7
ottobre

CAPITANI CORAGGIOSI: L’AMARCORD IN CHIAVE MODERNA FUNZIONA. PECCATO PER GLI ASCOLTI

Capitani Coraggiosi

Alzi la mano chi ieri sera si è sintonizzato su Rai 1, anche solo facendo zapping, e imbattendosi nella prima puntata di Capitani Coraggiosi non si è messo a cantare almeno una canzone insieme a Gianni Morandi e Claudio Baglioni. L’evento amarcord trasmesso dall’azienda pubblica ha puntato tutto sull’emotività e sul potere del ricordo colpendo il pubblico dritto al cuore.

Capitani Coraggiosi: una serata di musica ed emozioni ben confezionata

Un progetto importante e “furbo”, che ha viaggiato parallelamente tra palchi e schermi televisivi mettendo insieme due artisti carissimi al popolo nostrano e conosciuti da diverse generazioni. Emblema – lo spettacolo visto ieri sera – di una vena nazionalpopolare che i radical chic tanto disdegnano ma che la Rai invece ogni tanto tira fuori, con risultati godibili, riuscendo a far sentire uniti gli italiani neanche si stesse cantando l’inno di Mameli.

Uno spettacolo televisivo pulito, fatto soprattutto di musica, non troppo lungo - la messa in onda è partita alle 21:29 e terminata alle 23:54 - né noioso. E lungi dal voler realizzare solo un tuffo nel passato, si è cercato anche di attualizzarlo il più possibile, con i “giovincelli” Morandi e Baglioni pronti a cantare insieme a J-Ax e Fedez, entrambi (quasi) ingessati dinanzi a tale “sacralità violata”.

Capitani Coraggiosi: il 20.2% di share non basta

I due protagonisti hanno dato il massimo, sfidando l’età, suonando e cantando con il pubblico, incluso quello che partecipava solo attraverso la tv. E da una tale partecipazione emotiva e da un prodotto studiato nei dettagli, ci saremmo aspettati più del 20.2% di share, che in altri frangenti sarebbe un risultato di tutto rispetto ma qui suona frenato, insoddisfacente.

Vedremo come andrà la seconda puntata in onda questa sera, annunciata come tutt’altro rispetto alla precedente: i capitani coraggiosi trionferanno o si accontenteranno?



Articoli che potrebbero interessarti


Capitani Coraggiosi
CAPITANI CORAGGIOSI: CLAUDIO BAGLIONI E GIANNI MORANDI APPRODANO QUESTA SERA SU RAI1


Claudio Baglioni e Gianni Morandi - da La Stampa
CAPITANI CORAGGIOSI: BAGLIONI E MORANDI INAUGURANO IL LORO PROGETTO LIVE NELL’ACCESS DI RAI 1


Ornella Vanoni @ Davide Maggio .it
BALLANDI TRASFORMA LA VANONI IN REGINA DEL SABATO SERA DI RAIUNO


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate

6 Commenti dei lettori »

1. R101 ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 14:33

Per quel poco che ho visto lo spettacolo mi è sembrato …. ageé!



2. Vince! ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 16:28

Non mi aspettavo ascolti così “nella norma” per una serata-evento musicale tanto ben confezionata.
Forse si paga la mancanza di novità (separatamente Morandi e Baglioni hanno realizzato molti varietà di successo).
Comunque la regia di Duccio Forzano è stata perfetta.



3. Vince! ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 16:39

Sono curioso di sapere come andrà stasera con una doppia coppia di ospiti notevole: Emma-Elisa e Fazio-Littizzetto.



4. steve ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 16:50

la sguaiata di emma farà scappare gli spettatori…



5. kalinda ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 18:19

fuga dalla generalista.



6. Benny ha scritto:

7 ottobre 2015 alle 23:02

Uno show perfetto. Ritmo ben scandito. Battute efficaci e incredibilmente vivace nonostante le canzoni d’amore.
Dubito si possa vedere di meglio in questa tv che cerca di catturare l’attenzione spogliando uomini alla “Adamo ed Eva” o con parole ricercate come nel caso del “Banco dei pugni”.
Questo show perde ascolto perchè i canali di fuga ormai sono troppi e assecondano il peggio del peggio dei telespettatori.
Spero solo nel coraggio di continuare a produrre e trasmettere simili eventi. ( a volte rtl trasmette coraggiosamente concerti dal vivo, ripresi a distanza )
Chi cerca il nuovo e definisce agée Morandi o Baglioni mi trovi qualcuno giovane in grado di fare anche solo la metà di quel han fatto questi capitani coraggiosi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.