25
aprile

Boncompagni «sfratta» Mia Martini da TecheTecheTè, e i fans della cantante insorgono sui social

Mia Martini

Gianni Boncompagni sfratta Mia Martini dall’access di Rai1 ed è subito polemica. Domenica 23 aprile sulla prima rete Rai l’appuntamento con TecheTecheTè prevedeva un’intera puntata dedicata all’indimenticata cantante di Bagnara Calabra, della quale tra alcuni giorni ricorre l’anniversario della morte. La scomparsa di Gianni Boncompagni, avvenuta la scorsa domenica, ha però spinto la tv di Stato a realizzare in corsa uno speciale per omaggiare il noto autore e regista. Una scelta doverosa per colui che con la sua ironia e il suo istrionismo è stato artefice di tanti successi prima in radio e poi in tv, ma che per anni è stato incolpato di essere uno dei principali autori della stupida superstizione nei confronti di Mia Martini, accusata di portare sfortuna, e per questo costretta ad allontanarsi dalle scene per un lungo periodo.

Ad accusare Boncompagni fu la stessa Martini nel 1982 in un’intervista rilasciata ad Enzo Tortora nel programma di Rete4 Cipria. In quell’occasione la cantante definì il regista “detestabile”, e successivamente in un’intervista al settimanale Epoca, in edicola il 5 marzo 1989, dichiarò:

“La delusione più cocente me la diede Gianni Boncompagni. Una volta fui ospite a Discoring, lui era il regista. Appena entrai in studio sentii Boncompagni che diceva alla troupe: ragazzi attenti, da adesso può succedere di tutto, salteranno i microfoni, ci sarà un black out.”

Un’esternazione, quella di Boncompagni, che all’epoca ferì particolarmente la Martini, e che ancora oggi a distanza di tanti anni sembra infastidire i numerosi fans della cantante, che da subito hanno esternato sui principali social network il proprio disappunto per la scelta fatta domenica sera da Rai1. Tra accuse di mancanza di rispetto e di ennesimo affronto nei confronti della cantante, in tanti hanno sottolineato la triste situazione che ha visto scambiare gli omaggi ai due personaggi tra i quali non correvano rapporti di grande stima e amicizia. Un’infelice casualità della quale ben poca colpa può essere attribuita alla Rai, che ha preferito omaggiare il regista recentemente scomparso, facendo slittare di una sola settimana l’omaggio a Mia Martini, previsto dunque per domenica 30 aprile.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


carlucci scommettiamo che
BOOM! A Techetechetè arrivano le «papere» e una puntata finale in omaggio a Milly Carlucci


Macario Carra'
Raffaella & Friends: speciale Techetechetè sulla Carrà ad un mese dalla scomparsa


Techetechetè
Techetechetè torna nell’access di Rai 1 con puntate a tema. Si parte stasera con «I numeri uno»: Gina Lollobrigida


Verissimo chiambretti
Pagelle TV della settimana (7-13/09/2020). Promossi Chiambretti e Techetechetè. Bocciati Palinsesti Mediaset e variazioni di Rai 1

5 Commenti dei lettori »

1. Fra X ha scritto:

25 aprile 2017 alle 20:05

Ma Boncompagni era ironico o no? Comunque io trovo ben peggiore un premier nostrano che esclama che un mafioso è un eroe! L’ importante è che la puntata dedicata alla Martini venga comunque trasmessa.
Se i social fossero usati per meno frivolezze e astrusità…



2. Dario ha scritto:

26 aprile 2017 alle 00:54

Domenica prossima ci sarà una puntata dedicata ai Beatles.Sarebbe bastato mandare in onda regolarmente lo special su Mia Martini e giorno 30 aprile quello dedicato a Boncompagni così da evitare polemiche facilmente evitabili.



3. valmont ha scritto:

26 aprile 2017 alle 10:43

Era più che giusto che RAIUNO facesse un omaggio a Boncompagni. Se però uno ci pensa bene, Boncompagni era un burlone, sicuramente lo avrà fatto apposta , avvisato dall’ arrivo della Martini. Della stupida superstizione Boncompagni non c’entra nulla. Io mi sarei fatto una risata.



4. paolo ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 07:42

Mia e’ stata massacrata dalla cattiveria e ignoranza di persone che dovrebbero solo vergognarsi… e chi sa i nomi dovrebbe farli…e non continuare a tacere.. tanti famosi cantanti e non .Chi sa e tace e’ peggio di questi esseri spregievoli che hanno distrutto e una persona e un’artista grande come MIA.



5. paolo ha scritto:

22 gennaio 2019 alle 09:18

Mia e’ stata vergognosamente massacrata dalla stupidita ,invidia e cattiveria di tanti , troppi e uno come Boncompagni divulgatore di musica e uomo ironico e’ insopportabile e vergognoso che sia tra quella catergoria di esseri che hanno diffamato una artista davvero grande e di immensa sensibilita’.La stessa Mia in un’intervista a Enzo Tortora dichiaro’ che detestava Boncompagni perché lo aveva sentito dire che mia portava iella.E tanti come lui hanno diffuso questa diceria.Nessuno puo’ e deve arrivare ad essere tanto stupido e malvagio.Ma vergognatevi a volere giustificare questo uomo dicendo che era un burlone.Mia e’ morta perché un branco di esseri come lui..invidiavano Mia….VERIGOGNAAAAAAAA



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.