1
novembre

Che Tempo Che Fa senza pubblico in studio. Fazio: «Abbiamo deciso di uniformarci a quello che accade nei teatri e nei cinema»

Che Tempo Che Fa

Che Tempo Che Fa

Fabio Fazio rinuncia al pubblico in studio, ‘riabbracciato’ in questa nuova stagione televisiva di Che Tempo Che Fa su Rai 3. Nella puntata di questa sera, infatti, il conduttore è tornato ‘in solitaria’ nel Centro di Produzione Rai di via Mecenate (Milano), come accadeva nei primi mesi della pandemia da Covid-19.

Questa sera noi non abbiamo pubblico. Abbiamo deciso di uniformarci a quello che accade nei teatri e nei cinema italiani, ma soprattutto abbiamo deciso di adottare un principio di precauzione, che ci sembra in questo momento doveroso, in una serata di attesa per il Dpcm di domani che ci indicherà il da farsi nei nostri comportamenti quotidiani da qui alle settimane a venire”

sono le parole con le quali Fazio ha aperto alle 20.00 l’anteprima di Che Tempo Che Fa. L’ha definita una “domenica di transizione”, poiché domani il premier Giuseppe Conte annuncerà con il nuovo decreto le ulteriori regole da rispettare e adottare per arginare questa seconda ondata di Coronavirus. La trasmissione di Rai 3 in qualche modo si è portata avanti, vietando l’accesso al pubblico, con un gesto che vuole essere anche di vicinanza all’altra parte dello spettacolo, quella del teatro e del cinema, bloccata nuovamente.

Studio, dunque, deserto e poltrone vuote, tranne una; quella occupata (anzi, scaldata!) da Filippa Lagerbach che – dice Fazio – “è stoicamente davanti a me”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Fazio
Fabio Fazio si opera, salta «Che Tempo che Fa»


Bill Gates
Bill Gates a Che Tempo Che Fa


Barack Obama
Barack Obama ospite a Che tempo che fa


Fabio Fazio
Che tempo che fu

1 Commento dei lettori »

1. luca ha scritto:

1 novembre 2020 alle 21:45

il solito perbenismo di facciata…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.