19
aprile

The Nevers: all’improvviso l’epoca vittoriana diventa sci-fi

The Nevers - Eleanor Tomlinson

The Nevers - Eleanor Tomlinson

Cosa hanno in comune l’epoca vittoriana, con i suoi ombrellini e le sue carrozze, e le atmosfere futuristiche dei film di fantascienza? Niente, almeno fino all’arrivo di The Nevers, la serie Sky che vede alcune donne di fine ‘800 trasformarsi in supereroine, capaci di salvare un mondo che, quanto ad emancipazione sociale, le vorrebbe ancora ferme ai box.

La scorsa settimana, in contemporanea con la prima tv USA, Sky Atlantic ha trasmesso il primo episodio in lingua originale con i sottotitoli in italiano e questa sera alle 21.15 arriverà la versione italiana, seguita da quella sottotitolata del secondo. Una messa in onda legata a doppio filo a quella americana, che rende la serie HBO un piccolo evento, rafforzato dalle buone reazioni della critica in patria e dalla stravaganza del racconto, che non può passare inosservato.

La trama è questa: la spericolata vedova Amalia True (Laura Donnelly) e l’inventrice Penance Adair (Ann Skelly) si ritrovano a capo di un gruppo di donne dotate come loro di abilità straordinarie e sovrumane, le toccate;  queste inquietanti capacità sono comparse all’improvviso, dopo il verificarsi di un evento sovrannaturale nel cielo di Londra e ora tutte insieme devono difendersi sia dai poteri forti che vogliono metterle a tacere, che da un male oscuro che vuole impadronirsi di loro.

Coniugando registri estremamente diversi tra loro, la serie intrattiene a dovere: c’è molta azione, combattimenti rudi e violenti che Amalia affronta con piglio tranquillo neanche fosse Bud Spencer; c’è una linea crime, con l’indagine portata avanti da più parti per capire l’origine del fenomeno dei toccati e, tra qualche scena di nudo e un linguaggio a volte anche spinto, ci sono momenti comedy, che giocano sugli strani poteri dei personaggi e sulla loro ingenuità.

Completa il tutto un cast molto valido, che vede Olivia Williams nei panni di Lavinia Bidlow, sostenitrice del gruppo, Tom Riley in quelli di suo fratello Augustus e James Norton nelle vesti di Hugo Swann, un elegante e affascinante giovane pansessuale che gestisce un club segreto e un giro di estorsioni. Tra gli altri attori Rochelle Neil, Amy Manson, Denis O’Hare, Zackary Momoh, Elizabeth Berrington, Kiran Sawar, Anna Devlin, Viola Prettejohn, Ella Smith, Nick Frost, Ben Chaplin. e, direttamente da Poldark, Eleanor Tomlinson e Pip Torrens: lei, che in Cornovaglia era Demelza, qui è una toccata che con il suo canto trova i propri simili, mentre l’ex Cary Warleggan in The Nevers è un ex militare.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Blanca - Maria Chiara Giannetta
Blanca è tutta un’altra storia


Un Professore - Nicolas Maupas e Alessandro Gassmann
Un Professore: tra Kant, Barthes e conflitti generazionali rovesciati, a vincere è il mistero


Una parola di troppo
Una parola di troppo: Magalli fa il vigile cinico


Sergio Castellitto
Crazy for Football: quando il calcio vuole far riflettere

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.