7
maggio

La Clinica per Rinascere: gli obesi italiani si mettono (letteralmente) a nudo su Real Time

La Clinica per Rinascere - Rosarita

La Clinica per Rinascere - Rosarita

Sono anni che Real Time mostra al pubblico storie di persone obese, che combattono contro se stesse per provare a guarire dalla malattia. Finora si è trattato sempre di realtà straniere (il format più famoso è Vite al Limite) ma da stasera toccherà agli obesi italiani scendere in campo, o meglio salire sulla bilancia: alle 21.10 parte sul canale 31 La Clinica per Rinascere – Obesity Center Caserta, docureality in sei puntate che racconterà la storia di altrettanti pazienti pronti a dimagrire per sopravvivere (qui maggiori info).

La Clinica per Rinascere – Obesity Center Caserta: sei puntate da questa sera su Real Time

Sarà un racconto senza filtri, decisamente crudo ma a tratti anche emozionante. I sei protagonisti del programma sono Rosarita (242 kg in partenza), Pasquale (312 kg), Maria Elena (252 kg), Giovanni (277 kg), Costanza (248 kg) e Raffaele (256 kg), che si affideranno al dottor Cristiano Giardiello, Direttore del Dipartimento di Chirurgia della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno in provincia di Caserta.

Lui e il suo team, formato da una psicoterapeuta e da una dietista, prenderanno in cura i pazienti spingendoli a dimagrire già prima dell’intervento di riduzione dello stomaco, e li seguiranno anche nei mesi successivi per valutarne i progressi. Il percorso non sarà solo medico ma anche emotivo, perchè, oltre al peso, si indagherà sulle debolezze di ognuno di loro per trovare la causa scatenante dell’obesità e provare a curare l’anima prima che il corpo.

Quello che colpisce del programma – prodotto da Endemol Shine Italy con la collaborazione di Pesci Combattenti (ma perchè due case di produzione?) – è la sua durezza. Sono dure le immagini mostrate al pubblico per testimoniare le difficoltà degli obesi, immagini che non fanno sconti: nel primo episodio mostrano per esempio Rosarita completamente nuda sotto la doccia, e indugiano sulle sue unghie dei piedi sporche, poiché per lei impossibili da raggiungere e pulire. E’ duro l’atteggiamento del dottor Giardiello, che lascia l’empatia e la dolcezza alle dottoresse, mostrandosi severo e non facendosi mai intenerire, se non nel lieto fine. Sono duri i conflitti familiari irrisolti che vengono fuori, nonché il modo in cui l’intimità di una famiglia viene analizzata dalle telecamere, mettendola in piazza.

Il programma veicola dunque un messaggio positivo, ma di certo per i protagonisti non sarà stato facile denudarsi (in tutti i sensi). Neanche per Rosarita, che ama la tv e teneva nascosto dentro di sé un grande desiderio di spettacolo: da piccola voleva infatti essere bella come Lorella Cuccarini e “simpatica” come Heather Parisi. Alla fine del suo percorso, è riuscita finalmente a ballare.



Articoli che potrebbero interessarti


La Clinica per Rinascere - Rita Schiano di Cola
La Clinica per Rinascere: chi è il dottor Cristiano Giardiello


Miss Italia 2018 - 15 - Veronica Nucci
Miss Italia 2018: ecco le 33 finaliste – Foto


La Mafia Uccide solo d'Estate 2
La Mafia Uccide solo d’Estate 2: su Rai 1 torna la famiglia Gammarresi


Station 19 - Jason Winston George
Station 19: lo spin off di Grey’s Anatomy debutta ospitando Ellen Pompeo e Chandra Wilson

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.