1
aprile

Ballando con le Stelle 2018: Zazzaroni non ne vuole sapere e dà un altro zero a Ciacci-Todaro. La Guetta fa il miracolo, Eleonora Giorgi no e viene eliminata

Ballando con le Stelle 2018

Ballando con le Stelle 2018

Iniziata dal commosso ricordo di Fabrizio Frizzi, la quarta puntata di Ballando con le Stelle 2018 risolleva il polverone tra Ivan Zazzaroni e la coppia Ciacci-Todaro. Dopo essere ricorso ai ripari una settimana fa, il giurato torna a ribadire il suo pensiero: “Devono ballare di coppia”. Per questa ragione, il duo si becca di nuovo uno zero, a fronte degli altri (esagerati) voti dei colleghi di ‘bancone’, su tutti il 10 di Selvaggia Lucarelli, che sa tanto di ripicca nei confronti di Ivan – come lei stessa lascia intendere – anziché un premio agli sforzi di Giovanni.

Ballando con le Stelle 2018, quarta puntata: eliminata Eleonora Giorgi

Il miracolo, invece, è firmato Nathalie Guetta. O meglio, Simone Di Pasquale. Il maestro fa calare perfettamente la sua partner nella Gelsomina di Federico Fellini, in un valzer più che convincente, che conquista a pieni voti i consensi della giuria: Sei stata deliziosa. Un momento di poesia, è il commento di Guillermo Mariotto. Mentre Carolyn Smith ha trovato l’intera performance delicata ed elegante, la Lucarelli c’ha persino intravisto della sensualità.

Al contrario, invece, deludono alcuni pezzi forti come Gessica Notaro, Cesare Bocci e Akash. Mentre questi ultimi vengono ‘traditi’ dal boogie, la Notaro si rende protagonista di un jive molto pesante, tanto per usare le parole della Smith. La concorrente non può che approvare: “Mi sentivo due gambe di cemento armato”. A graziarla da una classifica che l’avrebbe relegata agli ultimi posti, però, ci pensa Sandro Mayer, assegnandole il tesoretto di 48 punti, conquistato dai ballerini per una notte Raoul Bova e Rocio Munoz Morales.

Detto della non esaltante performance di Akash, comunque nettamente superiore a buona parte del cast, iniziano a diventare stucchevoli alcuni commenti gratuiti nei suoi confronti, reo di aver mentito sulla sua reale identità. Mentre a bordo pista Roberta Bruzzone dichiara apertamente che non vale la pena conoscerlo, dalla giuria Selvaggia si dice in difficoltà nel votarlo: “Per la prima volta sono condizionata dalla scarsa simpatia che nutro per Akash [...] Farò una media tra quello che penso di te come personaggio e quello che ho visto sulla pista”.

Se il convalescente Massimiliano Morra ’sale di livello’ e da ingiudicabile diventa insufficiente, il pubblico lo sostiene e lo fa andare avanti, insieme ad Amedeo Minghi, fin troppo graziato anche dai giudici. Sugli scudi della serata ci finiscono il paso doble di Francisco Porcella, la samba africana di Giaro Giarratana e il freestyle di Cristina Ich. Quest’ultima, però, va immeritatamente allo spareggio finale con Eleonora Giorgi. Il televoto, che in precedenza aveva bocciato la modella rumena, la salva con il 60% delle preferenze. Ad essere eliminata è la coppia formata da Eleonora Giorgi e Samuel Peron.

Ballando con le Stelle 2018: la classifica della quarta puntata

Ecco la classifica della quarta puntata, data dai voti dei cinque giudici (nell’ordine di Ivan Zazzaroni, Fabio Canino, Carolyn Smith, Selvaggia Lucarelli e Guillermo Mariotto) e dall’assegnazione dei due tesoretti (uno è il punteggio della performance dei ballerini per una notte e un altro è rappresentato dai 5 punti per volere del pubblico social):

1 Gessica Notaro e Stefano Oradei: 5 6 5 6 7 = 29 + 48 = 77
2 Francisco Porcella e Anastasia Kuzmina: 7 8 7 8 9 = 39 + 5 = 44
3 Giaro Giarratana e Lucrezia Lando: 7 9 8 6 9 = 39
3 Nathalie Guetta e Simone Di Pasquale: 7 8 7 7 10 = 39
5 Cristina Ich e Luca Favilla: 7 7 7 6 8 = 35
6 Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro: 0 8 8 10 7 = 33
7 Akash e Veera Kinnunen: 6 6 6 5 6 = 29
7 Amedeo Minghi e Samanta Togni: 6 6 5 6 5 = 29
9 Cesare Bocci e Alessandra Tripoli: 5 6 6 5 5 = 27
10 Eleonora Giorgi e Samuel Peron: 4 6 5 4 6 = 25
11 Massimiliano Morra e Sara Di Vaira: 4 4 3 4 3 = 18

[TUTTO SU BALLANDO CON LE STELLE]



Articoli che potrebbero interessarti


Giovanni Ciacci, Raimondo Todaro
Ballando con le Stelle 2018, Ivan Zazzaroni smonta Giovanni Ciacci: «Totalmente fuori contesto». E gli dà zero


Ballando con le stelle 7 aprile 2018
Ballando con le Stelle 2018: Ciacci finisce in infermeria dopo il tango dello scandalo. Zero da Mariotto, complimenti da Zazzaroni


Ballando con le Stelle 2018
Il commosso ricordo di Fabrizio Frizzi a Ballando con le Stelle – Video


Milly Carlucci
Milly Carlucci sul ballo Ciacci-Todaro: «Tecnicamente Zazzaroni ha ragione». Poi ‘punge’ la Littizzetto

3 Commenti dei lettori »

1. Vince! ha scritto:

1 aprile 2018 alle 10:56

@Davide Maggio: aspettiamo tutti l’articolo sulla presunta lite tra la Lucarelli e Bova dietro le quinte!



2. Srich ha scritto:

1 aprile 2018 alle 18:56

Io giuro vorrei capire come sconosciuti possano battere al televoto gente famosa. Non posso pensare neanche che l’ago della bilancia lo sposti il maestro visto che in questo caso, come nella prima puntata, la Giorgi e Peron hanno perso contro nuovi arrivati (se non ho capito male)

Mai capito come funziona il televoto a Ballando, se è meritocratico a livelli estremi o cosa.



3. Pongo&Peggy ha scritto:

3 aprile 2018 alle 10:55

Srich semplicemente votano, come sempre, i giovani, che chiaramente prediligono il giovane capellone alla Giorgi, non ci vedo un grande mistero. Considera che se lei per gli adulti è una star, per la fascia 15-25 è una sconosciuta o pressochè.
Va anche detto che la simpaticissima Eleonora, piacevolissima da ascoltare e da guardare nelle clip, in gara è un tronco di pino senza appello, e non basta tutta la sua classe a salvarla. Ma non credo che la meritocrazia giochi più che tanto.
Peccato comunque perchè le clip di lei e Peron erano la cosa più gradevole del programma.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.