono coperte da qualcosa. Purtroppo non concordo mai, o quasi mai, con le critiche mosse da queste associazioni alla tv.
Inoltre sempre viene demonizzata la tv di intrattenimento. La tv di intrattenimento fa da compagna a tantissime persone che altrimenti sarebbero sole, parlo soprattutto di anziani, per esempio, che spesso trovano l’unica amica nella tv, ma anche per tante altre persone che magari non hanno tempo di socializzare tutto il giorno. Inoltre se io cerco un’informazione (quello che viene definito “cultura”), la cercherò nelle materie che interessano a me e la cercherò sui libri o, oggigiorno, su qualche sito Internet che mi sembra credibile, non aspetterò certo l’anno 2184, tanto per dirne uno, quando trasmetteranno un documentario specifo riguardo la mia esatta informazione che cercavo.
Per il resto se io accendo la tv, l’accendo per intrattenermi, non per sentir parlare, chessò, di chimica che mai mi ha interessato più di tanto. Quindi fare “vera” cultura in tv mi sembra difficile perché sarebbe fruibile soltanto per poche persone alla volta, e di quelle poche, chissà quanti avrebbero l’opportunità di fruirla proprio in quel momento quando ciò viene trasmesso.
Quindi la tv secondo me deve essere intrattenimento, informazione (ma i tg ce li abbiamo), o nozioni semplici, curiosità, che bene o male potrebbe interessare chiunque.



17. apple ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 22:07

Una volta avrei gioito senza riserve a questa notizia,
senza dubbio è un buon programma,
ma non esente dal pagare un certo dazio al potere anche se di opposizione.
Come vorrei che i giornalisti potessero essere dei veri “cani sciolti”…
Idealista? Sognatrice?
Purtroppo, si…



18. Luigi ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 22:17

immagino i campioni che avranno scelto..ma dai



19. Tommaso Martinelli ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 22:32

@Luigino: Questa classifica non è una critica alla tv, ma il semplice risultato di un’indagine che viene fatta di anno in anno. Per il resto, tranne su Striscia, la penso come te.



20. Marta ha scritto:

13 gennaio 2009 alle 23:40

@Luigino
concordo e sottoscrivo ogni singola parola



21. Marko ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 14:06

Più o meno daccordo sui programmi peggiori, non concordo su striscia e iene addirittura al secondo e terzo posto tra i migliori. Al di là della classifica io dico che 750 persone non sono rappresentative di 60 milioni di italiani, quindi direi che questo sondaggio vale meno di zero.



22. Tommaso Martinelli ha scritto:

14 gennaio 2009 alle 14:40

@Marko: a questo punto ti invito ad informarti sulla metodologia di rilevazione utilizzata dall’Auditel che, in questo settore, gode di maggiore attendibilità e visibilità rispetto a questa classifica del Codacons. Son curiosissimo di conoscere le tue impressioni;-)



23. Edo ha scritto:

17 gennaio 2009 alle 15:04

Non c’è da distupirsi che auditel e Codacons non coincidano: la maggior parte delle persone guarda Uomini e Donne, magari solo per passare il tempo e piace pure: però i telespettatori si rendono conto di quanto sia di bassa qualià, e non lo voterebbero mai come miglior programma. Insomma nessuno vuole ammettere che gli piaccia Uomini e Donne, preferiscono votare altri programmi, anche se poi li guardano molto meno…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.