10
giugno

GIANLUIGI NUZZI A DM: QUARTO GRADO SU CANALE 5? DECISIONE SPETTA AI ‘CAPOCCIONI’ DI MEDIASET. CON SEGRETI E DELITTI PRIVILEGEREMO IL RACCONTO

Gianluigi Nuzzi, Segreti e delitti

Dopo una brillante stagione di Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi torna su Canale5 con Segreti e Delitti, il programma di Videonews dedicato ai grandi gialli italiani. A partire da venerdì 12 giugno, e per otto puntate, sulla rete ammiraglia Mediaset il giornalista racconterà gli omicidi e i casi irrisolti che appassionano e spesso dividono l’opinione pubblica, con uno stile popolare e attento alla notizia. Ad affiancarlo ci saranno Alessandra Viero e la squadra affiatata di Quarto Grado, ma non mancheranno alcuni nuovi innesti propri della trasmissione estiva.

Gianluigi, quali sono le differenze tra i due format?

Innanzitutto c’è una differenza di canale, siamo sulla rete ammiraglia, ogni venerdì per otto puntate affronteremo i grandi gialli che appassionano e interessano il nostro pubblico. Le prime differenze sono sugli ospiti: avremo Elenoire Casalegno e Grazia Longo, l’inviata speciale de La Stampa, quindi ci saranno ospiti fissi che non sono tali a Quarto Grado. Poi cambierà la narrazione. Quella su Canale5 predilige il racconto rispetto agli elementi scientifici, che sono i cardini di Quarto Grado. Anche l’elemento di docu-fiction sarà più presente, perché il pubblico di Canale5 lo apprezza particolarmente.

Rispetto alla docu-fiction, qualcuno si chiede se questo elemento sia proprio indispensabile…

Se lo facciamo è perché al nostro pubblico la cosa interessa. Michele Santoro l’ha quasi inventata, ha fatto della docu-fiction un elemento importante per le inchieste sui grandi casi di cronaca. Che poi questi riguardino dei delitti o delle ruberie cambia poco, l’importante è rendere accessibile a tutti i fatti e la docu-fiction sicuramente è l’elemento più fruibile per far conoscere le realtà di un verbale, di un’inchiesta che interessa al nostro pubblico.

Portando le inchieste e la cronaca nera anche d’estate non si rischia l’assuefazione?

I telegiornali fanno cronaca tutti i giorni, c’è sempre un interesse. E così anche noi, che poi facciamo un approfondimento, diamo elementi nuovi, cerchiamo di avvicinarci alla verità, facciamo del dubbio una chiave d’accesso ai fatti. Credo che questi siano degli elementi che ci contraddistinguono e che premiano nella credibilità, che è quel patto tra noi e chi ci segue.

Visto che Quarto Grado va molto bene negli ascolti ed è competitivo, perché non portarlo direttamente su Canale5?

Per il semplice fatto che non spetta a me questa scelta. Noi facciamo il nostro lavoro, lo facciamo al meglio: Quarto Grado è aumentato, ha un 9,7% di media di share quest’anno, quindi è aumentato del 30% rispetto all’anno scorso, ha fidelizzato ancora il pubblico ed è una scommessa vinta, che però si ripropone in tutte le settimane che andiamo in onda. Io a Rete4 sto benissimo, sono poi i ‘capoccioni’ dell’azienda che devono fare questa scelta. E per fortuna.

Quanto conteranno gli ascolti sulla rete ammiraglia? La vostra scaletta risentirà della necessità di fare ascolto?

Se tu mi fai questa intervista è perché pensi che il pubblico del tuo sito sia interessato a quello che dico. Ed è lo stesso motivo che spinge, in termini e volumi diversi, a fare una scaletta per questo programma. Quando fai un programma televisivo è evidente che l’ascolto sia importante, sennò non lo faresti. Credo che ci siano ancora un po’ di incrostazioni di ipocrisia su questi argomenti: il programma va in onda e deve fare degli ascolti che siano quantomeno in media con quelli dell’anno scorso. Certo che è importante l’ascolto. Ma non solo per noi, per tutti.

Di recente, ospite di Fabio Fazio, Federica Sciarelli ha detto che vorrebbe lasciare la conduzione di Chi l’ha visto?. Il posto che si potrebbe liberare ti fa gola o sei abituato a un altro format?

Non ci ho mai pensato. Però adesso proverò a pensarci…

Un’ultima battuta sugli ospiti di Segreti e Delitti. Qualcuno lo scorso anno ha criticato, ad esempio, la scelta di ospitare Elenoire Casalegno, considerandola forse troppo pop. Rispetto a queste critiche avete ragionato?

Sì, abbiamo ragionato molto attentamente perché noi ascoltiamo sempre le critiche. E poi la conclusione è stata quella di invitarla ancora come ospite di Segreti e delitti per la nuova edizione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Segreti e Delitti
SEGRETI E DELITTI: ESTATE IN GIALLO PER LA COPPIA NUZZI-VIERO


Segreti e Delitti, La Vita in diretta 2
CASO CESTE, GIANLUIGI NUZZI: “PRIMARIA TV NAZIONALE RUBA FILMATI ESCLUSIVI. VERGOGNOSO SCIACALLAGGIO”


Segreti e Delitti
SEGRETI E DELITTI: DEBUTTA SU CANALE 5 LO SPIN-OFF DI QUARTO GRADO


Segreti-e-Delitti-Gianluigi-nuzzi
BOOM! SEGRETI E DELITTI SU CANALE 5 CON GIANLUIGI NUZZI. QUATTRO PUNTATE DAL 6 GIUGNO

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.