3
aprile

Elio narra L’Opera Italiana su Rai5

elio opera

Elio

Aria di primavera. Da lunedì 10 aprile alle 22.05, su Rai5 parte un ciclo di approfondimento, in 20 puntate da cinquanta minuti, dedicato alla musica lirica e intitolato L’Opera Italiana. Se siete fan della Bohème, di Rigoletto o Madama Butterfly, del Barbiere di Siviglia o della Norma, allora segnatevi subito l’appuntamento proposto dal canale 23 del digitale.

Ma anche per i non appassionati potrebbe diventare un’occasione per arricchire il bagaglio culturale. D’altronde, chi non ha mai intonato almeno una volta nella vita: Nessun dorma…, oppure Figaro qua, Figaro là…, o ancora La donna è mobile ?“. Tutte arie preziose che sono diventate nel tempo leitmotiv del nostro quotidiano perché in esse sono racchiuse sia le passioni viscerali dell’uomo sia la straordinaria creatività dei maestri che le hanno composte. Da Verdi a Rossini, passando per Donizetti e Bellini, fino a Giacomo Puccini, l’Italia è custode di una serie di geni che il resto del mondo invidia.

Narratore d’eccezione: Elio, il quale con o senza Le storie tese, rimane un signor musicista, polistrumentista e appassionato melomane. E dopo l’esperienza recente da “ballerino per una notte” a Ballando con le Stelle, l’ex giudice di X Factor torna ai suoi “primi amori” e ad occuparsi dei più grandi compositori di tutti i tempi. Ogni appuntamento, prodotto da Anthos Produzioni, è stato costruito come una grande sinfonia -una vera e propria enciclopedia dell’opera- dove sono stati mescolati materiali di repertorio, riprese nei luoghi della vita dei compositori, e interviste ai maggiori esperti e critici musicali. Un viaggio nel nostro paese attraverso i luoghi e le parole dei grandi interpreti: le soprano Cecilia Gasdia, Renata Scotto, Amarilli Nizza, Desiree Rancatore, e i maestri d’orchestra Michele Mariotti, Stefano Montanari, oltre a grandi tenori come Fabio Armiliato e Francesco Meli.

Inoltre, l’Italia è la patria del melodramma, una precisa forma d’arte che ha contribuito a creare l’identità culturale nazionale. Dall’America alla Cina, le grandi opere continuano a rivivere, riempiendo i cartelloni dei teatri e sui palchi internazionali più prestigiosi. E ogni tanto, giustamente, se ne ricorda anche il piccolo schermo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Francesca Michielin
X Factor 2017: Home Visit con Francesca Michielin, Elio, Noemi e Skin


Elio-Strafactor2017
Strafactor torna con Elio


Wild Italy
Wild Italy: su Rai5 una riserva naturale che svela le meraviglie della Penisola


Logo_Rai_Sport
Rai: nuovi loghi e animazione per i canali tematici (foto)

1 Commento dei lettori »

1. Luca ha scritto:

4 aprile 2017 alle 08:53

Io mi sono sempre chiesto come fa certa gente ad avere successo cantando e dicendo sempre e solo non sense per non dire supercazzole e fesserie
L’altra sera era dalla Carlucci cantando delle stupidaggini sulla Finlandia
Ci vorrebbe qualcuno che lo manda affancXXX ….
In dialetto milanesse si potrebbe dire : ma va a ciapà i ratt…..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.