29
novembre

Tottenham-Inter, Di Gennaro pensa di non essere in onda: «Squadraccia!». Poi si giustifica – Video

Marco Lollobrigida, Antonio Di Gennaro

Squadraccia!“. Credendo di non essere ancora in onda, ieri sera il telecronista Rai Antonio Di Gennaro si è lasciato scappare un commento di troppo nel post partita di Tottenham-Inter. In molti hanno dedotto che il severo giudizio dell’ex calciatore fosse riferito alla sconfitta subita dai nerazzurri: ne è scaturita una polemica. Poco più tardi, sui social, lo stesso Di Gennaro è stato costretto a giustificarsi e a chiarire il senso delle proprie parole.

Il commento sfuggito in diretta su Rai1 all’opinionista ha scatenato l’indignazione dei telespettatori nerazzurri. Al punto che il telecronista ha dovuto discolparsi sui social fornendo la propria versione e spiegando di non essersi riferito all’Inter.

In relazione al fuori onda: ’squadraccia’ non era riferito all’Inter ma ad una precisa domanda che mi aveva fatto il collega, prima di rientrare in collegamento, sulla squadra del mio ex allenatore Terim (Galatasaray), ancora sconfitta in Russia. Mi dispiace per il disguido. Non mi permetterei mai! Soprattutto per i tanti tifosi interisti”

ha scritto Di Gennaro. La spiegazione dell’ex calciatore avrà convinto i tifosi?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Paola Ferrari
RaiSport ridisegna la domenica di Rai 2: apre la Ventura, chiude Paola Ferrari di ritorno alla DS. Enrico Varriale a 90° Minuto


Tour de France 2019
Tour de France 2019 trasloca su Rai 2. Ecco calendario e tappe


Bruno Gentili
Rai Sport: Bruno Gentili direttore ad interim


Serie B
Serie B: in chiaro sulla Rai l’anticipo del venerdì sera

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.