18
marzo

Valeria Marini shock a Belve: «A quindici anni mia madre mi ha fatto abortire a mia insaputa»

Valeria Marini

Valeria Marini

Confessione scioccante, quella che andrà in onda stasera a Belve: Valeria Marini, durante il faccia a faccia con Francesca Fagnani, racconterà di quando, quindicenne, sua madre la portò in ospedale ad abortire senza neanche dirglielo. Una scelta importante che la showgirl, allora poco più che una bambina, subì, ma per la quale oggi arriva addirittura a ringraziare la genitrice.

Della vita della Marini si sapevano tante cose, ma un episodio così grave e così intimo non era mai venuto fuori in maniera così dettagliata. A ricostruirlo con lei, la conduttrice del programma. Dalle sue domande e dalle risposte dell’ospite viene fuori un quadro agghiacciante: a quattordici anni Valeria iniziò una relazione con un uomo “molto più grande di lei e quella relazione si concluse con un’interruzione di gravidanza, della quale l’allora ragazzina venne a conoscenza solo a cose fatte.

“Non sapevo che avrei fatto un’interruzione di gravidanza. Ero molto ragazzina, però mia mamma l’ha fatto proprio per il mio bene perchè questo amore che avevo per questa persona era un amore non sano, turbato. Lui era una persona molto violenta. [...] Ho cancellato un po’ dalla memoria, dalla mia memoria, perchè ho sofferto molto”.

Parole forti, che spiazzano. Al di là dell’evento in sé, a turbare è proprio il fatto che l’aborto avvenne in maniera coatta. Ma alla Fagnani, che giustamente chiede: “Il fatto che sua madre avesse deciso per lei non è stata un po’ una violenza?“, la Marini risponde:

“No, perchè mi ha cambiato la vita. Mi ha dato la possibilità di allontanarmi, di non rimanere imprigionata con una persona che non mi amava, che mi faceva del male. Non posso far altro che ringraziarla”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


semprini balla
Valeria Marini peggio di una tortura! Fa ballare anche Gianluca Semprini – Video


Rita Rusic - Belve
Rita Rusic è una ‘belva’ con Benigni: «Ho prodotto La Vita è Bella e agli Oscar non mi è stato dato un posto in sala»


rettore
Rettore è una belva con la Fagnani: «Sempre le solite domande. Deve farsi una cura di fosforo. Ero sul punto di mandarcela»


barale
Paola Barale a Belve: «Sulla mia carriera c’è un blocco di…». «Non sono lesbica, prediligo il fallo»

5 Commenti dei lettori »

1. CISCA ha scritto:

19 marzo 2022 alle 13:49

Comperato il libro di lei dove racconta le sue 3 ABORTI



2. Maria Cristina Giongo ha scritto:

19 marzo 2022 alle 17:41

Ma si devono raccontare fatti tanto intimi e dolorosi in televisione???? Un minimo di pudore….Che tristezza! E sua madre che cosa ne pensa?



3. AbbiDubbi ha scritto:

19 marzo 2022 alle 21:13

Maria Cristina io quando sento/leggo queste cose provo un grandissimo sgomento … non capirò mai chi racconta cose tanto delicate e intime all’universo mondo. Purtroppo oggi sembra la normalità. Ne parlavano proprio oggi pomeriggio a TvTalk, c’era ospite anche Guia Soncini che ha appena scritto un libro molto interessante sull’argomento. E’ triste vedere come oggi i concetti di privacy, di pudore, di riservatezza, siano praticamente scomparsi.
Dall’altro lato ammiro la bravura della Fagnani che riesce sempre a tirare fuori lati inediti anche da personaggi inflazionatissimi e sovraesposti come la Marini.



4. Maria Cristina Giongo ha scritto:

20 marzo 2022 alle 11:18

@AbbiDubbi, hai proprio ragione!



5. Marco3.0 ha scritto:

21 marzo 2022 alle 20:56

AbbiDubbi, hai perfettamente ragione.
Però che dire allora dei reality dove la gente senza pudore mette in piazza le proprie cose anche non belle, e del pubblico che si diverte a guardare dal buco della serratura?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.