6
ottobre

Report riparte a razzo con inchieste su Santanchè e La Russa

Sigfrido Ranucci (Us Rai)

Inchieste scomode e spesso sorprendenti, riflessioni sul presente e scoperte inattese, il tutto grazie ad uno spiccato spirito di indagine e a testimonianze esclusive. Sigfrido Ranucci e la sua squadra di “detection” sono al lavoro per la nuova stagione di Report. Si parte subito forte con due inchieste da “prima pagina” che coinvolgono due membri della maggioranza di Governo. La prima si intitola “Non sono una Santa” e riparte da ciò che è emerso la scorsa stagione sulla Ministra del Turismo Daniela Santanchè.

Si cercherà di capire se le promesse fatte negli scorsi mesi in Parlamento sono state mantenute. All’orizzonte non sembra esserci una schiarita, e la trasmissione manderà in onda audio esclusivi su altri dipendenti di Visibilia che avrebbero lavorato nonostante fossero in cassa integrazione a zero ore. Si passa poi a colui che viene considerato il padrino politico della Santanchè, Ignazio La Russa, con la seconda inchiesta, dal titolo “All’origine del potere dei La Russa“. Report indaga sulle origini del potere e della ricchezza della famiglia del Presidente del Senato. E in particolare sullo strettissimo legame con un controverso finanziere paternese, Michelangelo Virgillito, che dal nulla aveva costruito un impero finanziario che sarebbe scaturito grazie al patrimonio di ebrei costretti ad abbandonare il paese per le leggi razziali.

La terza e ultima inchiesta, intitolata “Ultima fermata”, è dedicata alle tragedie avvenute sulle linee ferroviarie e alle misure di sicurezza che vengono adottate, partendo dalla recente strage di Brandizzo. Quanto è sicura la rete ferroviaria italiana? Report ha scoperto che in Rfi c’è chi segnala i rischi per la sicurezza e viene richiamato e sanzionato.

La sfida della domenica

Sbarca alla domenica e torna in realtà alla sua originaria collocazione Report, con una lunghissima serialità e partirà anche prima, alle 20.55“, così il Direttore della Direzione Distribuzione Stefano Coletta durante la presentazione dei palinsesti questa estate. Nelle scorse stagioni, il programma copriva il prime time del lunedì, in staffetta con Presa diretta di Riccardo Iacona. Quest’anno, le due trasmissioni si ritroveranno affiancate per qualche settimana fino a quando Iacona non passerà il testimone a Salvo Sottile con il suo nuovo “Far west”.

Una scelta interessante – che avevamo auspicato su queste pagine – quella di collocare la trasmissione al posto di Che Tempo Che Fa, che, verosimilmente, permetterà alla terza rete di non soccombere nel dì festivo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Report
Report-La Russa, è scontro! Ranucci indaga, il presidente del Senato annuncia querele e invia una ‘autointervista’


Sigfrido Ranucci (US Rai)
Report, la maggioranza fa convocare Ranucci in Commissione di Vigilanza. L’opposizione protesta: «Atto intimidatorio»


un giorno da pecora ranucci
Sigfrido Ranucci: «Nessuna inchiesta a Report sulla vita privata di Lollobrigida. Giambruno forse andava valutato per quello che ha detto quando era consapevolmente in onda, non per quello che ha detto fuorionda»


report testamento berlusconi
Report torna con le inchieste sull’eredità miliardaria di Silvio Berlusconi e sulla collezione d’arte della famiglia Agnelli

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.