13
marzo

Ballando con le bufale, Giovanni Ciacci: «In Russia mi hanno censurato». Ma la Rai non ne sa nulla

Giovanni Ciacci, Raimondo Todaro

Allarme rosso. Anzi, russo. A lanciare la denuncia con una certa enfasi è stato Giovanni Ciacci. “In Russia durante la diretta della mia esibizione hanno mandato la pubblicità” ha affermato il concorrente di Ballando con le Stelle, dando così adito alla tesi di una censura di stampo omofobico perpetrata sulle frequenze del servizio pubblico. Un’accusa pesante, che tuttavia fatica a trovare riscontri e suscita persino dubbi sulla sua attendibilità. Non a caso la stessa Rai – da noi interpellata – sembra non saperne nulla. 

Non vi sembra alquanto strano? Se davvero l’esibizione di Ciacci e Todaro fosse stata censurata in Russia, la Rai (che, a rigor di logica, ne sarebbe stata la responsabile in quanto trasmette il segnale) avrebbe fornito le immediate spiegazioni o le smentite del caso, visto che il fatto era stato rilanciato proprio da un concorrente del programma in questione. Al contrario – a quasi tre giorni dalla diretta – nessuno ha avuto modo di verificare l’attendibilità della denuncia che il costumista senese aveva lanciato un po’ così, come a voler fare notizia.

In Rai nessuno sembra avere certezza dell’accaduto, che anzi viene trattato con il distacco e la diffidenza che solitamente si riservano alle bufale. E in effetti – salvo smentite fattuali – l’ipotesi del complottone sovietico ordito da un censore del servizio pubblico italico ai danni della coppia maschile di Ballando ci sembra una bufala. Roba che manco il KGB. La stessa genesi della notizia non è chiara: pare che Ciacci abbia appreso la cosa da una giornalista russa, ma dubitiamo che egli l’abbia verificata personalmente prima di spararla in radio.

Nei giorni scorsi vi raccontavamo delle pretestuose critiche di Mario Adinolfi (con la replica di Selvaggia Lucarelli) alla presenza di una coppia di uomini nel cast del programma di Rai1. Ora, non vorremmo che stavolta a voler calcare la mano – ma in senso opposto – sia stato lo stesso Ciacci, con un’accusa nei confronti della Rai che al momento non ha seri riscontri ma che, intanto, qualche titolo e un po’ di visibilità li ha ottenuti.

Nelle settimane scorse si era diffusa la notizia che Giovanni Ciacci, con Cristiano Malgioglio, avrebbe dovuto interpretare un ruolo nella quarta stagione di Narcos, colossale bufala prontamente smentita da DavideMaggio.it.



Articoli che potrebbero interessarti


Ballando con le stelle 7 aprile 2018
Ballando con le Stelle 2018: Ciacci finisce in infermeria dopo il tango dello scandalo. Zero da Mariotto, complimenti da Zazzaroni


Ballando con le Stelle 2018
Ballando con le Stelle 2018: Zazzaroni non ne vuole sapere e dà un altro zero a Ciacci-Todaro. La Guetta fa il miracolo, Eleonora Giorgi no e viene eliminata


Giovanni Ciacci, Raimondo Todaro
Ballando con le Stelle 2018, Ivan Zazzaroni smonta Giovanni Ciacci: «Totalmente fuori contesto». E gli dà zero


Giovanni Ciacci Ballando
Giovanni Ciacci: «Sono la star di Ballando con le Stelle. Ho avuto un uomo in comune con uno dei giudici, ora ho due fidanzati». E critica Lucarelli e Giorgi

13 Commenti dei lettori »

1. Travis ha scritto:

13 marzo 2018 alle 14:32

Si vabbè. Io ancora lo sto aspettando insieme a Malgioglio in Narcos. Ciacci ha una credibilità sottozero e mi azzardo a dire anche nel lavoro che fa, non solo come personaggio televisivo.



2. vicky ha scritto:

13 marzo 2018 alle 15:16

ma chi è costui? Io so solo che è veramente antipatico



3. vicky ha scritto:

13 marzo 2018 alle 15:16

ma chi è costui? Io so solo che è veramente antipatico



4. Sabato ha scritto:

13 marzo 2018 alle 15:27

Ho riportato le dichiarazioni di Ciacci su questo blog poco dopo averle ascoltate in radio e l’ho fatto usando il condizionale proprio perché un po’ strane e difficilmente verificabili. Ciacci, ospite di RTL 102.5, ha denunciato questa presunta censura in Russia senza però darne i dettagli, a partire da come sarebbe venuto a conoscenza del fattaccio. In attesa di conferme o smentite, ribadisco la mia totale contrarietà alle assurde prese di posizione di Adinolfi contro la coppia same-sex di Ballando.



5. aaaaa ha scritto:

13 marzo 2018 alle 15:53

la classica bufala da personaggio elleggibbittì fanfarone, come Platinette che accusò una gieffina di essere transessuale, addirittura arrivando a farla piangere.

comunque ripeto mi pare strano che la Russia controlli i canali internazionali.



6. Luca ha scritto:

13 marzo 2018 alle 16:26

Ma perchè non lo censurano anche in Italia ?



7. Ada ha scritto:

13 marzo 2018 alle 19:21

Penoso Russofobo…dice solo che cretinate e pensa di essere una star..magari ci fosse una censura anchequi x certa gente, e non sono omofoba.



8. controcorrente ha scritto:

13 marzo 2018 alle 19:26

ecco.. sta’ assumendo la credbilita’ di un Malgioglio qualsiasi.. poi a questi nongli credipiu’ nemmeno la verita’



9. kalinda ha scritto:

13 marzo 2018 alle 20:42

Ma quante ne spara anche a Detto Fatto.



10. Luca ha scritto:

13 marzo 2018 alle 21:36

@ Ada
Pensa che qualcuno ,con i boccoli biondi ,mi ha definito omofobo perchè ho scritto che è una checca insopportabile
:)



11. marco urli ha scritto:

13 marzo 2018 alle 23:25

Personaggio supponente, petulante, antipatico e sgradevolissimo. Mi fa venire in mente certi commessi nei negozi di stilisti famosi che fanno fatica a salutarti quando entri e sembra che gli dai fastidio se chiedi di provare un indumento.
Classisti, intolleranti e snob.
Se fossero loro la maggioranza saremmo nei guai!



12. Patrick ha scritto:

14 marzo 2018 alle 03:08

Capirai se in giro per il mondo hanno tempo di preoccuparsi di Ciacci. Già la cazzata inventata ad arte riguardo Narcos riecheggia ovunque, ora infiliamoci dentro anche questa.

Derelitti che annaspano in cerca di visibilità.



13. Luca ha scritto:

18 marzo 2018 alle 12:03

Esatto marco urli
Sono le checche : classisti e incapaci di relazioni umane normali
gente che parla al femminile con tutti offendendo,criticando e tentando di provocare in continuazione
Per loro sei un poveraccio se non hai l’ultimo pantalone di Dolce e Gabbana
Dietro questa maschera si celano delle persone disturbate mentalmente e psicologicamente instabili e inaffidabili



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.