12
agosto

Il Commissario Claudius Zorn: su Canale5 un nuovo poliziesco tedesco

Il Commissario Claudius Zorn

Il Commissario Claudius Zorn

L’infinito elenco di ispettori, giudici, marescialli e commissari televisivi si arricchisce di un nuovo personaggio: da domani sera, alle 21.25, direttamente dalla Germania arriverà su Canale5 Il Commissario Claudius Zorn. Si tratta di un ciclo di 5 film tv tratti da altrettanti romanzi dello scrittore tedesco Stephan Ludwig.

Sopra le righe, ribelle, decisamente poco incline al rispetto delle regole, con una passione per il fumo e la musica, il Commissario Claudius Zorn ha il volto dell’attore Stephan Luca, subentrato nel ruolo del protagonista nel corso del secondo film a Mišel Matičević, che lo aveva invece interpretato nel primo tv movie. Per tale motivo, onde evitare confusione nel pubblico, Canale5 ha deciso di far debuttare la serie con il secondo film, lasciando per ultimo l’episodio interpretato da Matičević. Nel cast della serie, ambientata nella città di Halle, anche Axel Ranish nel ruolo di Schröder, braccio destro di Zorn, e Katharina Nesytowa nella parte di Malina, la donna di cui Zorn è innamorato.

Di seguito le trame dei primi 3 film tv.

L’innocenza tradita (in onda lunedì 13 agosto)

Un adolescente viene trovato morto nel bosco con il capo quasi reciso. Il ragazzo andava in bicicletta quando ha colpito un cavo d’acciaio fissato tra gli alberi. E’ subito chiaro che non si tratta di un incidente e le indagini puntano su quattro amici della vittima, ma immediatamente dopo il primo omicidio, se ne verifica un secondo e, solo l’intervento tempestivo di Zorn, ne impedisce un terzo.

Senza Luce (in onda lunedì 20 agosto)

Il cadavere di un uomo di mezza età viene ritrovato nel fiume con una ferita d’arma da fuoco alla tempia. Sembrerebbe un’esecuzione, ma in realtà e’ un caso di suicidio: l’uomo e’ precipitato da un ponte dopo essersi sparato alla testa e si tratta del magistrato Meinolf Grünbein, il procuratore del Tribunale regionale. Le indagini di Zorn si svolgono in un clima teso per il recente arrivo di Jan Cernyk, un collega investigatore mandato da Berlino. Le sue mansioni non sono chiare e Zorn mal digerisce la sua presenza perché’ sospetta che sia stato inviato a indagare su di lui e il suo operato. Ma sarà inaspettatamente proprio Czernyk, a costo della propria vita, a rappresentare la svolta nelle indagini rivelando le responsabilita’ di un serial killer e la complicita’ di un insospettabile giudice.

L’angelo della morte (in onda lunedì 27 agosto)

Aggiornamento del 27 agosto 2018 – In seguito ai bassi ascolti la serie è stata rinviata a data da destinarsi; pertanto non andrà in onda.

Schröder ha deciso di stare vicino alla madre che si trova in una casa di riposo e ha lasciato la polizia, gettando nello sconforto Zorn che non accetta di lavorare con un altro collega. Nella casa di riposo della madre di Schröder muore improvvisamente un uomo, apparentemente per cause naturali, e lo stesso giorno si suicida il figliastro di un altro ospite del posto. Schröder non ci vede chiaro e coinvolge Zorn nelle indagini. Si scoprirà presto che nella casa lavora un’infermiera psicopatica colpevole di vari omicidi fatti passare per morti naturali. La donna prenderà di mira sia Zorn che la sua compagna e cercherà di ucciderli entrambi. Risolto il caso Schröder tornerà a lavorare nella polizia, stavolta come superiore di Zorn.

Il Commissario Claudius Zorn – Foto

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Ashley Jensen (Christina McKinney) @ Davide Maggio .it
UGLY BETTY, “BRUTTA” STORIA!


Heroes @ Davide Maggio .it
HEROES : TUTTO CIO’ CHE VORRESTE SAPERE SULLA NUOVA SERIE DI ITALIA1


Non Dirlo al Mio Capo 2
Non Dirlo al Mio Capo 2: Vanessa Incontrada pronta a raccontare nuove bugie in prima serata su Rai 1


Una Pallottola nel Cuore 3
Una Pallottola nel Cuore 3: Gigi Proietti torna ad indagare su Rai 1. Sergio Assisi new entry

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.