28
aprile

The Handmaid’s Tale 4: la protagonista Elisabeth Moss debutta alla regia di 3 episodi

The Handmaid's Tale 4

I ritardi nella realizzazione dovuti all’emergenza pandemica non hanno fatto altro che aumentare l’attesa per il ritorno di “The Handmaid’s Tale” e delle sue inquietanti atmosfere distopiche proiettate in un’America da incubo. La quarta stagione della serie – ispirata al romanzo di Margaret Atwood, “Il racconto dell’ancella” – è finalmente pronta ad essere rilasciata in dieci episodi, che in Italia saranno visibili dal 29 aprile su Timvision, a 24 ore dalla messa in onda negli Usa.

Le vicende raccontate porteranno ancora il pubblico nella angosciante società di Gilead, sorretta da un regime totalitario che – in un ipotetico futuro – si è impossessato degli Stati Uniti e ha instaurato una dittatura militarizzata e misogina guidata da estremisti religiosi. In questo contesto da incubo, le giovani ancelle vengono usate come strumento per la procreazione e vivono in una sorta di schiavitù per mettere al mondo figli che avranno come madri le mogli dei loro Comandanti. L’attrice Elisabeth Moss, che interpreta la protagonista June Osborne, debutterà anche come regista di tre episodi.

The Handmaid’s Tale 4 – Trama e anticipazioni

Dopo la decisione di restare a Gilead nella speranza di poter salvare sua figlia Hannah, che aveva segnato la terza stagione, ora l’audace June, ferita e in fuga insieme alle ancelle, trova rifugio in una fattoria dove viene accudita da una giovane ragazza che la cura per farla tornare in salute. La stagione prosegue con June alle prese con nuove sfide inaspettate e pericolose nella ricerca di giustizia e vendetta che rischieranno di distruggere le relazioni a lei più care. La donna continuerà ad ergersi come unica guida della ribellione delle donne prigioniere di Gilead, così come dei bambini costretti a vivere in quella realtà.

La protagonista anche stavolta dovrà fare i conti con antichi e ritrovati nemici, in particolare la malefica Zia Lydia (interpretata dall’attrice Ann Dowd), spietata e assetata di vendetta nei suoi confronti. E pure con Fred Waterford, uno dei Comandanti della Repubblica di Gilead (l’attore Joseph Finnes) e sua moglie Serena Joy (alias Yvonne Strahovski), anch’essi però travolti da avvenimenti avversi. Dovranno infatti affrontare la giustizia per i loro crimini di guerra. Nel cast oltre agli interpreti già citati, anche gli attori Samira Wiley, Alexis Bledel, Max Minghella, Madeline Brewer, O-T Fagbenle, Amanda Brugel, Bradley Whitford e Sam Jaeger.

In un certo senso manteniamo molte delle promesse che abbiamo fatto negli ultimi tre anni, e possiamo davvero vedere non solo June, ma molti altri personaggi spingersi dove non erano mai arrivati prima e cambiare drammaticamente

ha anticipato la protagonista e per la prima volta regista di ”The Handmaid’s Tale”.

I primi tre episodi della serie sono stati rilasciati contemporaneamente, e così saranno disponibili anche in Italia, mentre gli altri verranno pubblicati a cadenza settimanale, uno per volta.

The Handmaid’s Tale 4 – Foto



Articoli che potrebbero interessarti


The Handmaid's Tale
The Handmaid’s Tale 2: la gravidanza di Difred e le Colonie al centro della trama


Jupiter's Legacy
Jupiter’s Legacy: arriva su Netflix la risposta al successo Amazon di The Boys


Noi, I Ragazzi dello Zoo di Berlino
Noi, I Ragazzi dello Zoo di Berlino: su Amazon rivive il rivoluzionario bestseller a tutto droga e sess0


John Adams
John Adams: Paul Giamatti è il secondo Presidente degli USA nella serie di Sky Atlantic

2 Commenti dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

28 aprile 2021 alle 23:07

Mamma mia sono arrivati alla 4a stagione di questa noia infinita?

Io l’ho abbandonato alla fine della seconda stagione per manifesta presa in giro degli spettatori. Serie lentissima fatta di 4 situazioni reiterate all’infinito.
Azioni a cui non corrisponde mai una reazione. Tutto si annulla ad ogni nuovo episodio come se la storia fosse sempre immobile.

Non oso sapere come hanno fatto a riempire un’intera nuova stagione e a prepararne addirittura un’altra.

Scommetto che se ne dovessi rivedere una di puntata sarebbe identica alle prime…come se non fosse mai accaduto nulla.



2. Katya ha scritto:

29 aprile 2021 alle 08:34

Serie TV assolutamente magnifica!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.