27
settembre

Milly Carlucci diffida Amici Celebrities: la conduttrice smentisce, Mediaset conferma

Milly Carlucci

Milly Carlucci

La notizia del giorno è la diffida di Milly Carlucci a Mediaset per Amici Celebrities. Nonostante la conduttrice si sia affrettata a smentire, Dagospia ha pubblicato alcuni stralci della lettera che Milly e gli autori di Ballando con le Stelle, tramite il legale della conduttrice, hanno inviato a Mediaset:

“La signora Milly Carlucci, anche a nome degli autori del programma “Ballando con le stelle”, mi ha conferito l’incarico di significarLe quanto segue (…) A fronte di tale situazione, ho ritenuto opportuno rivolgermi a Lei prima di assumere qualsiasi iniziativa giudiziaria, affinché, con la Sua autorità, possa intervenire per evitare che, nelle prossime puntate di “Amici Celebrities”, si ripeta la incresciosa situazione sopra descritta.”

La squadra di Ballando teme che Amici Celebrities richiami troppo lo show danzereccio, ricalcandone alcuni tratti distintivi e portando lo spettatore a confondere i due show.

La Lettera di Milly Carlucci a Mediaset (Dagospia)

La precisazione dell’avvocato di Milly Carlucci e gli autori di Ballando

L’avvocato Yuri Picciotti, che per conto di Milly Carlucci e gli autori di Ballando ha inviato la lettera all’Ufficio Legale di Mediaset, ha voluto precisare che non si è trattato di una vera e propria diffida, bensì di un banalissimo invito al buon senso. Queste le sue parole ‘nero su bianco’:

“A conferma di quanto già evidenziato dalla Sig.ra Milly Carlucci, io sottoscritto, Avv. Yuri Picciotti, reputo opportuno ribadire che, nella giornata di ieri, non ho inviato alcuna diffida all’Ufficio Legale di RTI.

Mi sono limitato a trasmettere all’Avv. Stefano Longhini, responsabile dell’Ufficio Legale di RTI, un invito, in uno spirito di reciproca collaborazione, affinché ponesse in essere quanto necessario per evitare che la trasmissione “Amici Celebrities” utilizzi tratti distintivi propri di “Ballando con le stelle”.

In particolare, desidero spiegare che, per alcun motivo, è possibile prevedere che, all’interno di una gara, un ballerino professionista esegua balli con un c.d. “VIP”, poiché tale combinazione rappresenta l’elemento caratterizzante di “Ballando con le stelle”.

Detto elemento risulta, peraltro, riconosciuto da RTI, la quale, nel 2012, a seguito di due pronunce del Tribunale Ordinario di Roma ottenute dalla Sig.ra Carlucci, si è espressamente impegnata ad evitare qualsivoglia forma di utilizzo degli aspetti più rilevanti di “Ballando con le stelle”.

Si è, dunque, trattato di un semplice invito al buon senso ed al rispetto degli impegni assunti anni addietro.

Avv. Yuri Picciotti”.

La replica di Mediaset

Possibile che siano stati scomodati gli avvocati per un “semplice invito al buon senso”, peraltro piuttosto ‘minaccioso’, dal momento che nella lettera è chiaro il messaggio “ho ritenuto opportuno rivolgermi a Lei prima di assumere qualsiasi iniziativa giudiziaria”?.

Mediaset, tramite una nota pubblicata dall’Ansa, da un lato ha preso atto della ‘non diffida’ ma dall’altro ha irriso le parole dell’avvocato Picciotti sul fatto che un vip possa ballare con un professionista soltanto nel programma Ballando con le Stelle:

“Prendiamo atto che l’avvocato Picciotti non intendesse diffidare Mediaset pur riservandosi di assumere iniziative giudiziarie in caso di un mancato intervento di quest’ultima.

La ricostruzione dell’avvocato sugli impegni assunti da Mediaset in precedenti accordi non è precisa né conferente al tema.

Si commenta poi da sola la tesi dell’avvocato Picciotti che un “Vip” non possa ballare con un ballerino professionista se non nel programma “Ballando con le stelle”.

Certamente “Amici Celebrities” non si è appropriata di alcun elemento caratterizzante “Ballando con le stelle” ed evidentemente non sussiste alcuna possibilità di confondibilità tra i due programmi, ben distinti nella loro ideazione e sviluppo rappresentativo”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Milly Carlucci
Milly Carlucci diffida Mediaset per Amici Celebrities. Roba da ridere


Salvo Sottile, Linea Gialla
MEDIASET DIFFIDA LA7: UTILIZZO ILLECITO DI FILMATI A LINEA GIALLA. FREMANTLE REPLICA: IMMAGINI DELLA FRANZONI CE LE HA DATE MEDIASET


Milly Carlucci e Barbara D'Urso
MILLY CARLUCCI SI ALLARGA: CHIEDE 2 MILIONI DI EURO A MEDIASET PER DANNI ALL’IMMAGINE


Alessandro Salem
ALESSANDRO SALEM SUL CASO BAILA: CAPISCO LA CARLUCCI, BALLANDO E’ L’UNICO PROGRAMMA CHE LA RAI LE CHIEDE

9 Commenti dei lettori »

1. teoz ha scritto:

27 settembre 2019 alle 18:08

qualcuno mente… milly o dagospia?



2. R101 ha scritto:

27 settembre 2019 alle 21:56

Con questo articolo è stata data agli utenti – finalmente- la notizia nella sua interezza.
Poi ciascuno sarà in grado di fare le proprie considerazioni.
Ma la notizia asciutta, completa e rispettosa dei ruoli d delle parti va fornita in maniera asettica.
Poteva essere fatto molte ore fa.
Ma tant’è!



3. R101 ha scritto:

27 settembre 2019 alle 22:11

Per completezza ed entrando nel merito della questione va detto che già in passato l’Autorità Giudiziaria aveva condannato RTI dal continuare a trasmettere il programma Baila nella sua formula originaria, evidenziando che l’accoppiata VIP/maestro di ballo, rappresenta un elemento caratterizzante del programma Ballando con le Stelle.
Ancora una volta Mediaset, qualora non accogliesse l’invito bonario trasmessole, rischia un nuovo procediamo ex art 700 c.p.c. (Procedimento d’urgenza) con conseguente giudizio ordinario volto ad ottenere un risarcimento danni da parte degli autori di Ballando con le Stelle, la Ballandi e la Rai.
Mediaset, se vuole, può continuare a frignare ma sa bene che rischia un ulteriore condanna.
Il diritto d’autore va tutelato.



4. Andre ha scritto:

27 settembre 2019 alle 22:18

Per tanto è tutto vero, la Carlucci si dimostra ancora una volta quale grande signora del nulla e della cattiveria. Amici e nato nel 2001 Ballando che è copiato da un format , nel 2005 credo sia il caso che questa volta la Carlucci, per non terminare oggi la sua misera carriera, ritiri la diffida, prima che la De Filippi intervenga. @R101 stai sereno, la tua cocca è finita, trovati in altra sfigata da seguire



5. Alex ha scritto:

27 settembre 2019 alle 22:29

Milly ammazza che frignona



6. R101 ha scritto:

28 settembre 2019 alle 13:12

@Andre
Nessuna cocca.
Solo ragionamento oggettivo e basato su di diritto sancito da una sentenza passata in giudicato.
Se non riesci a sostenere una conversazione basata su argomentazioni giuridiche ti consiglio di studiare anziché utilizzare epiteti bassi ed ignoranti.
Anche se se sei ignorante in materia (nel senso di ignorare le basi del diritto) sarà alquanto complicato per te cambiare registro.
Comunque puoi provarci!
In bocca al lupo!
😉



7. R101 ha scritto:

28 settembre 2019 alle 13:14

@Andre
Nessuna cocca.
Solo ragionamento oggettivo e basato su un punto di diritto derivante da una sentenza passata in giudicato.
Se non riesci a sostenere una conversazione basata su argomentazioni giuridiche ti consiglio di studiare anziché utilizzare epiteti bassi ed ignoranti.
Anche se se sei ignorante in materia (nel senso di ignorare le basi del diritto) sarà alquanto complicato per te cambiare registro.
Comunque puoi provarci!
In bocca al lupo!
😉



8. Dodi P. ha scritto:

28 settembre 2019 alle 15:06

Che strega questa Carlucci.
Mica l’ ha invento lei il ballo?!?
Smentisce la diffida; chiamala come vuoi, comunque e’ una lettera che cita provvedimenti legali se uno osa far ballare un vip con un professionista, in un programma comunque diverso dal tuo ballando con le stelle.
Ste parrucche che si mette devono averle dato alla testa.
Rilassati, signora.



9. CISCA ha scritto:

29 settembre 2019 alle 11:57

DIAGO SPIA scopre sempre tutto,ma Ballando con le stelle ( mai guardato )E il progamma della filippi non sono uguale.Dunque chi piace rai 1 e chi piace canale 5 di SABATO SERA io nessun dei 2 vedo un bel film



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.