Ignazio La Russa



8
giugno

L’Aria che tira, La Russa contro La7 e il nuovo conduttore Parenzo: «Siete penosi. Ridateci la Myrta»

L'aria che tira - David Parenzo

L'Aria che tira - David Parenzo

Nemmeno il tempo di iniziare. Da lunedì 5 giugno 2017 David Parenzo sostituisce Myrta Merlino alla conduzione de L’aria che tira, su La7. La giornalista ha salutato la trasmissione a causa di problemi familiari, ed è stata prontamente sostituita dal collega già inviato di Matrix e spalla di Giuseppe Cruciani nel celebre show radiofonico La Zanzara.




27
maggio

PORTA A PORTA: LA RUSSA PERDE LA SCOMMESSA E SI TAGLIA LA BARBA IN DIRETTA. SALVINI: FESTIVAL DEL TRASH (VIDEO)

Ignazio La Russa taglia la barba, Porta a Porta

No Europa, no party. Anzi: no barba. Ignazio La Russa lo aveva promesso solennemente in diretta tv, lanciando una scommessa alla vigilia delle elezioni. “Mi taglio la barba se Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale alle Europee non supera il 4%” aveva detto l’ex ministro a Porta a Porta. Ebbene, alla prova delle urne il suo partito non ha raggiunto la fatidica soglia di sbarramento, e così l’esponente di FdI ha dovuto onorare l’impegno preso davanti ai telespettatori. E’ accaduto ieri sera su Rai1, nel talk show condotto da Bruno Vespa (video sotto).

Per l’ottima riuscita del siparietto, il giornalista ha sistemato al centro dello studio una poltrona da barbiere, sulla quale si è accomodato La Russa. Imbarazzata e divertita la reazione di Giorgia Meloni, presente in studio: “me ne posso andare?” ha detto la leader di Fratelli d’Italia mentre il collega di partito si apprestava a provare il rasoio del barbiere Carmine. Sotto lo sguardo divertito di Bruno Vespa, il senatore si è fatto radere il pizzetto mentre esibiva un cartello per ringraziare 1.004.137 cittadini che hanno votato il suo partito “senza ministri né altro”.

Neanche il tempo di commentare l’esito del voto, e il barbiere era già pronto a tagliare pure i baffi all’ex ministro, che lo ha fermato: “i baffi non ne abbiamo parlato, salviamo almeno quelli“. A coronamento del surreale momento, nello studio di Porta a Porta sono risuonate le note della cavatina di Figaro, dal Barbiere di Siviglia di Rossini. E così, per un attimo nel programma di Rai1 è scomparso il talk ed è partito lo show, dopo una settimana di campagna elettorale in cui Vespa aveva sfoderato un insolito piglio giornalistico, guadagnandosi una santificazione inaspettata che ci fatto riflettere. Qualcuno, forse, ieri sera si sarà rimangiato quegli elogi.

Ignazio La Russa taglia la barba, Matteo Salvini: festival del trash


25
gennaio

GLI SGOMMATI – APOCALISSE 2012: UNO SHOW DI 50 MINUTI COL POLITICO VERO CHE INCONTRA IL CLONE PUPAZZO. SI PARTE STASERA CON LA RUSSA

Gli Sgommati - Apocalisse 2012

La satira politica torna protagonista in prima serata. Su SkyUno HD, dopo la consueta striscia quotidiana delle 21.00, parte questa sera l’appuntamento con Gli Sgommati – Apocalisse 2012. Uno show di 50 minuti, in onda per quattro mercoledì a partire dalle 21.10, dove gli irriverenti pupazzi in lattice incontrano i loro cloni, i politici in carne ed ossa.

Il titolo prende spunto dalla profezia dei Maya sulla fine del mondo; per questo motivo, l’assemblea generale degli Sgommati si riunisce in una piramide Maya per interrogarsi sulla veridicità di tale previsione. Ad intervistare il politico “sgommato” e quello reale è il pupazzo Enrico Mentana, che porrà ai due una serie di domande. Il primo a doversela vedere col suo clone è il coordinatore del PdL Ignazio La Russa; ospite dello show anche il vero Paolo Rossi.

Nel corso delle quattro puntate troveranno spazio anche alcune nuove rubriche: il reality Premier Chef, dove i politici sono intenti a ricercare la ricetta giusta per arginare la crisi economica; Le Mayene, una sorta di inchieste per accertare o meno la famosa profezia; Scialla, per parlare di moda giovanile con Lapo Elkann e il Trota; le lezioni di Economia di Domenicheddu, il noto pastore sardo che tiene in ostaggio Tremonti; le canzoni di Sora Cesira; le parodie di cinema e fiction, come Monty e Bindy e Per un pugno di Euro.





5
novembre

DM LIVE24: 5 NOVEMBRE 2011. ECCO I PRIMI 5 MINUTI DI TUTTI PAZZI PER AMORE 3. BELEN MODELLO NEGATIVO, AMENDOLA VS LA RUSSA, BRACHINO VS ZANFORLIN

Diario della Televisione Italiana del 5 Novembre 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ecco i primi cinque minuti di Tutti Pazzi per Amore 3

AnTo ha scritto alle 12:46

I primi 5 minuti di Tutti Pazzi Per Amore 3

Clicca qui per vedere i primi cinque minuti di TPPA 3 in anteprima

  • Belen modello negativo

lauretta ha scritto alle 07:59

“Belen e’ un modello negativo. Avevo ragione un anno fa quando ponevo degli interrogativi sul modello offerto ai giovani dalla sua presenza in video. Sanremo? Non la volevo la volta scorsa, a maggior ragione non la voglio ora”. Lo ha detto il consigliere Rai Rodolfo De Laurentiis, intervenuto a KlausConcidio. (AGI)

  • Amendola VS La Russa

lauretta ha scritto alle 12:06

Claudio Amendola non è intenzionato a fare un passo indietro nella querelle che lo contrappone al ministro La Russa. «La questione è semplice: o La Russa si scusa nell’arco di 48 ore, oppure intraprenderà l’azione legale in sede civile che la situazione merita. Una volta avuta soddisfazione, sarò lieto di donare la cifra a un ospedale pediatrico». Claudio Amendola, in un’intervista a ‘Il Fatto quotidiano’, interviene sulla disputa con il ministro della Difesa che, nei giorni scorsi, ha dato dello ’str…’ all’attore dopo esser stato fischiato sul red carpet della Festa del Cinema di Roma. «Le scuse – dice Amendola – non credo arriveranno». Quindi? «Ci vediamo in Tribunale». «Che un ministro della Repubblica trovi il tempo di darmi sei volte dello st…o in una delle giornate più drammatiche per l’Italia mi stupisce, che lo stesso mi indichi come capopolo mi indigna». Per l’attore all’Auditorium quel giorno le cose sono andate diversamente. «Sette, forse 800 persone tra cui 100 fotografi – racconta – hanno visto La Russa sul tappeto rosso e hanno interrotto le loro attività per una pacifica quanto assordante manifestazione di ripulsa. Ho condiviso i fischi e li ho accompagnati con le braccia e un gaudente pugnetto al cielo che rivendico. Nulla di organizzato». Ma, assicura, «degli ululati rivolti a La Russa non ero nè il regista occulto, nè il responsabile», dunque le accuse avanzate dal ministro rientrano «nella pura diffamazione, non lo posso accettare». Quel che più «mi fa inferocire – spiega – è il basso riferimento a quanto guadagno e ai miei datori di lavoro. Le insinuazioni di La Russa sui miei confronti non rispecchiano la politica culturare di Mediaset e la sua frase non fa onore al presidente del Consiglio». (fonte Leggo)

  • Brachino VS Zanforlin

lauretta ha scritto alle 18:28


31
ottobre

ENZO IACCHETTI SU FACEBOOK: VAFFANCULO BRUNETTA E LA RUSSA (VIDEO)

Enzo Iacchetti

Enzo Iacchetti

Basta con la comicità facile sui politici, bisogna iniziare a dire le cose in faccia, in maniera diretta. Chissà che non sia questo il pensiero di Enzo Iacchetti, che in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook è “esploso” dalla rabbia leggendo due notizie effettivamente imbarazzanti. Nonostante il periodo di “crisi nera” e il “rischio Grecia” dietro l’angolo, i politici continuano a fare quel che meglio credono, sempre con i soldi dei cittadini.

Ma cosa è successo di così scioccante tanto da far intervenire il conduttore di Striscia la notizia? ‘Questa settimana – esordisce Iacchetti nel video – mi dice un mio confidente e amico, poi se non e’ vero lo smentiamo, che alla Camera dei Deputati, che ha gia’ 4.600 dipendenti, sono stati assunti altri 33 dipendenti quindi: vaffanculo Brunetta’. (Si sbaglia, il riferimento è alla presidenza del Consiglio). Poi, prosegue Iacchetti ‘leggo sul Corriere di ieri che La Russa ha comperato 19 Maserati blindate per trasportare dei generali e allora diciamo: vaffanculo anche a La Russa”.

Iacchetti ha deciso di commentare a modo suo i neoacquisti del Governo mandando letteralmente a quel paese i diretti interessati, ossia il Ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione, Renato Brunetta, e quello della Difesa, Ignazio La Russa. Il breve intervento si chiude con una frecciata al Premier Berlusconi (che non nomina) e al suo recente operato in materia di rilancio: “Si possono scrivere tutte le lettere del mondo ma tra una quindicina di mesi saremo andati affanculo pure noi. Bisogna cominciare ad incazzarsi un attimino”.





28
settembre

BALLARO’…E IL PAESE IN CUI I MINISTRI SMENTISCONO I COMICI TELEVISIVI (VIDEO DI CROZZA)

Maurizio Crozza- Ballarò

Stilettata decisa e profonda quella di ieri sera di Maurizio Crozza nella copertina di Ballarò (video dopo il salto) a Berlusconi, Gelmini e Brunetta, come prevedibile del resto dopo i mille assist che i rappresentanti dell’esecutivo hanno fornito negli ultimi giorni alla comicità del web e dei media. Ce n’è anche per la Cei, accusata dal comico genovese di continuare a fare il bello e il cattivo tempo. Perchè i giambi diretti contro il Premier e l’ipocrisia di non nominarlo esplicitamente?

L’irresistibile ripescaggio del personaggio Zichichi per schernire la nota ministeriale sul finanziamento ad un fantasmagorico e risibile tunnel per neutrini, l’imitazione del ministro in miniatura, con tanto di inserto mafioso stile Padrino, per dirimere la querelle sul certificato antimafia per l’azienda. Naturalmente la comicità per sua natura caricaturizza ad effetto parole, fatti e personaggi e non è strano che una risata globale conquisti la platea.

Tocca al ministro Ignazio La Russa, pallido e ingessato come mai nello sforzo di non ridere alle gustosissime parodie dell’apertura, dover smentire i tormentoni delle gaffe dei ministri ridimensionando l’entità e, a suo dire, i malintesi. Sul tunnel non c’entra Maria Stella, il temerario Brunetta è stato frainteso. Giovanni Floris senza scaldarsi più di tanto piazza lì una battutina eloquentissima, facendo riferimento al caos generale che ci rende il Paese in cui i ministri smentiscono i comici.


16
maggio

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2011: GLI APPUNTAMENTI PER CONOSCERE I RISULTATI IN TV.

Elezioni Amministrative 2011

Alla fine è un po’ come alla prova del cuoco. Le elezioni amministrative tenutesi tra ieri ed oggi in quasi 1200 Comuni e 11 Province servono a capire cosa bolle in pentola nella cucina politica del Belpaese. Ci sono partiti che alcuni danno già per stracotti oppure al vapore, altri che invece promettono di mantenere un consistente «effetto peperonata» anche a questo giro: nessuno li digerisce ma poi, davanti al menù elettorale, chi ci rinuncia? Per capire chi sale e chi scende nel gradimento popolare dobbiamo attendere le 15 di oggi, ora di chiusura dei seggi. In quel momento inizierà lo spoglio delle schede, che verrà seguito dalle principali emittenti con speciali e approfondimenti sin dal primo pomeriggio. Ecco i principali appuntamenti.

La maratona delle elezioni inizierà su Rai1 con lo Speciale Elezioni Amministrative condotto da Francesco Giorgino, dalle 15.30 fino alle 18.50. Ogni mezz’ora il programma aggiornerà i risultati dei principali capoluoghi chiamati al voto (Milano, Torino, Bologna e Napoli) fornendo le proiezioni ufficiali del Viminale e non gli exit poll, come accordato dall’ex DG Mauro Masi (qui maggiori dettagli). In studio, assieme al conduttore, ci saranno gli opinionisti Stefano Folli, Massimo Franco e Franco Bechis. Interverranno anche il  direttore del Tg1 Augusto Minzolini e i responsabili dei principali quotidiani nazionali, da Vittorio Feltri a Mario Calabresi. In serata andrà in onda una puntata speciale di TG1-Porta a Porta con Bruno Vespa. Dalle 21.10 il giornalista commenterà i dati elettorali, sempre più definiti col passare delle ore, assieme agli esponenti  dei vari schieramenti politici.

Oggi pomeriggio, a cominciare dalle 15.30, il direttore del Tg3 Bianca Berlinguer condurrà un approfondimento sulle amministrative e commenterà il responso delle urne con Ignazio La Russa, Enrico Letta, Italo Bocchino, Bruno Tabacci e Carolina Lusanna. RaiNews24 riceverà notizie in diretta dagli inviati sparsi nei principali seggi e divulgherà le proiezioni durante lo “Speciale Transatlantico” in onda dalle 16. Dalle 19.00 alle 21.00 il direttore della testata Corradino Mineo terrà il suo “Punto”, per poi cedere il testimone ad una lunga serata di collegamenti, dati, commenti e rassegne stampa. Rai2 analizzerà le cifre delle amministrative solo domani mattina, dalle 9.00 alle 11.00, con uno “Speciale elezioni”.


5
maggio

DM LIVE24: 5 MAGGIO 2011. UN NUOVO SEDERE (ANCORA) PER LA CIPRIANI. E A PROPOSITO DI SEDERE, MAICOL A UMAN VORREBBE MORIRE CON…

Diario della Televisione Italiana del 5 Maggio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Errori

mats ha scritto alle 02:04

Per restare in tema di promo sbagliati, continua imperterrito a girare quello di Karaoke su Mediaset Extra con orario 18:55, mentre invece va in onda alle 19:20

  • Sedere nuovo

lauretta ha scritto alle 09:35

All’Alfonso Signorini Show, la Cipriani prima smentisce le voci che la vedrebbero scendere in politica, poi, parlando della sua operazione al fondoschiena: “Mi è costata ben 10 mila euro, ma poi le cose non sono andate come avrebbero dovuto e ora devo fare nuovamente l’intervento”.

  • No Comment!

curryeamarena ha scritto alle 10:58

Durante la diretta di uMan, in seguito ad alcune diatribe tra i concorrenti e la produzione per il presunto ‘malsano’ cibo dato agli omini, Maicol dice: ‘Eh si, tranquilli, tranquilli, Tranquillo è morto inculato! Vabbè che mi piacerebbe morire così, però…’

  • Imbarazzo

claudia ha scritto alle 13:16

Imbarazzo a Ballarò, dove il Ministro Ignazio La Russa, credendo di non essere in diretta, si fa beccare da Floris mentre chiede al suo collaboratore: “Lukashenko? Chi è questo?” (dittatore bielorusso citato poco prima da Casini)

  • Che palle


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »