13
settembre

Ore 14, Infante riparte dal caso Saman con una delicata confessione di un congiunto che doveva rimanere segreto. Ma la regia…

Ore 14

Il testimone doveva rimanere segreto: troppo scottanti le sue dichiarazioni, troppo delicata la sua posizione. Ma qualcosa non ha funzionato.  è ripartito oggi con uno scoop sul caso di Saman (la ragazza pakistana scomparsa a Novellara dopo essersi ribellata a un matrimonio combinato) e con un relativo scivolone della regia.

Al ritorno nel pomeriggio di Rai2 (oggi anticipato di mezz’ora a causa dello sciopero in corso nel servizio pubblico), il programma condotto da Milo Infante ha proposto al pubblico nuovi elementi sulla vicenda della 18enne pakistana, annunciando la messa in onda di inedite rivelazioni. Tuttavia, mentre il conduttore spiegava che, vista la delicatezza della testimonianza, era stato necessario omettere l’identità del protagonista e ogni riferimento spazio-temporale, in sovraimpressione compariva la seguente dicitura:

Parla il fratello: ‘Li ho sentiti, l’hanno fatta a pezzi loro’“.

Poco più tardi, la scritta è stata modificata e lo stretto parente della giovane di Novellara è stato definito semplicemente un “congiunto“. La svista non è passata inosservata, nonostante l’invidiabile imperturbabilità sfoderata dal conduttore in quegli attimi. Infante, peraltro, nell’odierna puntata ha dovuto fare i conti anche con altri disguidi tecnici, verificatisi sull’audio di un collegamento e sul montaggio di un’intervista a Gaspare Ghaleb (l’ex fidanzato della sorellastra di Denise, Jessica Pulizzi).

Al netto degli intoppi, il programma pomeridiano di Rai2 è tornato presidiare la cronaca e la stringente attualità forte di un’identità conquistata già nella passata edizione e di una riconoscibilità giornalistica ottenuta soprattutto in riferimento alla vicenda di Denise Pipitone. Del caso della bambina scomparsa nel 2004 a Mazara Del Vallo si è parlato anche oggi. Il conduttore milanese, che lo ha preso a cuore, si è anche fatto portavoce di una raccolta fondi che servirà a sostenere le ricerche di Denise. Nel corso della trasmissione, Infante ha anche precisato:

Abbiamo fatto una promessa a Piera Maggio. Non andremo più sotto casa sua, perché ci rendiamo conto che dopo 17 anni Piera Maggio e Pietro Pulizzi sono distrutti, sono sfiniti anche da una pressione mediatica che non conosce sosta (…) Per colpa nostra non possono mai affacciarsi al balcone o aprire le finestre di casa perché hanno una telecamera sotto“.

Ore 14, caso Saman

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Milo Infante, Ore 14
«Ore 14» è un ’superclassico’


Milo Infante
Milo Infante a DM: «Generazione Giovani costa zero all’azienda. Ore14 si sovrapporrà alla Bortone? Siamo la Rai, non faremo stupidate»


Milo Infante, Ore 14
Denise Pipitone è viva e ha una figlia? Milo Infante frena sulle rivelazioni dell’ex PM: «Riscontri negativi, segnalatori già in passato inattendibili»


Ore14
La foto della presunta Denise Pipitone a Ore 14. «Somiglianza straordinaria»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.