11
maggio

FORTUNA LOFFREDO, CORRADO AUGIAS SI SCUSA SU LA7: ECCESSO DI INTERPRETAZIONE, NON LO DOVEVO FARE

Corrado Augias, diMartedì

Mea culpa in diretta tv. A una settimana di distanza dalle sue controverse dichiarazioni su Fortuna Loffredo (“aveva sei anni ma si atteggiava come se ne avesse sedici o diciotto“), Corrado Augias è tornato a diMartedì per chiudere le polemiche. E per rettificare pubblicamente. Nello studio di La7, l’ottuagenario giornalista ha precisato il senso di quelle sue parole ed ha replicato alle critiche piovute copiose da quotidiani e social network.

Più numerose sono state le critiche e in qualche caso le ingiurie. Ma c’è stato anche chi ha saputo separare quello che io impropriamente, con un errore, con un eccesso di interpretazione, avevo unito. E cioè quell’immagine, quella bambina, quel fatto, con un fenomeno generale. Quello non si poteva fare, non lo dovevo fare. Perché io, volendo andare al problema generale, ho saltato un passaggio, che è il passaggio del dolore straziante della famiglia che cancellava tutto il resto. Bisognava tenere le due cose separate” ha dichiarato Augias.

Rispondendo a Giovanni Floris, che ha fatto di tutto per dare risalto al chiarimento del suo ospite, il saggista è poi ritornato sulle dichiarazioni incriminate riguardanti l’atteggiamento della piccola Fortuna in una foto che la ritraeva.

Io sono troppo avanti negli anni per immedesimarmi in queste cose. Ho dei modelli infantili diversi. Il bambino nella mia immaginazione è quello con i calzoni corti magari rimediati da un paio di pantaloni del padre (…) Però non mi rassegno però all’idea di bambini agghindati, che partecipano alle sfilate di moda e che sono già nei primi anni vittime della pubblicità, del consumo e della moda“.

Quello apparso ieri a diMartedì è stato un Corrado Augias prudente e scottato dalle critiche piovutegli addosso anche con eccessiva brutalità. Qualcuno, ad esempio, lo aveva persino accusato di giustificare lo stupratore della piccola Fortuna. “A questo tipo di critica non vorrei nemmeno rispondere” ha detto il saggista al riguardo.

Poi un commento sulla querela che il padre della piccola Fortuna aveva annunciato di volergli sporgere contro.

Spero che sia solo un annuncio. Ma se veramente c’è la querela sono molto addolorato perché mi addolora il gesto, il fatto che si sia potuto pensare che dicevo quelle cose in malafede, o con un animus cattivo. Era un animus che cercava di trarre da quell’orrore un barlume di interpretazione perché non si ripetesse“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Corrado Augias, diMartedì
FORTUNA LOFFREDO “SI ATTEGGIAVA DA 16ENNE”: CORRADO AUGIAS NELLA POLEMICA. DA LA7 PIOVONO CRITICHE


diMartedì, Travaglio vs Augias
DIMARTEDI’, SCONTRO TRA AUGIAS E TRAVAGLIO. LO SCRITTORE A FLORIS: “MAI PIU’ UNA TRAPPOLA DEL GENERE!”


Luigi Di Maio, diMartedì
DiMartedì, Di Maio: «CdA Rai nominato ricorrendo al sorteggio». Poi la gag con Floris


Eugenio Scalfari, diMartedì
DiMartedì, Eugenio Scalfari: «Tra Berlusconi e Di Maio, sceglierei il Cavaliere»

3 Commenti dei lettori »

1. Luca ha scritto:

11 maggio 2016 alle 09:42

Augias è un professionista eccellente,però a 80 anni ,qualche scemenza scappa più facilmente
Si dà sempre ascolto alle persone più anziane,questo succede da sempre e soprattutto con una carriera come la sua alle spalle
Spesso sono dispensatori di pillole di saggezza,però a quella età ci possiamo aspettare qualche scivolone



2. Nina ha scritto:

11 maggio 2016 alle 10:36

Augias ha sbagliato ad accostare la pedofilia all’aspetto “adulto” delle bambine di oggi. Non c’entra nulla i pedofili sono pedofili e l’unica cosa che gli interessa è che le loro vittime siano bambini. Per il resto ha ragione, viviamo in un mondo senza bambini purtroppo. Le mamme preferiscono avere vicino dei piccoli adulti, più facili da gestire: gli compri un bel vestito, et voilà!



3. Nina ha scritto:

11 maggio 2016 alle 10:37

Augias ha sbagliato ad accostare la pedofilia all’aspetto “adulto” delle bambine di oggi. Non c’entra nulla i pedofili sono pedofili e l’unica cosa che gli interessa è che le loro vittime siano bambini. Per il resto ha ragione, viviamo in un mondo senza bambini, purtroppo. Le mamme preferiscono avere vicino dei piccoli adulti, più facili da gestire: gli compri un bel vestito, et voilà!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.